Come si puliscono i carciofi

Oggi per la rubrica “I Rimedi e consigli della nonna“, parleremo di come si puliscono i carciofi per le tue preparazioni di primi piatti, secondi e contorni, ti spiego un metodo facile e veloce per carciofi perfetti.
Prima del 2011 non avevo mai pulito i carciofi, lo faceva sempre mia madre, e sinceramente visto che lo faceva lei, io non me ne curavo. Poi ho vinto un concorso nazionale di cucina, e sono stata ospite presso il Castello di Meleto in Toscana, dove uno dei premi era un corso di cucina con Sonia Peronaci. Mi ha insegnato a pulire perfettamente i carciofi, in realtà lei utilizzava anche un metodo diverso da quello in video, che poi ti racconto. Nel video ho utilizzato il metodo di mia madre, che è più semplice, soprattutto da chi come me ha problemi di artrite o tendinite.
Andiamo a vedere insieme come si pulire carciofi alla perfezione.

DifficoltàMedia
CostoMedio
Tempo di preparazione15 Minuti
Tempo di riposo30 Minuti

Materiali

  • 4 Carciofi
  • 1.5 Litri Acqua(Potrebbe servirne anche di più dipende dalla dimensione del carciofo e della ciotola)
  • LimoneNe basta la metà

Strumenti

  • Coltello
  • Tagliere
  • Ciotola

Tutorial su come si puliscono i carciofi:

  • Prepara una ciotola con acqua e mezzo limone, spremi il succo di limone nell’acqua, aiuterà a non far annerire i carciofi, mentre pulisci gli altri.

  • Per prima cosa togli le foglie esterne troppo dure, altrimenti saranno stoppose.

  • Poi incidi leggermente intorno alla corolla del carciofo e partendo dalla corolla andiamo ad eliminare il rivestimento ruvido e con la peluria del gambo.

  • Togliamo anche la parte finale, ed andiamo a tagliare le punte.

  • Le punte si possono tagliare in due modi, o come nel video, quindi togli nettamente circa 2 cm delle punte, mettendo il carciofo sul tagliere. Questo è il metodo migliore per fare i carciofi ripieni.

  • Oppure puoi intagliare con un coltello intorno al carciofo come se stai sbucciando una mela, ti verrà una sorta di rosa. Questo metodo è utile se devi fare i carciofi pastellati oppure cotti a spicchi.

  • Apri il carciofo partendo dall’interno, ti puoi aiutare con un cucchiaino. Potresti trovare la peluria, in questo modo la vai ad eliminare velocemente, senza rovinare il carciofo. Di solito si trova durante il periodo della fioritura del carciofo.

  • Se all’interno trovi qualche foglia a punta, togli la punta, altrimenti ti punge la lingua.

  • Le parti delle foglie che abbiamo tolto, possono essere utilizzate per fare una zuppa o per un brodo.

  • Metti il carciofo dentro la ciotola con l’acqua e continua a pulire gli altri carciofi.

  • Se fai i carciofi ripieni come da ricette sopra, ti consiglio di togliere la base, se fai i carciofi alla romana, puoi lasciare il gambo lungo come l’altezza della pentola.

  • I gambi cotti insieme al carciofo ripieno, sono tenerissimi, quindi non buttarli!

  • A breve la video ricetta del carciofo ripieno con macinato!! Quindi continua a seguirmi!

  • Una volta passati i 30 minuti, scola bene i carciofi, soprattutto se devi friggerli e poi utilizzali per le tue preparazioni.

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.