Omogeneizzati fatti in casa

Gli omogeneizzati fatti in casa sono una validissima alternativa a quelli che si trovano sugli scaffali dei supermercati. A parte il loro costo non proprio piccolo, il farli in casa ci dà ancor di più la certezza di quello che prepariamo ai nostri piccolini. 

Ora che Filippo si prepara a mangiare ho deciso di preparare gli omogeneizzati di frutta a casa. Nell’attesa di acquistare l’omogeneizzatore (è ancora nella mia lista nascita…) ho letto come farli in casa con il semplice utilizzo di un minipimer o un robot da cucina.

omogeneizzati fatti in casa

Omogeneizzati fatti in casa

Omogeneizzato di mela fatto in casa:

Ingredienti:

  • 1 mela di circa 200 gr

Prendete la mela, sbucciatela, rimuovete il torsolo e riducetela a pezzetti piccoli.
Cucinatela a vapore per circa 5/10 minuti finché non sarà morbida. A questo punto frullate con un minipimer o un robot da cucina che fa questa funzione.
Se avete un omogeneizzatore che fa tutto potete invece cucinare direttamente la mela e poi frullarla.

Una volta raggiunta la consistenza desiderata, l’omogeneizzato di mela è pronto e basta trasferirlo in una ciotola per farlo raffreddare.
A questo punto volendo e con l’indicazione del pediatra si può aggiungere anche latte o crema di riso.

Omogeneizzato di pera fatto in casa

Ingredienti:

  • mezza pera

  • mezza mela

L’omogeneizzato di pera potete prepararlo con analogo procedimento.

Se volete invece fare mela e pera insieme, prendete mezza pera e mezza mele e seguite la stessa ricetta.

omogeneizzati fatti in casa

Gli omogeneizzati preparati in casa vanno consumati subito oppure devono essere conservati in vasetti di vetro dotati di chiusura ermetica (dove vanno riposti ancora caldi) per evitare la proliferazione di batteri.

Si può preparare la dose giornaliera e va consumata entro le 24 ore, messo in frigo, e scaldato a bagnomaria al momento dell’utilizzo.

Per una conservazione più lunga si possono usare dei barattolini di vetro con il coperchio, si devono sterilizzare (o facendoli bollire per 5 minuti o usando uno sterilizzatore a vapore) dopodichè si riempiono e si chiudono con i tappi. 

Si passa alla bollitura in abbondante acqua per circa 20 minuti e poi si mettono sottosopra su una base piana e farli raffreddare così per circa 20 minuti.

Se durante la cottura vedete che la frutta sta per diventare scura tranquille, è un fattore naturale di ossidazione, basterà aggiungere qualche goccia di limone.

Non aggiungete zucchero la frutta contiene già il fruttosio, uno zucchero naturale.

 

Le ricette le ho prese dal sito www.pianetabebe.it