Crea sito

CIAMBELLE DI PATATE DOLCI graffe napoletane

Le ciambelle di patate dolci sono chiamate anche zeppole dolci o ancora graffe napoletane. Sono sofficissime, anzi di più.

Le graffe napoletane sono delle sofficissime ciambelle di patate dolci preparate con lievito di birra, prima fritte e poi decorate con zucchero semolato e cannella.

Profumatissime, golose, ghiotte, invitanti.

La ricetta di queste deliziose ciambelline fritte di patate è del maestro Sal de Riso, una garanzia di successo, dunque! Prima volta per me alle prese con lievitati fritti e volevo affidarmi nelle sapienti mani di qualcuno che di pasticceria se ne intende. Ricetta perfetta, ne siamo rimasti tutti estasiati.

Ricetta ciambelle di patate dolci | graffe napoletane con impasto alle patate
  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 30-40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per le ciambelle di patate dolci

  • 500 g Farina 00
  • 500 g Patate lesse
  • 200 g Uova intere
  • 100 g Burro
  • 100 g Zucchero semolato
  • 30 g Lievito di birra fresco
  • 1 Scorza d'arancia
  • 1 Scorza di limone
  • 1 Baccello di vaniglia
  • 10 g Sale

Per friggere e decorare:

  • q.b. Olio di semi di arachide
  • q.b. Zucchero semolato
  • q.b. Cannella in polvere

Preparazione

Preparare l'impasto delle ciambelle di patate

  1. Disporre la farina a fontana, versarvi al centro le patata lesse schiacciate con lo schiacciapatate, lo zucchero, le uova e il lievito sciolto in 10 ml di acqua e iniziare ad impastare.

  2. Aggiungere quindi il burro morbido a pezzetti ed il sale fino ed impastare ancora fino ad ottenere un panetto morbido liscio ed elastico.

  3. Si può anche impastare con la planetaria montando il gancio per lievitati. Io ho impastato a velocità 3 per circa 10-15 minuti.

  4. Coprire il panetto con pellicola trasparente e far riposare per 30 minuti.

  5. Ricetta ciambelle di patate dolci | graffe napoletane con impasto alle patate

Formare le ciambelline dolci

  1. Infarinarsi leggermente le mani, staccare un pezzettino di impasto, formarne un cilindro e chiuderlo a ciambella.

  2. Poggiare la ciambella così ottenuta su carta forno leggermente infarinata.

  3. Ripetere il procedimento per tutte le ciambelle fino ad esaurimento dell’impasto.

  4. Coprire le ciambelle di patate con pellicola trasparente e far lievitare fino al raddoppio di volume.

Cuocere le ciambelle dolci fritte

  1. Friggere le ciambelline dolci di patate in abbondante olio di semi di arachidi, a fuoco basso, in modo che le ciambelline cuociano fino al cuore senza diventare subito scure all’esterno.

  2. Quando le ciambelle saranno cotte, scolarle con l’aiuto di una schiumarola, passarle subito su carta assorbente ed infine in un mix di zucchero semolato e cannella in polvere.

  3. Provate anche le castagnole alla ricotta , le zeppole crema e amarene e le frittelle di mele e philadelphia .

  4. Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

  5. Non perdete tutte le novità sul mio profilo instagram @inventaricette

Note

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.

6 Risposte a “CIAMBELLE DI PATATE DOLCI graffe napoletane”

  1. La ricetta delle graffe di patate del Maestro Sal de Riso, la si tramanda nella mia famiglia da secoli, l’ho imparata da mia mamma che l’ha imparata da mia nonna che, a sua volta l’ha imparata da sua madre, ecc…ecc…stessi ingredienti, stesse dosi. Non è di nessuno. Le origini della ricetta si perdono nella notte dei tempi ed è impossibile risalire all’autore/trice. Premesso che ho 52 anni e sono napoletana DOC, da bambina, oltre alle graffe di mia madre e mia nonna, le compravo al parco giochi partenopeo Edenlandia dove le friggevano al momento su richiesta, belle, calde e soffici oltre che buonissime.

  2. Ottime e morbide, l’unica pecca che ho potuto notare è che si sente troppo il gusto dell’olio, come se le ciambelle avessero assorbito come una spugna l’olio; è successo anche a voi? Oppure no sbagliato io qualcosa? Grazie

    1. Buongiorno Antonietta. Strano abbiano assorbito troppo olio perché a me sono venute asciuttissime e non ne hanno assorbito neanche un pò. Ho il dubbio che la temperatura dell’olio non fosse buona, probabilmente le hai fritte in olio non bollente… questo potrebbe spiegare il fatto che in cottura ne abbiano assorbito eccessivamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.