Risotto alla bieta

Risotto alla bieta per la rubrica light and tasty perché oggi parliamo del riso e delle qualità di riso, venite a scoprire le nostre ricette.
Conosci le varietà di riso per risotti?
Il riso Arborio che ha i chicchi lunghi contiene molto amido.
Il riso Carnaioli che è il più diffuso in Italia ha i chicchi grossi e consistenti.
Il riso Roma è molto adatto per risotti, zuppe e riso cotto in forno.
Il Vialone nano simile al Carnaioli ha i chicchi medi semi lunghi e tondeggianti.
Il Parboiled che è adatto anche ad altre tipologie di cotture ma si adatta bene e soprattutto non scuoce.
Poi ci sono tante altre varietà di riso ma sono adatti per contorni o insalate di riso, come il riso basmati o il riso Venere.

Risotto alla bieta
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 griso Roma (Oppure Carnaioli)
  • 400 gbieta
  • 20 gcipolla bianca
  • 800 mlacqua (Potrebbe servirne poco di più)
  • dado da brodo
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale (Se fai il dado fatto in casa e non è molto saporito)

Strumenti

  • 1 Casseruola
  • 1 Padella
  • 1 Mestolo
  • 1 Coltello

Preparazione del risotto alla bieta

Oggi per la rubrica Light and tasty parliamo del riso, io ho scelto questa ricetta delicatissima, la prima volta che l’ho preparato ho utilizzato il riso integrale, ci vuole più tempo ed è più duro rispetto al riso Roma, prova entrambe le versioni e poi fammi sapere.
  1. Risotto con bieta
  2. Lava bene le foglie di bieta e tagliale sottili, anche le coste.

  3. Rosola la cipolla sminuzzata con olio e poca acqua. ( Se non sei a dieta puoi utilizzare burro delattosato o margarina).

  4. Unisci la bieta e cuoci a recipiente coperto per circa 10 minuti. Se vuoi un risotto più verde e cremoso, frulla metà della bieta.

  5. Unisci il riso e fai tostare, sfuma con acqua (se non sei a dieta va bene anche il vino bianco, ne bastano 40 ml).

  6. Unisci il dado, io utilizzo quello fatto in casa, CLICCA QUI PER LA RICETTA DEL DADO HOME MADE.

  7. Cuoci per il tempo indicato sulla confezione, se occorre, regola di sale verso la fine. Io ad esempio preparo un dado volutamente con meno sale.

  8. Puoi aggiungere l’acqua man mano, oppure tutta in una volta. Personalmente preferisco man mano, così mi regolo in base all’assorbimento.

  9. Puoi provare una versione con più fibre utilizzando il riso integrale. Il tempo di cottura aumenta ed anche l’acqua necessaria, può variare da 200 a 400 ml in più.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

12 Risposte a “Risotto alla bieta”

  1. Non ho mai pensato di fare un risotto con quest’ortaggio a foglia..mi hai dato proprio una splendida idea e anche molto originale. Complimenti Eva e felice settimana <3

    1. grazie Daniela! Pure io l’ho provato per la prima volta non male, delicato, poi se le tagli così sottili colorano il riso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.