Crea sito

Riutilizzo degli scarti – primo esperimento

Quello del riutilizzo degli scarti alimentari è un tema molto forte negli ultimi tempi.

Giustamente, aggiungerei.

Chi ha avuto la possibilità e la fortuna di poter visitare il padiglione zero dell’Expo che si è tenuta a milano nel 2015, ha visitato una bellissima mostra sulla storia dell’uomo dal punto di vista dell’agricoltura e dell’alimentazione.

Nell’ultima sala della mostra era rappresentata la quantità di cibo sprecata nel mondo.

Per chi non l’ha visto, era davvero impressionante.

Anche molti grandi chef si stanno interrogando sull’etica dello spreco del cibo e, se guardiamo i programmi televisivi di cucina, almeno in alcuni viene fatto passare il messaggio di non buttare via il cibo.

In alcuni vengono preparate le doggy bag per portare via gli avanzi delle ricette preparate e assaggiate solo in parte.

In altri vengono preparati dei veri e propri piatti utilizzando solo gli scarti.

Questo grazie anche alla legge anti spreco varata nel 2016 che semplifica finalmente le procedure di donazione delle eccedenze alimentari, promuove le doggy bag, e offre sgarvi fiscali per i più virtuosi.

Io nel mio piccolissimo ho iniziato il recupero degli scarti da poco, ma è una tematica che desidero approfondire.

Ho sicuramente iniziato dalla cosa più facile: il riutilizzo delle bucce di patata.

Già altre volte avevo eliminato il problema dello scarto delle bucce di patata cuocendole senza sbucciarle.

E sono molto buone.

Però quando bisogna utilizzarle pelate per usarle come ingrediente per qualche ricetta, ecco che si presenta il problema.

Allora vediamo come ovviare in maniera davvero molto molto facile utilizzando il forno.

Sono venute buone!

 

Riutilizzo degli scarti - primo esperimento
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Patate 4
  • Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Sbucciamo le patate (che utilizzeremo poi per altre ricette) facendo attenzione di creare delle striscioline intere.

    Mettiamo le bucce in un ciotola, cospargiamo con l’olio e saliamo a piacere.

    Accendiamo il forno a 200°C e lo facciamo scaldare.

    Disponiamo lo strato di bucce su una teglia da forno foderata di carta forno senza sovrapporle.

    Facciamo cuocere finché diventano croccanti, ci vorrà circa un quarto d’ora.

    Serviamo come contorno croccante o anche come uno snack gustoso.

    E questo è il risultato.

    Ciao ciao!

Note

Ovviamente accetto anche suggeriementi per il prossimo riutilizzo
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.