Crea sito

Halloween e le nonne

Oggi per la rubrica I rimedi della nonna vi voglio parlare di Halloween e le nonne e del rapporto che hanno gli anziani con la festa americana per eccellenza.

Halloween e le nonne

Halloween e le nonne

Quando parliamo di questa festa, per le strade abruzzesi, si sentono le nonne dire: “Li si lu nipotin a me, festegg Aulin” (Lo sai il mio nipotino, festeggia Halloween). Una frase che sa di antico e mette grande ilarità. Le nonne sono abituate alle nostre feste, ovvero il carnevale, o la festa dei morti, molto simile (in parte) a quella messicana. 

Quando ero piccola, si usava apparecchiare la tavola per i morti. Si preparava la sera prima la colazione, tovaglia bianca pulita, i tovaglioli di stoffa, l’argenteria, o le posate “buone” delle feste, le tazzine quelle buone. Mamma metteva quelle del corredo di “Castelli”, decorate a mano, bianche e blu. Ed io sognavo che la nonna, la mattina presto, veniva a far colazione.  Si imbandiva la tavola con dolcetti e biscottini tipici, come i cantucci, i tozzetti, poi preparava il tè ed il caffè.

La mattina speravo di poter vedere nonna Pietrina, ed ogni volta ci rimanevo molto male, perché mi mancava, e non capivo l’usanza. Crescendo mi spiegarono cosa voleva dire. Si usa dire rinfrescare il morto. Ovvero come quando dopo il funerale, o dopo il trigesimo, si fa una sorta di rinfresco, ci si riunisce insieme e si ricorda con affetto la persona cara defunta. Stessa cosa si faceva il 2 novembre.

Insomma i grandi si riunivano al mattino, (alcuni lo facevano durante la notte, prima di andare a dormire), e mangiavano loro i dolcetti ecc, magari lasciandone un poco per i bambini all’indomani. Poi ci raccontavano che erano venuti i defunti a fare colazione con loro. 

Ho sempre sperato di poter rivedere mia nonna, ed ora spero molto di poter rivedere mio padre, nei nostri sogni sono sempre presenti. E credo che se un futuro dovessi avere figli, gli insegnerò questa tradizione. Intanto la racconto a mia sorella, che magari inizia con la nipotina.

Ti è piaciuto il mio ricordo dedicato alle nonne (e nonni)? Del resto Halloween e le nonne sono così distanti da dover mettersi alla prova, no? Ad esempio nelle Marche si usa preparare le ossa dei morti, dei dolcetti sfiziosi a forma di ossetti, oppure le fave dei morti (ad Ascoli Piceno).

Nella tua regione ci sono usanze legate al 2 novembre? Raccontamele!

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.