Kit Kat, tacos e donuts: come cambia il sushi

GLI IBRIDI DI SUSHI CONTINUANO AD AUMENTARE: DAL KIT KAT SI ARRIVA AI TACOS, FINO AI DONUTS.

Scordatevi il piatto più famoso della tradizione giapponese. Quel piccolo roll di alghe nori, riso e pesce crudo che risponde al nome di sushi è soltanto l’inizio di quel che sta succedendo nel 2017, visto che sta diventando solo un prefisso per tutta una serie di piatti ibridi che gli chef in tutto il mondo stanno sperimentando e postando sui più disparati social network. Solo poche settimane fa è stata la volta del sushi Kit Kat, inizialmente spacciato come pesce d’aprile, ma reale e audace idea per rilanciare il famoso blocchetto di cioccolato con le dita in una forma insolita, quella del nigiri sushi. Per i più impressionabili, tirate pure un sospiro di sollievo, perché il piccolo boccone è realizzato in realtà con ingredienti dolci: il cioccolato al lampone sostituisce il tonno, il melone e il mascarpone prendono il posto del riccio di mare, mentre il budino di zucca sostituisce graficamente l’uovo. Il tutto, su un letto di riso, questa volta soffiato, che a differenza dell’originale scrocchia sotto i denti.

Il prodotto è stato disponibile soltanto per due giorni, dal 2 al 4 febbraio scorso, e in un unico punto, il negozio Ginza Kit Kat di Tokyo, in edizione limitata, al prezzo di 3000 yen, circa 24 euro.

Quindi, è stata la volta del sushi taco. In una città ricca e cosmopolita come Los Angeles, il Norigami Tacos’ sushi è nato, come…Continua a leggere>>

Leggi anche:

397 Visite totali, 3 visite odierne

Precedente Festa della Mamma Successivo Crema di arancia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.