Crea sito

PASTA E PATATE CON PESTO GENOVESE E PECORINO

 

Pasta e patate con pesto genovese e pecorino
Pasta e patate con pesto genovese e pecorino |Latte di Mandorla | Copyright © All Rights Reserved

 

 

PASTA E PATATE CON PESTO GENOVESE E PECORINO

Per chi tollera i formaggi stagionati, vi consiglio questo primo piatto di origini napoletane…lo preparava la mia mamma <3  … la pasta e patate con pesto genovese e pecorino.
Provatelo anche senza formaggio…e’ buono anche senza!

Questa ricetta la preparava la mia mamma…bei tempi !!!
Per fortuna e’ una ricetta adatta a chi, come me, e’ intollerante al lattosio. ..anche se ho dovuto modificare i tipi di formaggio (la ricetta originale e’ con provola affumicata fresca…e non aggiungo altro!).
Molte persone, infatti, non sono a conoscenza che esistono formaggi stagionati, dai 24-30-36 mesi, privi di lattosio o con un bassissimo contenuto di lattosio pari  a <0,01%…personalmente ho scoperto la loro esistenza dopo due anni dal mio evento, direi morboso (intolleranza).  Fatta questa piccola prefazione vi spiego il procedimento della perdita del lattosio durante la lavorazione del formaggio:.se acquisti il parmareggio e il pecorino stagionato olte 24/30 mesi diventa senza lattosio perche’ il processo di stagionatura e di lavorazione lo perde durante la lavorazione. Le persone intolleranti al lattosio possono consumare senza alcun problema i formaggi stagionati che non contengono lattosio oppure lo yogurt o altri prodotti fermentati che, pur potendo contenere fino al 70% del lattosio presente nel latte di partenza, sono generalmente ben tollerati. Per ovviare al problema e consentire di beneficiare comunque dell’apporto nutrizionale del latte, esistono prodotti specifici destinati ai soggetti intolleranti al lattosio: sono i latti “ad alta digeribilità” o “delattosati” o i “”formaggi stagionati 24/30/36 mesi”.Se cosi non fosse , allora parliamo di allergia alla proteina del latte.

 

 

 

RICETTA: Pasta e patate con pesto genovese e pecorino 

 

Ricetta e Foto: Latte di Mandorla Blog Copyright ©

 

CATEGORIA: Primi piatti

DOSI RICETTA (o PERSONE): 4 persone

TEMPO PREPARAZIONE: 5 minuti 

TEMPO COTTURA: 25 minuti

 TIPO COTTURA: in casseruola sul fuoco

 DIFFICOLTA’ RICETTA: facile e veloce

 

 

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 320 gr. di pasta (io ho utilizzato il formato “mafalda corta della marca garofalo”)
  •  3 patate
  •  2 cucchiai di olio oliva extravergine
  • mezza cipollina bianca piccola
  •  mezza carota piccola
  •  mezzo gambo di sedano
  •  due cucchiai di pesto genovese fatto in casa (vedi qui la ricetta https://blog.giallozafferano.it/intolleranza/pesto-al-basilico/
  • formaggio pecorino romano stagionato 24 mesi, senza lattosio, q.b.
  • formaggio parmareggio stagionato 30 mesi, senza lattosio, q.b

 

Ti aspetto anche sulla mia pagina FACEBOOK  per rimanere sempre aggiornati.

 

 

LEGGI ANCHE

  1.  Focaccine senza lievito cotte in padella
  2. Biscotti integrali al miele senza uova burro lievito latte
  3.  biscotti senza zucchero uova latte e lievito 
  4.  Torta al cacao con farina integrale senza zucchero burro latte 

Ricette Senza, si! Ma con Gusto.

 

 

Come si prepara la Pasta e patate con pesto genovese e pecorino :

  1. Per preparare la pasta e patate con pesto genovese e pecorino, iniziamo a Pelare le patate e tagliate a cubetti molto piccoli (durante la cottura dovra’ diventare una crema).
  2. Lavate le patate e lasciatele immerse in una ciotola piena di acqua fredda cosi perdono l’amido.
  3. Prepariamo il soffritto: tagliate a cubetti molto piccoli, la carota, sedano e cipolla (se non avete tempo in commercio esistono al banco congelati i mix per soffritto) inseriteli in una pentola, (antiaderente, capiente per cucinare anche la pasta, per intenderci, la cottura e’ simile ad un risotto) con due cucchiai di olio extravergine di oliva e fate soffriggere per un minuto
  4. Successivamente scolate l’acqua dalle patate e agiungetele al soffritto. Rosolate il tutto per due minuti a fiamma medio alta.
  5. Ora aggiungete un litro di acqua e fate cucinare per 20 minuti a fiamma media.
  6. Trascorsi i 20 minuti aggiungiamo mezzo litro di acqua e la pasta nella stessa pentola dove avete cucinato le patate.
  7. Ogni tanto girate cosi non si attacca tutto e diventera’ una crema. Rispettate i tempi di cottura sulla confezione della pasta.
  8. Intanto, mentre la pasta cuoce, tagliate a cubetti piccoli il pecorino romano perche’ durante la cottura dovranno sciogliersi; e poi grattugiamo il parmareggio. La quantita’ dipende dal vostro gusto, a me piace tanto ed abbondo
  9. Il pesto: se non avete tempo potete comprare quello gia’ preparato senza lattosio, altrimenti vi posto la mia ricetta qui https://blog.giallozafferano.it/intolleranza/pesto-al-basilico/
  10. Terminata la cottura della pasta, spegniamo il fuoco, aggiungiamo due cucchiai di pesto, i formaggi tagliati a cubetti e amalgamiamo tutti gli ingredienti
  11. Lasciate riposare per 2 minuti con il coperchio
  12. Servite la pasta e patate con pesto genovese e pecorino ben caldo

 

Consigli di conservazione prodotti:
Se preparate il pesto fresco, adesso e vi avanza, potete congelarlo preparando delle mini porzioni, tipo bicchieri di plastica uso caffe’, oppure creare dei cubetti di ghiaccio al pesto, cosi all’occorrenza e’ pronto.

Ricette consigliate per utilizzare il pesto:
cliccate su questo link  https://blog.giallozafferano.it/intolleranza/?s=pesto

 

 

 

Se ti piacciono le mie ricette, segui la mia pagina Facebook 
Clicca “MI PIACE” per essere aggiornato sulle ultime novità ;) a presto!

Ciao, alla prossima ricetta! Immacolata

Puoi trovarmi anche su Facebook  o su  Twitter  o su Google+ o su Pinterest …e se vuoi  Lascia un commento e Vota la ricetta...Grazie! 😀

 

 

ATTENZIONE: I consigli dietetici forniti sono puramente indicativi e non debbono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del medico, in quanto alcuni pazienti possono richiedere adattamenti della dieta sulla base della situazione clinica individuale. Pertanto  non devono in alcun modo essere interpretate come diagnosi e/o sostituirsi in alcun modo ad una accurata visita presso centri medici specializzati.

FOTO E RICETTA: Copyright © “Latte di Mandorla” All Rights Reserved

NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

 

Pubblicato da Latte di Mandorla Blog

Stai preparando un piatto e hai dei dubbi? Vuoi consigli IN TEMPO REALE? Contattami! Inoltre se sei intollerante o allergico a qualche ingrediente indicato nella ricetta, scrivimi sotto a questo articolo. Ti consigliero’ delle alternative anche nel caso in cui alcuni ingredienti non sono reperibili nella tua’ citta’. :) Immacolata