MEZZE MANICHE CON CIME DI RAPA

Print Friendly, PDF & Email

Un sapore del sud che adoro, una verdura che non tutti sono abituati a mangiare eppure dovrebbe diventare di uso comune per la bontà! Probabilmente non piace a tutti per il suo sapore amarognolo ma vi assicuro che se lo cucinate in questa maniera non sarà niente male!

MEZZE MANICHE CON CIME DI RAPA

mezze maniche con cime di rapa

INGREDIENTI:

1 ceppo di cime di rapa

100 gr di salsiccia

2 alici sott’olio

1 cucchiaino di olio piccante

1 spicchio di aglio

acqua q.b.

180 gr di mezze maniche

olio q.b.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa dobbiamo pulire le cime quindi dividiamo le foglie dai rametti e le cime vere e proprie. Laviamo bene il tutto perché è probabile trovarci molta terra.

IMG_7699

IMG_7698

 

 

 

 

 

Facciamo bollire dell’acqua in una pentola capiente e scottiamo prima le foglie per qualche minuto, il tempo che si appassiscano, e dopo le cime qualche minuto in più.

Nel frattempo in una padella mettiamo un filo di olio con l’aglio e le alici, quando queste ultime si saranno sciolte inseriamo la salsiccia, la facciamo sudare 5 minuti sgranandola per bene ed inseriamo le foglie strizzate e le cime, le facciamo insaporire per bene per qualche minuto, il tempo di cuocere la pasta.

IMG_7700

IMG_7701

 

 

 

 

 

Non appena la pasta sarà pronta la scoliamo e la versiamo nel condimento inserendo anche l’olio piccante.

Terminiamo il piatto con del parmigiano se piace.

IMG_7702a

 

 

 

 

 

 

Seguitemi su Facebook

2 Risposte a “MEZZE MANICHE CON CIME DI RAPA”

  1. Ok per l’inventiva,a con affetto e senza alcuna supponenza, mi permetto di suggerire di non aggiungere mai del formaggio di alcun tipo sulle verdure che consumi, sebbene saltate in padella, ma comunque bollite con la pasta. Un metodo ancora più pugliese è quello di mettere a bollire le rape in abbondante acqua salata e quando saranno vicino alla cottura, aggiungervi la pasta e ultimare la cottura. Quindi saltare tutto, anche la pasta, nel soffritto di sole acciughe e aglio dove magari, dipende dai gusti, avrai aggiunto del peperoncino. Con affetto e a presto. (PSA come pasta prova degli spaghetti del tipo grosso o le orecchiette di pasta fresca o fatte a mano.)

    1. Quindi secondo lei ci dovremmo tutti omologare alla sua ricetta?
      Ci vuole sempre inventiva e creatività!
      Grazie ugualmente peri consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.