dolce

Naked cake con base al cacao crema di mascarpone e fragole

| Dolci, Senza categoria

Buongiorno oggi vi voglio presentare un dolce un Po elaborato e data la sua altezza anche molto scenografico ma per niente difficile da fare se dividete il lavoro in 2 giorni.

È una naked cake, cioè una torta nuda senza copertura in pasta di zucchero o glassa che sono abbastanza difficili da lavorare per un risultato soddisfacente.

Io le trovo davvero splendide, queste torte altissime delle quali si vede l’interno.

Certo quei capolavori in pasta di zucchero sono molto scenografici ma ci vuole appunto molta tecnica quindi per chi come me non è molto bravo provate a fare questa torta, organizzatevi preparando le basi il giorno prima così poi bisognerà solo assemblare la torta e il gioco è fatto.

Io come base ho scelto una Victoria sponge cake (che avevo già usato Quì ) perché è una base molto compatta che non rischia di sbriciolarsi e regge bene il peso dei 4 strati. Al contempo all’interno rimane umida quindi non necessita di bagna.

Ma adesso basta chiacchiere e mettiamoci al lavoro!

Ingredienti per una naked cake di 4 piani con basi di 18 cm:

Per la base:

240 g di farina

20 g di cacao amaro

260 g di zucchero

260 g di burro

4 uova

10 g di lievito

Per la crema:

400 g di mascarpone

2 uova

5 cucchiai abbondanti di zucchero

Per decorare:

500 g di fragole

Cominciare preparando le basi. Nella ciotola della planetaria montare il burro morbido con lo zucchero, quando il composto sarà gonfio aggiungere le uova una alla volta aspettando che siano incorporate prima di aggiungere le successive.

Quando tutte le uova saranno incorporate aggiungere la farina setacciata con il lievito e il cacao far lavorare fino ad avere un composto omogeneo.

Se dovesse essere troppo duro aggiungere mezzo bicchiere di latte.

Dividere ora l’impasto in 2 teglie imburrate e infarinate e cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti. Fate la prova stuzzicadenti.

Fate raffreddare completamente le basi prima di procedere.

Quando le basi saranno fredde preparare la crema di mascarpone.

In una ciotola montare i bianchi d’uovo a neve ferma.

In un’altra ciotola sbattere il mascarpone con lo zucchero e i rossi d’uovo,  quando avrete ottenuto una crema liscia incorporare gli albumi. Tenere in frigo.

Lavare e tagliare le fragole a dadini molto piccoli.

Tagliare le calotte alle torte per pareggiarle poi tagliarle a metà.

Con una sac a poche ricoprire una base con la crema al mascarpone poi guarnire con le fragole tagliate a pezzi. Procedere così per tutte e 4 le basi.

Tenete le fragole più belle per l’ultimo strato di naked cake perché sono quelle che si vedranno, potete anche decorare o con alcune fragole intere.

Conservare la torta in frigo fino al momento di servirla.

0 commenti

Torta tenerina

| Dolci

We love cioccolato!

Buongiorno a tutti dopo un Po di latitanza eccomi tornata con una ricetta perfetta per il dopo pasqua!

Si perché con questa ricetta possiamo riciclare le uova di pasqua, anche voi avete la casa piena?

Io si è inoltre sono in un momento in cui non ho moltissima voglia di stare ai fornelli, ma la torta tenerina e perfetta, si prepara in poco tempo ed il risultato è davvero da leccarsi i baffi!

Vi serviranno solo 5 ingredienti e in 15 minuti la torta sarà in forno.

La ricetta originale prevede il cioccolato fondente ma verrà buonissima anche con quello al latte.

Cominciamo!

Per una torta di 24 cm:

200 g di cioccolato

100 g di burro

100 g di zucchero

4 uova

50 g di farina

In un pentolino a bagnomaria sciogliere il cioccolato (precedentemente spezzettato) con il burro. Lasciare intiepidire.

Nel frattempo con uno sbattitore montare gli albumi a neve e tenere da parte.

In un altra ciotola sbattere bene i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi, aggiungere anche la farina e infine il cioccolato sciolto col burro. Mescolare bene.

Aggiungere ora gli albumi montati a neve in 3 volte incorporandoli con una spatola con un movimento dal basso verso l’alto stando attenti a non smontare il composto.

Ricoprire la teglia di carta forno bagnata e strizzata e infornare in forno caldo per 18/20 minuti a 180 gradi.

Fate comunque la prova stuzzicadenti.

Questa torta tenerina è una squisitezza rimane croccante fuori e fondente all’interno.  Provatela!

Buon dolcetto a tutti!

0 commenti

Ciambella alla panna marmorizzata

| Dolci

La torta della nonna per eccellenza

Buongiorno a tutti! Oggi prepariamo un dolce ottimo per la merenda e la colazione la ciambella alla panna marmorizzata.

È il classico ciambellone rustico che si prepara in un attimo ma arricchito dalla panna diventa ancora più umido e soffice.

Basta una ciotola uno sbattitore e in 15 minuti è in forno.

Ingredienti per uno stampo a ciambella da 26 cm:

250 ml di panna fresca

200 g di farina

200 g di zucchero

2 uova

1/2 bustina di lievito

2 cucchiai di cacao amaro

Nella ciotola della planetaria, o con uno sbattitore montare le uova lo zucchero e la panna per 10 minuti.

Setacciare la farina con il lievito e poi incorporateli con una spatola.

Mettere metà impasto nello stampo imburrato e infarinato.

Nella restante metà impasto aggiungere il cacao setacciato e mescolare.  Poi aggiungere a cucchiaiate nello stampo.

Infornare in forno già caldo a 180 gradi per 25/30 minuti. Fate la prova stecchino.

Sfornate e se resistete lasciate raffreddare!

Gustatela così com’è o inzuppato nel latte.

Buona colazione e merenda a tutti!

0 commenti

Torta di carote e noci profumata al limone

| Dolci, Senza categoria

Con farina d’avena

Io adoro la torta di carote ma mi sono resa conto di non aver mai messo la ricetta su questo blog è così ho detto devo rimediare e giuro che prima o poi vi darò la mia ricetta fidata. Oggi però in occasione del contest mistery basket (al quale partecipo anche con questi Muffin ) ho deciso di farla un Po diversa, usando la farina d’avena al posto di quella normale e arricchendola con noci e scorza di limone.

In più in “onore” del fatto che a metà impasto mi sono accorta di aver finito il lievito e anche senza lievito aggiunto!

Be grazie al bicarbonato miscelato con succo di limone è lievitata comunque è vi dirò che non ha niente da invidiare alle torte  con lievito, quando si dice fare di necessità virtù.

Ma basta chiacchiere e passiamo alla ricetta!

Ingredienti per una teglia di 26 cm di diametro:

200 g di farina di mandorle

200 g di zucchero

100 g di burro

2 uova

5 carote medie

1/2 bicchiere di latte

T0 g di noci spezzettate

La scorza di un limone grattugiata

2 cucchiaini rasi di bicarbonato

Succo di mezzo limone

In una ciotola sbattere bene le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fuso e le carote frullate con il latte.

Aggiungere ora la farina setacciata e mescolare bene.

In un bicchiere mescolare il bicarbonato e il succo del limone, quando fa la schiuma versarlo nell’impasto e mescolare.

Aggiungere in ultimo le noci spezzettate.

Versare in una teglia ricoperta di carta forno e infornare in forno già caldo a 170 gradi per 30 minuti.

Sfornare far raffreddare e gustare la vostra torta di carote.

Con questa ricetta partecipo al contest “Mistery basket” ideato da La mia famiglia ai fornelli e ospitato per questo mese da I biscotti della zia.

2 Commenti

Crostata tiramisù

| Dolci, Impasti di base

Auguri papà!

Buongiorno la festa del papà e passata e io arrivo un Po in ritardo col dolce che ho preparato al mio papà ma prima di scrivervi questa ricetta dovevo avere l’ approvazione dei famigliari che sono i miei giudici!

Bene loro l’ hanno promossa a pieni voti e quindi ecco a voi la ricetta della mia crostata tiramisù!

Un guscio di frolla al caffè chector racchiude la classica crema al mascarpone.

La ricetta della crema ve l’ho già data altre volte (Quì e Quì) è la classica ricetta di famiglia, la crema che ha sempre preparato mia mamma e che adesso posso preparare a occhi chiusi.  Ma si sa ricetta che vince non si cambia.

Se volete un modo nuovo di assaporare il tiramisù provate questa ricetta e poi fatemi sapere se vi è piaciuta!

Ingredienti per una crostata di 26 cm:

Per la frolla al caffè:

400 g di farina

200 g di burro

120 g di zucchero

1 tuorlo d’uovo

1 tazzine di caffè freddo

Per la crema al mascarpone:

250 g di mascarpone

2 uova

2 cucchiai colmi di zucchero

Per decorare:

Gocce di cioccolato q.b.

Cominciamo preparando la frolla.

Nella ciotola della planetaria con gancio a k mettere il burro morbido a pezzetti e lo zucchero, lavorare 30 secondi poi aggiungere il tuorlo d’uovo e il caffè,  lavorare altri 30 secondi.

Aggiungere infine la farina e lavorare 1 minuto. Compattare l’impasto con le mani fino a formare una palla. Impellicolare e mettere in frigo almeno mezz’ora.

Stendere ora l’impasto alto circa 1 cm, metterlo nella teglia, bucherellare con una forchetta e cuocere in forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti.

Sfornare e far raffreddare completamente.

Nel frattempo preparare la crema. In una ciotola sbattere bene il mascarpone con lo zucchero e i tuorli d’uovo.

A parte montare gli albumi a neve ferma e poi incorporare al mascarpone con una spatola.

Quando la base della crostata èfredda inumidirla appena spennellandola con del caffè freddo zuccherato. Ricoprire ora con la crema e decorare con le gocce di cioccolato.

Ps.: con le dosi sopra indicate la pasta frolla sarà di più di quella che serve per una teglia da 26 cm, con quella che avanza potrete preparare dei biscotti per decorare la torta o conservarla in frigo per 2 giorni o in freezer anche un mese.

Buon appetito a tutti!

 

 

0 commenti

Torta mimosa alle pesche sciroppate

| Dolci, Senza categoria

W le donne!

Buongiorno a tutti! La festa delle donne è ormai passata ma io ho aspettato a fare la torta mimosa perché l’ho preparata per un raduno tra cugini e il compleanno di una di questi.

La torta mimosa non è un dolce difficile da preparare ma è molto scenografica.

In origine era con l’ananas ma io ho deciso di farla con le pesche sciroppate.

Se dividete il lavoro in 2 giorni come ho fatto io è tutto più semplice.

Ora andiamo ai fornelli!

Ingredienti per una torta da 24 cm:

Per i pan di spagna:

300 g di farina

300 g di zucchero

8 uova

Per la crema pasticcera:

500 ml di latte

150 g di zucchero

4 tuorli

50 g di farina (o fecola)

Per guarnire:

250 ml di panna

Pesche sciroppate q.b.

Per la bagna:

100 ml di acqua

100 g di zucchero

Cominciamo preparando i pan di Spagna.

In planetaria montare le uova con lo zucchero per 15 minuti. Aggiungere adesso la farina setacciata e incorporare a molto delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto.

Imburrare 2 teglie da 24 cm e versarvi dentro metà impasto in ognuna.

Infornare a 160 g per 25 minuti. Fate sempre la prova stuzzicadenti prima di sformarli.

Sformare su una gratella e lasciare raffreddare.

Nel frattempo preparare la crema. In un pentolino dai bordi alti scaldare il latte fino a bollore.

In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, aggiungere ora la farina.

Quando il latte bolle versare l’impasto di uova zucchero e farina e non girare. Lasciare bollire un paio di minuti e sbattere con una frusta fino ad addensare il tutto. Spegnere mettere in una ciotola e coprire con pellicola a contatto fino quando sarà fredda.

Preparare ora anche la bagna facendo bollire l’acqua con lo zucchero fino a quando questo sarà sciolto.

Adesso è il momento di assemblare la torta.

Montare la panna a neve ferma e aggiungerla alla crema pasticcera.

Scegliere il pan di Spagna venuto meglio che sarà la base della torta. Togliere la crosticina e tagliarla a metà.  Bagnare bene con un pennello poi aiutandovi con una sac a poche coprire con la crema, aggiungere le pesche tagliate a dadini.

Coprire con l’altra metà di pan di Spagna e ripetere l’operazione bagna crema e pesche.

La crema andrà spalmata anche su tutti i bordi della torta.

Togliere ora la crosticina anche all’altro pan di Spagna e tagliare a cubetti niente di un centimetro.

Attaccare i cubetti su tutta la torta. Spolverare con lo zucchero a velo e conservare la torta mimosa in frigo coperta fino al momento di servire.

Buon appetito a tutti!

Ps: se volete preparare una bagna alcolica basterà farla raffreddare e aggiungere il vostro liquore preferito in metà dose rispetto all’acqua

0 commenti

Chiffon cake al limone glassata

| Dolci

Una soffice nuvola profumata

Buongiorno a tutti! Oggi vi propongo un’altra variante della chiffon cake, dopo quella alle Carote e altre varianti che potete trovare cercando chiffon sul blog oggi ho preparato quella al limone.

Io adoro questo dolce e il bello è che oltre a essere super super soffice si può aromatizzare come si preferisce creando ne ogni volta una nuova.

In più e gigante ed è stata l’ideale per un mega pranzo con tante persone!

Pinsomma ogni scusa è buona per prepararla!

Prepariamo 2 ciotole e iniziamo!

Ingredienti per una torta di 25 cm di diametro:

6 uova

270 g di farina

280 g di zucchero

120 ml di olio di semi

150 ml di acqua

50 ml di succo di limone

1 bustina di lievito

1 pizzico di sale

1 bustina di cremor tartaro

Per la glassa:

200 g di zucchero a velo

Succo di limone q.b.

Colorante alimentare a piacere

In una ciotola mettere la farina setacciata con il lievito, aggiungere il sale,lo zucchero e la buccia grattuggiato di 1 limone e mescolare.

Al centro mettere i tuorli d’uovo, l’acqua, l’olio e il succo del limone.

Sbattere con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.

A parte montare gli albumi a neve con il cremor tartaro.

Incorporare adesso gli albumi al precedente impasto con una spatola stando attenti a non smontare il composto.

Versare l’impasto nell’apposito stampo per chiffon cake senza imburrarlo e infornare in forno già caldo a 160 gradi per 1 ora.

Prima di estrarlo fate la prova stuzzicadenti.

Sfornare capovolgere sui piedini e lasciar raffreddare per 4 ore.

Quando la torta sarà fredda staccata dallo stampo aiutandovi con un coltello.

Mettere su un piatto da portata.

Preparare adesso la glassa. In una ciotola mettete 20p g di zucchero a velo e aggiungere succo di limone quanto basta per ottenere una crema fluida.

Volendo si può aggiungere qualche goccia di colorante per farla diventare bella gialla.

Colare la glassa sopra la torta e guarnire con qualche fetta di limone.

Buon appetito a tutti!

 

0 commenti

Torta rock!

| Dolci, Senza categoria

3 strati di pura bontà!

 

Torta rockBuonasera a tutti! Oggi vi propongo una torta rock…perché torta rock? Perché è dedicata alla mia best friend  Sugar queen !

La pubblico in ritardo rispetto al mio solito proprio per evitare che la veda prima del tempo. Anche se in realtà non è proprio una sorpresa in quanto tempo fa mi arriva un immagine di una torta che lei voleva assolutamente per il suo compleanno….ma trovare la ricetta era impossibile così l’ho inventata cercando di farla assomigliare il più possibile a quella foto!

Ho deciso quindi per una base Victoria sponge cake che regge bene i vari strati, una farcitura di mascarpone e una glassa al cioccolato fondente che lei adora.

Insomma una bella torta ipercalorica ma ai compleanni si può sgarrare!

Basta chiacchiere e iniziamo che la preparazione è un Po lunga!

Ingredienti per una torta 2 strati di 18 cm di diametro:

Per la base:

130 g di farina

130 g di zucchero

130 g di burro

2 uova

5 g lievito

5 gocce di vaniglia

Per la farcitura:

250 g di mascarpone

100 ml di panna

2 cucchiai di cacao

2 cucchiai di zucchero

Per la glassa:

120 ml di panna

120 g di cioccolato fondente

Nella ciotola della planetaria montare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.

Aggiungere adesso le uova aspettando che la prima sia stata incorporata prima di mettere anche la seconda.

In ultimo aggiungere la farina setacciata col lievito e le gocce di vaniglia. Se il composto dovesse essere troppo duro aggiungere un goccio di latte.

Ungere uno stampo (preferibilmente a cerniera) con abbondante burro e spolverizzare con la farina. Versarvi ora il composto e livellarlo bene.

Cuocere in forno statico già caldo a 180 gradi per 40 minuti. Controllate comunque la cottura con uno stuzzicadenti.

Sfornare e lasciare raffreddare.

Nel frattempo preparare la farcia mettendo insieme tutti gli ingredienti tranne la panna e amalgamandoli con uno sbattitore. Montare la panna a neve ferma e aggiungerla al resto continuando a montare con le fruste.

Quando la torta sarà fredda togliere la calotta superiore, dividerla a metà e riempire con metà della farcitura. Richiudere e coprire con la restante farcitura mettendola anche su tutti i bordi.

Preparare ora la glassa. In un pentolino scaldate la panna fino quasi a ebollizione. Spegnere e versare sul cioccolato a pezzetti. Mescolare fino a quando il cioccolato e completamente sciolto.

Lasciare raffreddare fino quando ha raggiunto una consistenza densa. Deve srrivare a temperatura ambiente. Versare sopra la torta lasciandolo colare sui bordi.

Lasciare la torta in frigo fino al momento di servire.

 

Qualche consiglio. Livellare molto bene la torta prima di metterla in forno altrimenti ti si gonfiata solo al centro.

Se come me volete fare più strati raddoppiate la dose e cuocete in 2 teglie.

Se la base vi sembra un Po asciutta spennellatela con qualche goccio di caffè.  Si sposa benissimo con gli altri sapori. Anche se la Victoria sponge cake è una base che si presta ad essere usata senza bagna.

Buon appetito a tutti con la torta rock!

Ed ecco l'interno in tutti i suoi strati!
Ed ecco l’interno in tutti i suoi strati!
0 commenti

Profiteroles al cioccolato

| Dolci

Con crema chantilly

Profiteroles Buongiorno a tutti! Continuiamo coi dolci, oggi vi  voglio proporre i profiteroles!

Li ho fatti in occasione del compleanno di mio papà che è un vero goloso quindi cercavo un bel dolce ipercalorico, ma che non fosse la solita torta. Così ecco l’idea un bel bignè ripieno di crema chantilly e ricoperto di ganache al cioccolato una goduria. Neanche a dirlo sono stati molto apprezzati sia dal festeggiato che da tutti gli altri!

Mettiamoci al lavoro perché ci vorranno un Po di preparazioni!

Ingredienti per circa 30 profiteroles:

Per i bignè:

130 g di Acqua 
50 g di Burro
75 g di Farina 
Sale 1 pizzico
2 Uova
Per la crema chantilly:
250  ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
Per la ganache:
150 g di cioccolato fondente
100 g di cioccolato al latte
250 ml di panna fresca
Cominciamo preparando i bignè con la ricetta che trovate Quì. Prepariamo adesso la ganache al cioccolato. In un pentolino scaldino la panna fino a sfiorare il bollore. In una ciotola spezzettato il cioccolato. Quando la panna sarà bollente versiamo la sul cioccolato e giriamo fino a farlo sciogliere completamente. Lasciamo raffreddare. Quando anche i bignè saranno freddi prepariamo la crema chantilly  montando la panna insieme allo zucchero con uno sbattitore. Facciamo adesso i bignè aiutandoci con una sac a poche. Poi passiamo li uno a uno nella ganache di cioccolato immergendosi completamente e poi adagiandoli su un piatto. Versiamo sopra i nostri bignè la ganache rimasta e conserviamo in frigo fino al momento di servire. Buon dolce a tutti con i vostri profiteroles!
Profiteroles
0 commenti

Pandoro sfogliato con lievito madre

| Dolci, Pane e lievitati

Il mio primo pandoro!

 

Pandoro con lievito madreBuongiorno a tutti! Il natale si avvicina sempre di  più e cosa c’è di più natalizio del pandoro? Secondo me niente.

Quindi quest’anno ho deciso, il pandoro lo faccio io basta pandori confezionati.

Ho cercato e ricercato lo stampo e appena l’ho trovato mi sono messa al lavoro.

Si farlo è stato difficile, la mia ricetta piu impegnativa. Ore e ore di ansia perché sembrava non crescere mai ma alla fine ce l’ho fatta ! E quando l’ho tagliato e assaggiato è stata una soddisfazione indescrivibile!

Solo gli amanti dei lievitati possono capire. Curarlo, coccolarlo, alzarsi di notte per vedere se cresce. Poi la magia avviene e si inforna!

Sono stata appiccicata al forno per 40 minuti, si colora troppo va coperto ma se apro il forno e si sgonfia ? Il forno non va mai aperto con dentro un lievitato del genere. Ma se non lo copro si brucia…panico! Alla fine è andato tutto bene!

Ero indecisa se condividere questa ricetta con voi perché non mi sento certo una maestra, ma poi ho pensato io la scrivo e spero che qualcuno di più esperto di me mi dia qualche consiglio. Intanto un consiglio lo do a voi e me lo do a me stessa. Non bisogna avere fretta, io sono impaziente e volevo farlo subito, ho quindi fatto solo 2 rinfreschi al lievito, poi ho dovuto attendere davvero tanto per la lievitazione finale, ci sono volute 36 ore.

La prossima volta partirò quindi con un lievito più forte. E voi? Che consigli mi date? Leggete la mia ricetta è poi me lo dite! Mettiamoci al lavoro adesso!

Ingredienti per un pandoro di circa 800 g:

315 g di farina di Manitoba

100 g di lievito madre

2 uova intere

2 tuorli

20 g di burro

120 g di zucchero

1 cucchiaio di sale

Scorza di un limone

1 bustina di vanillina

50 g acqua

Per sfogliare:

120 g di burro

Io ho diviso il lavoro in 3 parti, primo impasto lievitazione, secondo impasto lievitazione, sfogliatura e ultima lievitazione.

Per il primo impasto nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito con l’acqua, aggiungete 40 g di zucchero e 175 g di farina e cominciate a impastare con il gancio a foglia. Aggiungete adesso un tuorlo e fatelo assorbire bene, aggiungete un uovo e fate assorbire anche questo. Infine aggiungete il burro morbido a pezzetti un pezzo per volta. Quando tutto il burro sarà assorbito fate lavorare per 5 minuti dopo di che spegnete e mettete a lievitare coperto per circa 6 ore.

Riprendete adesso il vostro impasto e aggiungete la restante farina e impastate con il gancio per gli impasti, facendo andare la planetaria aggiungete anche lo zucchero, l’uovo e il tuorlo aspettando sempre che il primo sia stato assorbito. Aggiungete infine il sale, la vanillina e la scorza del limone grattugiata.  Fate lavorare a lungo fino a quando l’impasto incorderà.

Rimettete a lievitare per altre 4 ore circa.

Prendete adesso il vostro impasto e sgonfiatelo leggermente. Mettete in frigo mezz’ora. Nel frattempo preparate il burro per la sfogliatura mettendolo tra 2 fogli di carta forno e battendo con un mattarello fino ad ottenere un quadrato spesso 3 millimetri. Stendete ora il vostro impasto in un quadrato di circa 30×30 cm. Ponete il panetto di burro schiacciato al centro e chiudete i 4 angoli di pasta tirandoli verso il centro e sigillandoli tra loro. Stendete ora la pasta in un rettangolo di circa 50×30 cm. Prendete il lato superiore e tirarelo verso il centro. Chiudete con la parte inferiore, sigillate i bordi e mettete in frigo coperto per circa mezz’ora.

Ripetete le pieghe altre 2 volte. Dopo l’ultimo riposo prendete il vostro  impasto e formate una palla portando al centro del rettangolo i due lati e appallottolando l’impasto .

Mettete ora il vostro impasto nello stampo da pandoro (imburrato e infarinato) col lato liscio verso il basso. A questo punto coprite e abbiate tanta tanta pazienza, a me ci sono volute 36 ore per farlo lievitare. L’impasto deve arrivare arrivare circa 2/3cm dal bordo .

Quando sarà giunta a questo punto infornate in forno già caldo a 170 gradi per 10 minuti, poi abbassate il forno a 160 gradi e lasciatelo altri 30 minuti.

Sfornate il pandoro e lasciatelo raffreddare circa mezz’ora prima di sformarlo.

Prima di servirlo spolverate con zucchero a velo

Ora qualche consiglio:

  • Prima di infornare il pandoro mettete sul fondo del forno un pentolino di acqua.
  • Se il pandoro dovesse diventare troppo scuro copritelo con un pezzo di alluminio.
  • Alla fine del tempo di cottura  prima di sfornare controllate la cottura infilando uno stuzzicadenti lungo, dovrà uscirne pulito.
  • Io uso un licoli, nel caso usate un lievito madre solido probabilmente vi servirà  più  acqua
  • Io l’ho servito con la crema di mascarpone se volete la ricetta la trovate Quì

Vedrete che soddisfazione tagliarlo e mangiare una fetta del vostro pandoro! Se avete consigli sono ben accetti!

Pandoro con lievito madre

0 commenti