Cotognata leccese (marmellata di mele cotogne) la ricetta

Avete mai assaggiato la marmellata di cotogne?
Si tratta di una preparazione tipicamente leccese che viene chiamata anche cotognata.
Non è una semplice marmellata di mele.
E’ una preparazione dalla consistenza dura tant’è che si taglia a pezzi,dal sapore goloso ma non troppo dolce.
Si prepara con le tipiche mele cotogne, una varietà di mele che cresce quasi spontaneamente nelle regioni più calde del Mediterraneo.
La polpa è così particolare che, se non viene cucinata, non potrebbe essere mangiata.

Leggi anche: Che delizia!

 

Questa marmellata si prepara nei mesi autunnali quando la produzione del frutto è massima e,
correttamente conservata. si preserva tutto l’anno…
Vediamo insieme come prepararla.

Ingredienti:

– 2 kg di mele cotogne

– un limone

– 700 gr di zucchero per ogni chilo di mele cotte
Procedimento:

Riempite una pentola di acqua e versate al suo interno le mele cotogne e il limone tagliato a metà.
Fatele bollire per circa un’ora e vi accorgerete della loro esatta cottura quando si faranno infilzare senza fatica da una forchetta.
A questo punto scolatele (conservate l’acqua di cottura) e fatele raffreddare spaccandole a metà, dopodiché pelatele e privatele di ogni ammaccatura e del torsolo.
Tagliatele a pezzetti e passatele in un passaverdura, mettendo poi il composto ottenuto in una casseruola ed aggiungendo un mestolo di acqua di cottura precedentemente conservato.
Pesate la purea ottenuta e per ogni chilo aggiungete 700 gr di zucchero.
Mescolando fate cuocere il tutto a fiamma bassa e quando il composto resterà attaccato al cucchiaio di legno, vuol dire che la vostra marmellata di cotogne è cotta al punto giusto.
A questo punto procuratevi delle formelle di alluminio e imburratele, versate al loro interno la cotognata e livellate la superficie coprendo il tutto con della carta forno.
Fate riposare per una settimana e togliete la marmellata di cotogne dagli stampini per godervi il magnifico risultato, non solo ottimo ma anche bello da vedere!
Oltre a gustare la marmellata di cotogne in questo modo, potete anche usarla per farcire le vostre crostate o dei panzerotti di pasta frolla.
Un dessert sfizioso e tipicamente salentino che di certo non vi deluderà!

Leggi anche:

2,613 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Lasagne al pistacchio Successivo Gelato alla marmellata di pomodoro e mozzarella di bufala

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.