Zuppa di lenticchie e zucca

La zuppa di lenticchie e zucca è un piatto salutare e sostanzioso, lo puoi servire per una fredda giornata, ottimo comfort food invernale.

Questo piatto mi piace veramente molto, la zucca è così sostanziosa e allo stesso tempo leggera, ottima da servire a pranzo o come piatto unico per un pranzo o una cena leggera.

Qualità di zucca che puoi utilizzare per questa ricetta:

Zucca Delica molto morbida e la buccia si può anche mangiare od utilizzare per altre ricette.

Zucca lunga gigante Napoletana, quella più facile da trovare, almeno dalle mie parti, ha la che è lunga e molto dura da tagliare, basta intagliarla pian piano con un coltello seghettato.

Puoi utilizzare anche altri tipi di zucca, queste due sono quelle che si trovano più facilmente.

Quando ero piccola non amavo la zucca, mio padre me l’ha fatta amare con tante ricettine sfiziose ti lascio degli spunti che sono certa di piaceranno!

Zuppa di lenticchie e zucca
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

80 g lenticchie secche
300 zucca gialla
400 ml acqua
2 cucchiai olio extravergine d’oliva (20 g)
1/2 spicchio aglio
q.b. rosmarino
q.b. paprika piccante
q.b. sale

Strumenti

1 Casseruola
1 Padella
Cucchiai di legno
Coltello

Preparazione della zuppa di lenticchie e zucca:

Zuppa-con-zucca-e-lenticchie

Lava la zucca e togli la buccia, tagliala a cubetti e versala in una casseruola, ricopri d’acqua e porta a cottura.

Regola di sale quando l’acqua si ritira, e poi fai finire di ritirare a recipiente scoperto. Il composto deve essere denso ma non deve disfarsi.

Preparazione-della-zucca-in-padella

Lava le lenticchie, se è indicato sulla confezione, mettile a bagno altrimenti versale subito in una casseruola ed aggiungi 400 ml di acqua.

Metti il coperchio e fai cuocere per circa 30/35 minuti, molto dipende anche dalla qualità delle lenticchie, alcune hanno bisogno di cuocere per più tempo, quindi leggi sempre i tempi indicati sulla confezione.

Aggiungi il sale verso fine cottura.

Una volta cotte le lenticchie, scolale lasciando poca acqua di cottura da parte.

Rosola l’aglio nella padella insieme all’olio, se vuoi una cottura più leggera puoi aggiungere poca acqua di cottura delle lenticchie, ma attenzione agli schizzi dell’olio.

Una volta soffritto l’aglio, aggiungi le lenticchie e poca acqua di cottura ed il rosmarino, cuoci per qualche minuto.

Aggiungi la zucca appena cotta e mescola. Cuoci per qualche altro minuto, deve rimanere poca acqua.

Servi subito in piatti singoli ed unisci 1 cucchiaio di olio a commensale, se vuoi più sapore, aggiungi del della paprika piccante a piacere oppure del peperoncino o olio di peperoncino.

Preparazione-della-lenticchia

Consigli e varianti per la zuppa di zucca e lenticchie:

Se ami una minestra più densa, basta farla riposare un poco dentro la padella.

Puoi servire questa zuppa con la pasta o con il riso bollito.

Se la servi con la pasta, cuocila al dente e poi uniscila al composto quando è ancora liquido, meglio se la servi brodosa, ti sazia di più e soprattutto scalda molto.

Al posto delle lenticchie puoi utilizzare i fagioli rossi oppure i ceci, i tempi di cottura variano in base alla qualità dei legumi che hai scelto.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette. 

Ti aspetto nei social: FacebookTwitter * You tube Pinterest*InstagramTiktok

Questo blog e tutto il materiale in esso contenuto (foto, testi, pdf, ecc.) sono di proprietà di Eva D’Antonio, ovvero “In cucina da Eva”E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.