Crea sito

Uso forno statico o ventilato

Uso forno statico o ventilato per la  rubrica i rimedi della nonna spiegazione della scelta ed uso del forno a seconda delle esigenze. Vi siete mai chiesti quale è l’uso corretto del forno di casa? Personalmente ho avuto un forno vecchio per tanto tempo, e fra qualche giorno mi arriverà il forno nuovo, e per scegliere ho avuto tantissime difficoltà. Alla fine ho optato per un forno sia ventilato che statico ultima generazione, e per fortuna in offerta a metà prezzo ed ha anche la funzione statica. Infatti vi consiglio entrambe le funzioni. 

Uso forno statico o ventilato

Uso forno statico o ventilato


Uso forno statico o ventilato

Ma che differenza ci sta tra l’utilizzo del forno statico o ventilato? I suoi usi? 

Quando si decide di comprare un forno nuovo si entra in crisi, perché ormai sono quai tutti elettronici, con funzioni specifiche con spegnimento programmato, con chi più ne ha ne metta. Ma come scegliere il forno più adeguato? Molti pensano di sceglierlo in base alle cose che cucinano di più, ma in realtà è la scelta giusta? Ormai con le nuove tecnologie possiamo scegliere l’uso del forno senza escludere uno o l’altro uso. Addirittura ci sono funzioni ventilate per tutto il forno, solo sopra solo sotto, o statico in un unico forno. Da un paio di anni sono andati fuori legge i forni da incasso a gas, e non li troverete più, uno degli ultimi che vidi era della rex, e mia madre lo comprò nel 2008 quando vendevo mobili, purtroppo ci capitò difettoso, ma quella è un’altra storia.

Nei nuovi forni ci sono funzioni scongelamento, funzioni solo pane o solo dolci. Funzione di auto pulizia, una funzione che viene chiamata tecnicamente pirolisi che permette una pulizia più veloce del forno, non è che si pulisce da solo. Il forno arriva a 500/600°, ovviamente deve avere il triplo vetro, per evitare che i più piccoli o gli animali si possano bruciare, consente di carbonizzare i residui di cibo, pulendo ed igienizzando teglie e forno stesso. Il problema che impiega molto tempo per la pulizia circa 1 ora per i forni di ultima generazione. Questo trattamento va effettuato ogni 2 mesi poco meno se si utilizza molto il forno.

I forni a pirolisi costano moltissimo e alla fine della pulizia si passa una spugna umida per togliere eventuali residui. Sicuramente più igienico, e non si utilizzano detergenti quindi anche ecologico, ed attualmente non assorbono neppure tanta energia. 

Ci sono anche  forni catalitici dotati di pannelli interni rivestiti di uno speciale smalto poroso che non permette il deposito dei grassi evaporati trasformandoli in prodotti gassosi facili da rimuovere. È necessario sostituire i pannelli ogni 2-3 anni. Semplicemente sono due modi di pulizia differenti, ed anche nel costo, i forni a pirolisi costano molto di più per via del materiale e tecnologia.

Se invece non comprate un forno a pirolisi, potete pulirlo facilmente con un composto di acqua e bicarbonato, deve diventare cremoso, il rapporto è di 1 a 2, ovvero 1 cucchiaio di acqua e 2 di bicarbonato. Si fa scaldare il forno per 10 minuti a temperature basse, poi si applica con l’aiuto di una spugnetta il bicarbonato e si lascia agire per 20 minuti e poi si ripulisce con una pezza umida, sciacquando più volte.

Un trucchetto per non sporcare eccessivamente il forno durante la cottura? Applicare sulle teglie un foglio di carta argentata o carta forno e togliere solo alla fine al massimo per rosolare.

Lo sapevate che ci sono vari dimensioni interne dei forni? Ci sono di 45, 55 cm o 57 per un fusto da 60 cm, perché internamente ovviamente sono ridotti per poterli incassare, e si misurano anche a litri tipo 51, 60, 70 litri ecc a seconda dei modelli. Ma non solo per l’incasso, lo sapete che dietro il forno ci sta un vuoto? Viene chiamato vuoto sanitario, serve per far passare tutti i cavi elettrici, stesso vuoto si trova dietro tutte le basi della cucina (ovvero i mobiletti a pavimento), servono anche loro per i cavi ma anche per i tubi dell’acqua e del gas.

Anche la potenza del forno stesso è da valutare, dipende anche dal piano elettrico che si ha con la propria compagnia. Molte volte il forno viene acceso e non si può accendere la lavatrice, mentre se accendi il Bimby ed il forno non salta la corrente. Come mai? Questo dipende appunto dalla potenza del forno un forno di 2000 watt assorbe sicuramente di più di un forno a capacità inferiore. Dipende appunto dal piano energetico che si ha in casa.

Uso forno statico o ventilato: A cosa serve il forno statico e quello ventilato?

Forno statico viene utilizzato per i lievitati ben cotti, ed asciutti anche all’interno.

  • Ciambelloni
  • Dolci in generale
  • Pan di spagna
  • Merighe
  • Pasta sfoglia
  • Pane pizze e focacce

Uso forno statico o ventilato: Mentre il ventilato viene utilizzato per cibi croccanti fuori e teneri dentro come:

  • Arrosti di carne (no pollo, ecc, altrimenti schizza, e va tenuta sotto la leccarda con 200/500 ml di acqua per evitare fumo e schizzi)
  • Dolci dal cuore morbido
  • Crostate e biscotti
  • Lasagne
  • Pasta al forno
  • Pesce (alcuni forni prevedono che il pesce venga cotto a funzione statica, dipende anche dalla marca)
  • Verdure
  • Patate, meglio dentro una pirofila da forno alta, si possono anche cuocere a forno statico, specie per pezzi piccoli.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.