Seppie in zimino

Le seppie in zimino, o inzimino, è una ricetta antica, presente nel ricettario di mia nonna, ma ancora attualissima. C’è questa tendenza a credere che la cucina deve evolversi e anche a me piace sperimentare, ma ci sono dei piatti che evocano ricordi e sono capaci di riportarti al tepore della casa, intesa come luogo sicuro in cui rifugiarci nei momenti bui e gioire nei momenti felici. Le seppie in zimino sono tutto questo e ve le racconto con le parole di mia nonna, in un ricettario dei primi anni del secolo scorso:

Seppie in inzimino

Ingredienti per 2-3 persone:

  • 1 seppia grande ( circa 1 kg )
  • 1 kg bietola cotta
  • 1 cipolla
  • 250 g polpa di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva
  • aceto
  • sale
  • peperoncino

Procedimento:

  1. Pulire la seppia e tagliarla a strisce di circa 1 cm di larghezza
  2. Cuocere la seppia in abbondante acqua, a cui avete aggiunto mezzo bicchiere d’aceto, per circa 15 minuti.
  3. Pulire una cipolla e tagliarla a cubetti. Fate soffriggere la cipolla in due cucchiai di olio extravergine d’oliva, quindi aggiungete la seppia scolata e la polpa di pomodoro, con un pizzico di peperoncino. Salate, mescolate e lasciate insaporire coperto e a fiamma bassa, per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.
  4. Aggiungere la bietola cotta e sminuzzata, aggiungete ancora un pizzico minuscolo di sale e lasciate cuocere  circa 10 minuti prima di servire.

Possono interessarti anche:

Precedente Una torta senza lattosio allegra come un luna park Successivo Le dieci migliori ricette con la zucca

Lascia un commento