Crea sito

Dolce Agnellino di Pasqua

Dolce Agnellino di Pasqua un dolce carino per i bambini e che ricorda un simbolo pasquale senza dover mangiare per forza carne, dedicato ai miei amici vegetariani.

Dolce Agnellino di PasquaDolce Agnellino di Pasqua

Direttamente dalla mia vecchia pagina di cucina

Difficoltà: facile

Costo: basso/medio
Tempo: 2 ore circa 

Gruppo ricette: I dolci

Ingredienti:

  • 1 barattolo di pesche sciroppate
  • 1 barattolo di ananas 
  • 500 ml di panna da montare 
  • cocco in scaglie

per il pan di spagna:

  • 300 gr di zucchero (per chi non ama i dolci troppo zuccherati vanno bene anche 200gr)
  • 300 gr di farina
  • 6 uova

per la crema al mascarpone:

  • 500 gr di mascarpone
  • 2 uova
  • 100/150 gr di zucchero

Preparazione: 

  1. Per il pan di spagna:
  2. In una ciotola versare i tuorli d’uovo e sbatterli con lo zucchero, a parte montare a neve sodissima gli albumi, ed unire al composto dei tuorli senza smontare, unire gradualmente la farina, unire una bustina di lievito, imburrare ed infarinare una tortiera a forma di agnellino e versare il composto, livellare bene e cuocere a forno preriscaldato a 180° per 40/45 minuti circa, la cottura dipende molto dal forno, se è a gas ci vuole più tempo se è elettrico si cuoce prima.
  3. Far raffreddare il dolce, nel frattempo preparate una crema al mascarpone.
  4. (non tutti utilizzano il lievito, ci sono due scuole di pensiero, chi lo usa e chi no, personalmente a volte lo utilizzo e a volte no, dipende da cosa devo preparare).
  5. Crema al mascarpone:
  6. In una ciotola sbattere 2 tuorli con lo zucchero, unire il mascarpone e ammalgamare con l’aiuto di una paletta di legno, unire gli albumi montati a neve.
  7. Composizione del dolce:
  8. Una volta che il dolce è completamente raffreddato, tagliarlo in uno strato, bagnarlo tutti gli strati con il succo di ananas e pesche sciroppate mescolati insieme e farcire con la crema al mascarpone, e dei pezzetti di pesca e ananas.
  9. Decorare a piacere il dolce con panna da montare e la frutta rimanente, spolverare con il cocco in scaglie.
  10. Potete anche utilizzare delle fragole fresche, una volta l’ho fatto, ed qualche anno fa ho farcito il dolce pasquale con panna mescolata con fragole frullate e pezzettoni di fragola, ma poiché le fragole mi fanno venire lo sfogo, ho cercato una variante comunque gustosa.
 

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

5 Risposte a “Dolce Agnellino di Pasqua”

    1. grazie! è il dolce che ho preparato l’anno scorso a Pasqua, quest’anno cambierò ma ancora non so cosa farò!

  1. Sarebbe meraviglioso una raccolta di tutte le ricette dell’ Abbruzzo. Mio padre e di Chieti e soltanto ho assagiato delle ricette quando sono stata dalla mia nonna tanti anni fa (1978) .
    Ho fatto il fiadone a Pasqua ma peccato che qui in Argentina non si trova el pecorino.

    1. puoi provare con altri formaggi similiari, magari ci dici la tua, del problema nel trovare i cibi italiani all’estero…non è una cattiva idea…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.