Pane senza impasto, ricetta veloce

Negli anni scorsi, il pane senza impasto o no-Knead bread, era stato un trend, una moda, aveva spopolato in forum e blog ed anch’io non mi ero sottratta alla prova, soprattutto per la sua praticità, ma avevo presto scoperto che era anche molto buono. Da allora lo faccio spesso, alternandolo ad altri tipi di impasti.Ecco qui la ricetta in tutta la sua semplicità:

Ingredienti:

450 gr farina 0 o farina di forza
320 gr acqua
1/2 cucchiaino di lievito di birra secco
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero

Io ho scoperto che la farina biologica coop o Lidl è forte e molto adatta alla panificazione, quindi uso sempre questa e viene fuori un pane che è una meraviglia. Per il lievito di birra disidratato uso Lidl o Mastrofornaio Paneangeli.
Si inizia la preparazione la sera, perchè richiede tutta la notte di lievitazione. Si versa la farina in una ciotola capiente, si mischia con il sale, quindi si uniscono il lievito ed il cucchiaino di zucchero, l’acqua a temperatura ambiente e si dà una veloce mescolata, per amalgamare gli ingredienti, quindi si copre e si lascia riposare per tutta la notte. Al mattino si rovescia l’impasto, che sarà molle, ma elastico, in un asciughino infarinato, si piega in due per la lunghezza, quindi ancora in due nel senso della larghezza, a formare un rettangolo. Questa operazione si chiama folder. Si chiude il tovagliolo attorno all’impasto ripiegato e lo si lascia riposare ancora una mezz’ora, il tempo di riscaldare il forno a 250° .
Riscaldare nel forno il contenitore, possibilmente di coccio ( io uso un cuocipollo adibito solo al pane ) in cui volete cuocere il pane. Il contenitore è fondamentale, perchè l’impasto è molto morbido e perderebbe la forma. Se avete una pentola che va in forno potete usare quella, importante è che abbia il coperchio.
Quando il forno è ben caldo rovesciate l’impasto dentro il contenitore, coprite ed infornate per 30 minuti coperto, togliete il coperchio e lasciate cuocere 10 minuti abbassando a 200°.

Possono interessarti anche:

Precedente Vitello alla carnesecca, ricetta tradizionale Successivo Gnocchi al pesto di spinaci e noci, ricetta vegetariana

Lascia un commento