BISCOTTI DI SAN MARTINO

I biscotti di San Martino sono dolcetti secchi lievitati tipici palermitani che si preparano solitamente in occasione della festa di San Martino che ricorre l’11 novembre. Trattandosi di biscotti secchi molto croccanti, si usa servirli accompagnandoli ad un buon vino moscato, a del marsala o anche del vin santo in modo che pucciando il biscotto all’interno del vino liquoroso, il biscotto si ammorbidisca leggermente oltre ovviamente a profumarsi ed insaporirsi ancora di più.

Trattandosi di biscotti senza uova, questi possono essere serviti anche a persone intolleranti o allergiche alle proteine delle uova.

Questa è la antica ricetta dei biscotti di San Martino. Attualmente sono nate anche versioni più moderne che prevedono biscotti più morbidi, cotti e successivamente farciti con della crema di ricotta.

 

BISCOTTI DI SAN MARTINO ricetta biscotti secchi | biscotti siciliani
BISCOTTI DI SAN MARTINO ricetta biscotti secchi con lievito di birra

Biscotti di San Martino

 

COSA SERVE?

  • 500 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di strutto o burro
  • 25 g di lievito di birra fresco
  • 20 g di burro
  • 20 g di semi di finocchio o di anice
  • Una presa di cannella in polvere
  • acqua q.b.
  • un pizzico di sale fino

 

 

COME SI PROCEDE?

Attivare il lievito di birra. Sciogliere il lievito di birra con un paio di cucchiai di acqua tiepida e 1 cucchiaino di zucchero e farlo riposare per 10 minuti in modo che si attivi.

Preparare l’impasto dei biscotti di San Martino. Setacciare la farina e versarla in una scodella ampia, nella ciotola della planetaria oppure su un piano di lavoro. Aggiungere anche il lievito di birra attivato e iniziare ad impastare. Aggiungere quindi in sequenza lo zucchero, lo strutto, i semi di finocchio oppure i semi di anice, la cannella in polvere e tanta acqua quanto basta per ottenere un impasto morbido ed elastico (la consistenza deve essere simile a quella dell’impasto del pane).

Lavorare l’impasto a lungo (se si utilizza la planetaria montare il gancio) fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Dare la forma ai biscotti di San Martino. Staccare un pezzettino di impasto, dargli la forma di un salsicciotto ed arrotolare il salsicciotto su se stesso in modo da formare una spirale (o chiocciola). Adagiare il biscotto così ottenuto in una teglia rivestita di carta forno. Ripetere il procedimento per tutti i biscotti lievitati, fino ad esaurimento dell’impasto. Avere l’accortezza di distanziate tra loro i biscotti in modo che lievitando non si schiacceranno l’un l’altro. Coprire i biscotti con pellicola trasparente oppure con un panno umido.

Far lievitare i biscotti così ottenuti fino al raddoppio di volume.

Infornare i biscotti sammartini in forno già caldo a 200°C per dieci minuti, quindi sfornarli e portare il forno alla temperatura di 160°C. Infornare di nuovo i biscotti per altri 20-25 minuti  o comunque fino a doratura.
Quando i biscotti saranno cotti, spegnere il forno e far raffreddare i biscotti nel forno spento (per circa 2-3 ore) in modo che possano raggiungere la loro tipica friabilità e croccantezza.

I sammartini conservano la loro croccantezza per svariati giorni se conservati in un contenitore ermetico.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente CROSTATA COCCO E CAFFè Successivo PIZZA SENZA FARINA