Torta alla namelaka

Pensata per gli amanti del cioccolato, la torta alla namelaka è davvero quanto di più goloso possiate immaginare. Un sofficissimo Pan di Spagna al cacao farcito con namelaka al cioccolato bianco ( vegan ) e coperto da una ganache al cioccolato fondente e cioccolato bianco ( vegan ). Se vi state chiedendo come si comporta il cioccolato bianco vegan, vi dirò che è esattamente uguale a quello con latte, ma per noi intolleranti è una manna dal cielo, perché non contiene derivati del latte. La torta alla namelaka può essere preparata in due versioni, con prodotti ad alta digeribilità, con  lattosio inferiore allo 0,01% o interamente con prodotti vegetali. In entrambi i casi sarà golosissima. Difficile resistere ad una torta così. Naturalmente, anche se pensata per intolleranti al lattosio, potete preparare la torta alla namelaka con cioccolato bianco normale e prodotti di latte vaccino, qualora non abbiate nessun problema di intolleranza, usando le stesse dosi. Vediamo come procedere:

Torta alla namelaka

Ingredienti:

-Per il Pan di Spagna vedi la ricetta che trovi QUI

-Namelaka al cioccolato bianco:

  • 200 gr latte di soia o latte ad alta digeribilità con lattosio inferiore allo 0,01% di lattosio
  • 400 gr panna vegetale o panna ad alta digeribilità con lattosio inferiore allo 0,01% di lattosio
  • 8 gr agar agar
  • 20 gr acqua
  • Vaniglia

– Bagna al rum:

  • 50 ml di rum
  • 200 ml di acqua
  • 2 cucchiai di zucchero

– Ganache al cioccolato fondente:

  • 200 g cioccolato fondente
  • 100 g panna vegetale o panna ad alta digeribilità con lattosio inferiore allo 0,01%

Procedimento:

  1. Fondere il cioccolato bianco ( vegan ) a bagnomaria o in microonde. Io preferisco sempre il microonde, è pratico, veloce e perfetto, l’unica cosa importante è scegliere la temperatura più bassa e azionare pochi secondi per volta, in modo da sciogliere senza bruciare.
  2. Aggiungere l’agar agar al latte di soia ( o latte ad alta digeribilità ) e portare ad ebollizione, far cuocere un paio di minuti in modo da azionare l’agar agar, poi spegnere e aggiungere il cioccolato bianco vegan fuso. mescolare energicamente con la frusta, in modo da amalgamare perfettamente.
  3. Versare la panna vegetale ( o panna ad alta digeribilità ) nella cioccolata e mescolare di nuovo perfettamente, quindi coprire con pellicola per alimenti e mettere in frigo a riposare per 12 ore.
  4. Preparare il Pan di Spagna secondo la ricetta che trovate QUI e lasciatelo raffreddare. Potete prepararlo il giorno prima, insieme alla namelaka al cioccolato bianco vegan e conservarlo avvolto con pellicola in luogo fresco.
  5. Trascorso il tempo di riposo la namelaka al cioccolato bianco vegan si presenterà come una crema compatta, ma morbida. Montatela con le fruste elettriche fino ad avere una consistenza morbida e spumosa.
  6. Preparare la bagna: mettere sul fuoco l’acqua e lo zucchero e quando è ben caldo ( non importa bollire ) aggiungere il rum. Lasciar raffreddare.
  7. Tagliare il dolce in due parti. Porre la parte inferiore su un vassoio e bagnare con la bagna al rum, quindi coprire con la namelaka al cioccolato bianco vegan e livellare.
  8. Bagnare anche la parte inferiore del dolce ( solo nella parte che andrà a contatto con la crema ) e coprite la namelaka.
  9. Preparate la ganache per la copertura: Sciogliete il cioccolato fondente in microonde o a bagnomaria; scaldate la panna e unite il cioccolato fuso, mescolando velocemente con la frusta per amalgamare bene. Usatela subito, altrimenti si solidificherà.
  10. Versate la ganache sul dolce farcito e lasciate colare di lato, in modo che crei una sorta di gocciolatura laterale. A me piaceva che rimanesse il cioccolato fuso sopra il vassoio, proprio per evidenziare l’effetto ” sporco ” della gocciolatura, ma se non vi piace l’effetto, potete ricoprire il dolce su una grata e poi trasferirlo sul vassoio da portata
  11. Adesso potete decorare secondo la vostra fantasia: Fragole tuffate nel cioccolato fondente fuso, colature di cioccolato bianco vegan, bastoncini, biscotti, cioccolatini, ecc. Importante è che siano tutti senza lattosio.

Possono interessarti anche:

Precedente Pasta frolla per crostate perfette Successivo Formaggi vegetali: provati per voi

4 thoughts on “Torta alla namelaka

Lascia un commento