Cappellacci zucca e mandorle

Cappellacci zucca e mandorle ricetta di pasta ripiena, il connubio zucca e patate insaporito a dovere crea un contrasto unico con le mandorle. Da provare assolutamente, da servire per il pranzo o cena a San Valentino.

Cappellacci zucca e mandorle Cappellacci zucca e mandorle

Cappellacci zucca e mandorle

Difficoltà: media

Tempo: circa circa 1 ora

Gruppo ricette: I primi – Vegetariano

Ingredienti per 2 persone (circa 6 cappellacci a testa)

Per la pasta:

  • 100 gr di farina
  • 1 uovo medio
  • 5 pastiglie al carbone attivo o nero di seppia

Per la salsa: 

  • 130 gr di zucchina
  • un filo di olio extravergine di oliva

Per il ripieno:

  • 100 gr di patate
  • 100 gr di zucca
  • 20 gr di parmigiano
  • 30 gr di pangrattato
  • 30 gr di mandorle tritate + per la decorazione
  • Peperoncino di cayenna
  • Sale e pepe qb

Preparazione dei cappellacci zucca e mandorle:

  1. Riduci in polvere le pastiglie di carbone attivo.
  2. Unisci poca acqua per sciogliere il carbone attivo.
  3. Versa la farina sulla spianatoia e forma una fontana. All’interno unisci il carbone attivo (o 1 cucchiaio di nero di seppia), e l’uovo.
  4. Impasta fino ad ottenere un composto compatto ed elastico.
  5. Rivesti con la pellicola per alimenti e lascia riposare.
  6. Nel frattempo prepara il ripieno:
  7. Taglia la zucca e le patate a tocchetti e mettile in una pentola con poca acqua.
  8. Cuoci fino a che diventano tenere.
  9. Versa la zucca e le patate in una ciotola ed unisci, il pangrattato, il parmigiano le mandorle tritate, amalgama con una paletta di legno.
  10. Unisci sale il pepe ed il peperoncino di cayenna e mescola delicatamente.
  11. Lascia raffreddare.
  12. Nel frattempo prepara la salsa di zucchina, e metti a bollire l’acqua per la pasta.
  13. Lava e taglia la zucchina a tocchetti.
  14. Versala in una padella calda con un filo di olio extravergine di oliva.
  15. Fai rosolare. Sfuma con acqua calda, copri e cuoci per 10 minuti circa, fino a che diventano teneri i pezzetti di zucchina.
  16. Frulla il tutto al mixer, lasciando qualche pezzo grande di zucchina.
  17. Stendi la pasta sottile e forma quadrati 10 x 10 cm.
  18. Sulla punta (vedi la foto) metti un cucchiaino abbondante di ripieno.
  19. Bagna i bordi per far aderire bene, così i cappellacci non si aprono in cottura.
  20. Chiudi a triangolo, prendi i lati e chiudi come in foto.
  21. Capovolgi la parte superiore (vedi la foto).
  22. Metti a bollire l’acqua, quando bolle unisci il sale (1 cucchiaino di sale fino ogni litro di acqua, oppure poco meno se sale grosso).
  23. Unisci 1 cucchiaio raso di olio di oliva, così i cappellacci non si attaccano.
  24. Cuoci i cappellacci, per circa 4/5 minuti o almeno fino a quando non vengono a galla. (Per vedere se sono cotti, ne provi uno).
  25. Con la salsa di zucchine crea una base per il piatto.
  26. Asaggia sopra i cappellacci e spolvera di mandorle tritate e servi subito.
  27. Questa è un’idea di presentazione, potete versare il tutto nella salsa di zucchina mantecare leggermente e servire subito con granella di mandorle.

Le foto dei passaggi per realizzare la chiusura dei cappellacci zucca e mandorle:

Cappellacci zucca e mandorle Cappellacci zucca e mandorle

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Precedente 5 Rimedi per togliere il sangue dai tessuti Successivo Cosciotto di tacchino e patate

Lascia un commento