Crea sito

Pane e lievitati

Panini con metodo tang zhong (con lievito madre)

| Pane e lievitati, Senza categoria

Anche detto water roux

Avevo scoperto il pane con metodo tang zhong un bel po di tempo fa, poi rimanda oggi rimanda domani me ne sono quasi dimenticata. Ma l’altro giorno cercavo un modo per fare dei panini soffici e che durassero per un Po e mi è tornato in mente.

Quindi mi sono messa subito al lavoro.

Il tang zhong anche detto water roux consiste nel fare un preimpasto con acqua e farina, che poi va cotta e lasciata raffreddare.

Si aggiunge poi all’impasto del pane e questo serve a mantenerlo morbido per più giorni in quanto funziona da conservante.

Ho aspettato un Po prima di scrivere la ricetta perché volevo essere sicura che funzionasse. E oggi dopo 3 giorni abbiamo mangiato questi panini e sono ancora morbidi.

Appena fatti inoltre sono proprio leggeri e soffici. Insomma è un metodo che farò diventare mio!

Ingredienti per mezzo chilo di panini:

Per l’impasto:

150 g di lievito madre rinfrescato

250 g di farina bianca

150 g di farina di Manitoba

100 g di farina di semola

300 ml di acqua

1 cucchiaio di sale

4 cucchiai d’olio

Per il water roux:

30 g di farina

150 g di acqua

Cominciamo con la preparazione del water roux, in un pentolino mettere la farina e scioglierla con l’acqua, metterla a bollire girando con una frusta e far cuocere fino a quando l’impasto sarà lucido e gelatinoso.

Fare raffreddare.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito con l’acqua, aggiungere le farine il sale e l’olio e iniziare a impastare.

Dopo 5 minuti aggiungere il water roux e continuare a impastare fino a quando l’impasto sarà incordato.

Mettere in una ciotola coprire e lasciare lievitare per 12 ore.

Prendere ora il vostro impasto e dividerlo in 6/8 pezzi. Formare delle palle e rimettere a lievitare per altre 8 ore.

Scaldate ora il forno a 220 gradi.

Quando il forno e caldo mettere sul fondo un pentolino di acqua, incidere i vostri panini a tartaruga con un coltello ben affilato e infornare per circa 25 minuti o fino a quando saranno belli dorati.

Sfornare e lasciare su una griglia a raffreddare.

Si conserva per 3/4 giorni in un sacchetto di carta.

Buon appetito a tutti!

Eccoli pronti

 

 

 

2 Commenti

Pane senza impasto

| Pane e lievitati, Senza categoria

         Con lievito madre

Pane senza impasto
Buongiorno oggi si impasta a metà! Il pane senza impasto (lo trovate anche come no knead bread) mi ha sempre incuriosito molto. Ma non ho mai avuto il coraggio di farlo. Come si può fare un Pane senza impostarlo? Poi complice un giorno di ferie e troppo lievito da smaltire ci ho provato.

Il risultato è stato un pane morbidissimo che dura per più giorni e con un alveolatura che mai avrei creduto possibile in un pane senza impasto.

Insomma è un pane che tutti devono provare anche chi non ama impastare perché basta unire gli ingredienti al resto ci penserà il tempo.

Impastiamo allora!

Ingredienti per una pagnotta:

150 g di lievito madre

250 g di farina bianca

250 g di farina di Manitoba

400 ml di acqua

20 g di sale

In una ciotola mettere il lievito, sciogliere con tutta l’acqua dopo di che versare le 2 farine col sale. Girare velocemente con un cucchiaio coprire e mettere a lievitare.

Mi raccomando resistete alla tentazione di impastarlo. L’impasto si presenta grumoso ma questo è un Pane senza impasto giusto?

Lasciare quindi lievitare per 24 ore.

Prendete ora il vostro impasto e date delle pieghe di rinforzo. Su una spianatoia infarinata rovesciate l’impasto che sarà molto molle. Tirate ora i bordi verso il centro per 2 o 3 volte e poi formate una palla.

Infarinate un telo e mettetelo in una ciotola. Mettete dentro l’impasto con la chiusura delle pieghe sotto, coprite e rimettete a lievitare per altre 4 ore.

Scaldate ora il forno a 240 gradi, mettete in forno a scaldare anche una pentola che servirà per la cottura.

Scegliete una pentola non troppo grande che possa andare in forno e che abbia anche il coperchio.

Quando il forno sarà caldo tirate fuori la pentola e aiutandovi con il telo rovesciate il vostro impasto mettendo l’apertura delle pieghe in alto.

Coprite con il coperchio e fate cuocere per mezz’ora senza mai aprire il forno. Togliete ora il coperchio e fate cuocere per altri 10 minuti controllando che non si bruci sopra.

Sfornate il vostro pane e tirarelo fuori dalla pentola mettendolo a raffreddare su una griglia per far uscire tutto il vapore.

Il vostro pane senza impasto è pronto buon appetito a tutti!

Ecco l'interno con la sua stupenda alveolatura
Ecco l’interno con la sua stupenda alveolatura

 

0 commenti

Focaccia pugliese con lievito madre

| Antipasti, Pane e lievitati, Senza categoria

Solo per super golosi!

Focaccia puglieseBuongiorno a tutti! Oggi torno con i miei amati lievitati e vi voglio proporre la focaccia pugliese! Io amo le focacce specialmente quelle belle unte e morbide! E così ho deciso di fare la focaccia pugliese.

Questa si differenzia dalle altre perché nell’impasto si aggiungono le patate schiacciate che lasciano l’impasto ancora più morbido.

Cosa ve lo dico a fare?  L’ho sfornata alle 12 e mezza e alla una non ce n’era  più traccia!

E perfetta come antipasto aperitivo o merenda…insomma è sempre il momento buono per mangiarla!

Mani in pasta allora cominciamo!

Per la focaccia:

100 g lievito madre

250 g farina di semola

Una patata di 100/150 grammi

2 cucchiai d’olio

1 cucchiaino di sale

350 ml di acqua

Per condire:

Pomodorini q.b.

Olive q.b.

Olio sale origano q.b.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito con l’acqua, aggiungere la farina e cominciare a impastare. Quando la farina sarà amalgamata aggiungere la patata precedentemente lessata e schiacciata e il sale.continuare a impastare fino a quando l’impasto si incorda.

Mettere ora su una spianatoia infarinata e fare qualche piega. Mettere in una ciotola coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Quando l’impasto sarà raddoppiato stendere in una teglia di 26 cm di diametro coprire e lasciare lievitare ancora un paio d’ore.

Tagliare i pomodori e condirli con abbondante olio sale e origano. Lasciare riposare 10 minuti.

Condire la focaccia con i pomodori affondando bene con le dita. Versare sopra il condimento e concludere con le olive.

Infornare in forno già caldo a 220 gradi per circa 20 minuti o comunque fino a quando sarà bella dorata.

Lasciare intiepidire e via all’attacco!

 

 

0 commenti

Pane integrale con lievito madre

| Pane e lievitati, Senza categoria

Una scoperta per me!

Pane integrale

Buongiorno a tutti! Oggi facciamo il pane integrale….wow che scoperta direte!

Ma per me è stata una scoperta…ho iniziato da poco a mangiarlo ogni tanto, veramente è successo per puro caso perché quando cerchi nei supermercati del pane alle 7 di sera non è rimasto molto!

Però mi è piaciuto molto e così ho comprato la farina integrale, ho dovuto provare e riprovare perché specialmente col lievito madre la farina integrale lievita con più difficoltà, ho quindi fatto una focaccia il integrale per metà, facendola tre volte prima che venisse buona (la ricetta la trovateQuì ).

E a quel punto mi sono detta devo provare con solo farina integrale…be non proprio solo quella, ho aggiunto 100 g di Manitoba per dare forza all’impasto.

Il risultato mi ha sorpreso,  un Pane molto saporito con una super lievitazione e che dura per diversi giorni.

Allora non vi resta che provare! Il mio prossimo passo sarà qualche dolce con farina integrale.  Ma adesso mettiamoci al lavoro!

Ingredienti per 2 pagnotte:

500 g farina integrale
100 g farina di Manitoba
150 g lievito madre liquido rinfrescato
500 ml acqua
1 cucchiaio di sale

Nella ciotola della planetaria mettere tutta la farina e coprire con 400 ml di acqua,  mescolare velocemente e lasciar riposare per mezz’ora almeno.

A questo punto vedrete che la farina ha assorbito tutta l’acqua.  Sciogliere il lievito nella restante acqua e aggiungerlo alla farina. Azionate la planetaria e far lavorare per almeno 15 minuti. A questo punto aggiungete il sale e lasciar lavorare fino a incordatura.

Su una spianatoia infarinata fate delle pieghe al vostro impasto per dargli più forza. Piegatelo e ripiegatelo su se stesso per una decina di minuti. A questo punto mettete l’impasto in una ciotola, coprite e mettete a lievitare in forno.

Dimenticatevene per  24 ore. Dopo di che riprendete il vostro impasto dividetelo in 2 e formate delle pagnotte non troppo alte. Rimettete a lievitare per altre 6/8 ore. Dovranno raddoppiare si volume.

Cospargete di Farina e cuocete in forno già caldo a 250 gradi per 15 minuti. Abbassate ora a 220 e portate a termine la cottura.

Se volete una crosta più croccante mettete sul fondo del forno un pentolino di acqua.

Per controllare la cottura del vostro pane battere sotto deve risuonare vuoto.

Sfornate e lasciate raffreddare su una griglia in modo da far uscire tutto il vapore. Gustatevi ora il vostro pane integrale, io consiglio una farcitura di Bologna e acciughe!

Buon appetito a tutti!

0 commenti

Torta di rose con marmellata

| Dolci, Pane e lievitati

Torta di rose con marmellataBuongiorno a tutti! Anche se natale è ormai passato siamo ancora in clima di feste e questa torta mi sembra un ottimo modo per iniziare la giornata! Una torta di rose soffice soffice che io ho voluto arricchire con della marmellata….per non farci mancare niente! Per chi la volesse fare più leggera basterà mettere al posto della marmellata burro e zucchero….poi alla dieta ci pensiamo a gennaio! Mani in pasta e cominciamo!

500 g farina
150 g lievito madre
100 g burro
160 ml latte
110 g zucchero
1 bustina di vanillina
Scorza grattugiata di 1 limone
2 uova
1 pizzico di sale

Per farcire:
1 vasetto di Marmellata di frutti di bosco

Per cospargere:
50 g di Burro fuso
2 cucchiai di zucchero
Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito con il latte tiepido e poi aggiungere lo zucchero. Aggiungere adesso le due farine e far lavorare la planetaria per circa 5 minuti, aggiungere adesso il primo uovo e aspettare che si sia incorporato bene prima di aggiungere anche il secondo. Quando anche questo è stato assorbito aggiungere il burro fuso la scorza di limone e il pizzico di sale e la vanillina e far lavorare per circa un quarto d’ora con il gancio a foglia.

Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati sostituire il gancio a foglia  con il gancio a uncino e continuare a far lavorare fino a incordatura.
Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio ( Io l’ho lasciata una notte).

Riprendere ora il vostro impasto e stendere su una spianatoia infarinata in un rettangolo. Coprire con la marmellata e avvolgere dal lato lungo fino a formare un salsicciotto. Tirate la pasta mentre la avvolgete in modo da fare tanti giri.

Tagliate adesso il vostro salsicciotto a fette di 3 cm e metteteli in una teglia coperta da carta forno uno vicino all’altro.

Lasciar lievitare ancora 4 ore poi infornare in forno caldo a 180 gradi per circa 30/35 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e gustatevi la vostra torta alle rose con marmellata! Buon appetito a tutti!

 

0 commenti

Pandoro sfogliato con lievito madre

| Dolci, Pane e lievitati

Il mio primo pandoro!

 

Pandoro con lievito madreBuongiorno a tutti! Il natale si avvicina sempre di  più e cosa c’è di più natalizio del pandoro? Secondo me niente.

Quindi quest’anno ho deciso, il pandoro lo faccio io basta pandori confezionati.

Ho cercato e ricercato lo stampo e appena l’ho trovato mi sono messa al lavoro.

Si farlo è stato difficile, la mia ricetta piu impegnativa. Ore e ore di ansia perché sembrava non crescere mai ma alla fine ce l’ho fatta ! E quando l’ho tagliato e assaggiato è stata una soddisfazione indescrivibile!

Solo gli amanti dei lievitati possono capire. Curarlo, coccolarlo, alzarsi di notte per vedere se cresce. Poi la magia avviene e si inforna!

Sono stata appiccicata al forno per 40 minuti, si colora troppo va coperto ma se apro il forno e si sgonfia ? Il forno non va mai aperto con dentro un lievitato del genere. Ma se non lo copro si brucia…panico! Alla fine è andato tutto bene!

Ero indecisa se condividere questa ricetta con voi perché non mi sento certo una maestra, ma poi ho pensato io la scrivo e spero che qualcuno di più esperto di me mi dia qualche consiglio. Intanto un consiglio lo do a voi e me lo do a me stessa. Non bisogna avere fretta, io sono impaziente e volevo farlo subito, ho quindi fatto solo 2 rinfreschi al lievito, poi ho dovuto attendere davvero tanto per la lievitazione finale, ci sono volute 36 ore.

La prossima volta partirò quindi con un lievito più forte. E voi? Che consigli mi date? Leggete la mia ricetta è poi me lo dite! Mettiamoci al lavoro adesso!

Ingredienti per un pandoro di circa 800 g:

315 g di farina di Manitoba

100 g di lievito madre

2 uova intere

2 tuorli

20 g di burro

120 g di zucchero

1 cucchiaio di sale

Scorza di un limone

1 bustina di vanillina

50 g acqua

Per sfogliare:

120 g di burro

Io ho diviso il lavoro in 3 parti, primo impasto lievitazione, secondo impasto lievitazione, sfogliatura e ultima lievitazione.

Per il primo impasto nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito con l’acqua, aggiungete 40 g di zucchero e 175 g di farina e cominciate a impastare con il gancio a foglia. Aggiungete adesso un tuorlo e fatelo assorbire bene, aggiungete un uovo e fate assorbire anche questo. Infine aggiungete il burro morbido a pezzetti un pezzo per volta. Quando tutto il burro sarà assorbito fate lavorare per 5 minuti dopo di che spegnete e mettete a lievitare coperto per circa 6 ore.

Riprendete adesso il vostro impasto e aggiungete la restante farina e impastate con il gancio per gli impasti, facendo andare la planetaria aggiungete anche lo zucchero, l’uovo e il tuorlo aspettando sempre che il primo sia stato assorbito. Aggiungete infine il sale, la vanillina e la scorza del limone grattugiata.  Fate lavorare a lungo fino a quando l’impasto incorderà.

Rimettete a lievitare per altre 4 ore circa.

Prendete adesso il vostro impasto e sgonfiatelo leggermente. Mettete in frigo mezz’ora. Nel frattempo preparate il burro per la sfogliatura mettendolo tra 2 fogli di carta forno e battendo con un mattarello fino ad ottenere un quadrato spesso 3 millimetri. Stendete ora il vostro impasto in un quadrato di circa 30×30 cm. Ponete il panetto di burro schiacciato al centro e chiudete i 4 angoli di pasta tirandoli verso il centro e sigillandoli tra loro. Stendete ora la pasta in un rettangolo di circa 50×30 cm. Prendete il lato superiore e tirarelo verso il centro. Chiudete con la parte inferiore, sigillate i bordi e mettete in frigo coperto per circa mezz’ora.

Ripetete le pieghe altre 2 volte. Dopo l’ultimo riposo prendete il vostro  impasto e formate una palla portando al centro del rettangolo i due lati e appallottolando l’impasto .

Mettete ora il vostro impasto nello stampo da pandoro (imburrato e infarinato) col lato liscio verso il basso. A questo punto coprite e abbiate tanta tanta pazienza, a me ci sono volute 36 ore per farlo lievitare. L’impasto deve arrivare arrivare circa 2/3cm dal bordo .

Quando sarà giunta a questo punto infornate in forno già caldo a 170 gradi per 10 minuti, poi abbassate il forno a 160 gradi e lasciatelo altri 30 minuti.

Sfornate il pandoro e lasciatelo raffreddare circa mezz’ora prima di sformarlo.

Prima di servirlo spolverate con zucchero a velo

Ora qualche consiglio:

  • Prima di infornare il pandoro mettete sul fondo del forno un pentolino di acqua.
  • Se il pandoro dovesse diventare troppo scuro copritelo con un pezzo di alluminio.
  • Alla fine del tempo di cottura  prima di sfornare controllate la cottura infilando uno stuzzicadenti lungo, dovrà uscirne pulito.
  • Io uso un licoli, nel caso usate un lievito madre solido probabilmente vi servirà  più  acqua
  • Io l’ho servito con la crema di mascarpone se volete la ricetta la trovate Quì

Vedrete che soddisfazione tagliarlo e mangiare una fetta del vostro pandoro! Se avete consigli sono ben accetti!

Pandoro con lievito madre

0 commenti

Pane sfogliato all’olio (con lievito madre)

| Impasti di base, Pane e lievitati

.Pane sfogliato all'olioBuongiorno a tutti! Come vi raccontavo qualche post fa ho dovuto combattere a lungo col mio lievito madre per poterlo rinforzare dopo che l’avevo abbandonato per lungo tempo. E ora che si è ripreso alla grande voglio impastare qualunque cosa. Così l’altro giorno cercavo dei nuovi tipi di pane da provare quando ho letto pane sfogliato. Ho abbandonato subito la lettura e sono corsa a impastare! Ve l’ho detto che sono un impaziente no? Così ho pensato di impastare del pane normale sono usando la farina di Manitoba che è un Po più forte e poi fare una sfoglia tura tipo quella che uso per i miei  Croissant. Be il risultato è davvero fantastico, una crosticina sottile fuori e una mollica dolce e tenera! Provatelo e non ve ne pentirete!

Ingredienti per una treccia di pane:

200 g di farina bianca

300 g di farina di Manitoba

10 g di sale

150 g di lievito madre (già rinfrescato)

2 cucchiai di olio

300 ml di acqua

Per la  sfogliatura olio q.b.

Preparate il pane seguenti il procedimento che trovate Qui. Coprite e lasciate lievitare una notte. Al mattino prendete il vostro impasto e stendetelo a formare un rettangolo su una spianatoia infarinata. Ungete tutta la superficie con olio evo, prendete adesso la parte superiore del rettangolo e tiratela fino a 2/3, chiudete con la parte inferiore. Sigillate bene in bordi poi coprite e lasciate riposare per un ora. Schiacciate adesso il vostro impasto e ripiegatelo ancora in 3 come avete fatto prima. Lasciatelo riposare ancora un ora. Adesso tirate leggermente l’impasto per allungarsi tagliatelo in 3 lasciando l’inizio intero e intrecciatelo. Fate riposare ancora mezz’ora.

Infornate  ora a 220 gradi per circa 25 minuti o fino a quando non sarà bello dorato. Sfornate e lasciate raffreddare. Buon appetito a tutti!

0 commenti

Pane dolce mele e cannella (con lievito madre)

| Dolci, Pane e lievitati, Senza categoria

Pull apart bread

Pane dolce mele e cannellaBuongiorno a tutti! Oggi vi voglio presentare un dolce non troppo dolce…uno dei miei amati lievitati il pane dolce!

Ho scoperto questo pane girovagando su instagram e mi sono innamorata già subito dell’immagine , una sfoglia di pane burrosa. Ma non sapevo cos’era così ho cercato e ricercato, pull apart bread il suo nome originale.

Non so di preciso da dove provenga, io mi sono solo informata su come si fa. Siccome sono un impaziente lo dovevo fare subito e così poco dopo aver visto l’immagine avevo già le mani in pasta!

Altro non è che un pane farcito con mele cannella burro e zucchero, o almeno così l’ho fatto io ci sono tante altre versioni.

Be il risultato è stato gradito e lo rifarò al più presto magari facendone una versione salata. Ma basta chiacchiere e mettiamoci al lavoro!

Mani in pasta!

Ingredienti per uno stampo da plum cake:

Per l’impasto :

380 g di farina

60 g di zucchero

80 g di lievito madre (già rinfrescato)

60 ml di latte

50 ml di acqua

60 g di burro

2 Uova

1 pizzico di sale

Per farcire:

mele

burro

zucchero

Cannella

(gli ingredienti per farcire sono a piacere potete usare la quantità che preferite)

 

Scaldare il latte con l’acqua.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito con il latte e l’acqua precedentemente scaldati, aggiungere lo zucchero poi il burro fuso e infine la farina.

Lavorare per circa 5 minuti.

A questo punto aggiungere un pizzico di sale e le uova una per volta aspettando che la prima sia completamente incorporata prima di aggiungere la seconda,  continuare a lavorare per circa 10-15 minuti fino a che avremo un impasto bello liscio, se dovesse essere troppo molle aggiungere della farina.

Lasciare adesso lievitare l’impasto per circa 6 ore dopo di che con un mattarello stenderlo su una spianatoia infarinata in un rettangolo di circa 30 per 60 cm.

Spennellare tutto il rettangolo con abbondante burro fuso e cospargere di zucchero  (mi raccomando non lesinate)! Aggiungete ora le mele tagliate a piccoli pezzettini.

Tagliate il vostro rettangolo in 6 strisce più o meno della stessa misura. Mettetele una sopra l’altra  e tagliatele ancora in 6 a formare dei quadrati. Mettete ora i vostri quadrati nello stampo da plum cake precedentemente imburrato. Vanno messi in piedi in modo da ottenere una fisarmonica. Coprite e lasciate lievitare ancora 4 ore.

Infornate ora in forno già caldo a 180 gradi per circa 30/35 minuti.

Sfornate lasciate intiepidire e gustatevi ora il vostro pane dolce!

Ps: Un consiglio, quando infornate mettete sotto lo stampo da plum cake una teglia,  mentre il pane cuoce fuoriuscira del burro! Io non l’ho  fatto è ho dovuto pulire tutto il forno!

2 Commenti

Focaccia semi-integrale con pomodorini

| Pane e lievitati, Senza categoria

Focaccia semi-integrale con pomodoriniBuongiorno a tutti! Essendo stata senza cucina per più di 20 giorni non ho potuto cucinare….questo includeva anche il non poter pianificare! Il mio lievito madre ne ha quindi risentito ed era mezzo morto!  Ovivamente mi sono accanita e l’ ho rinfrescato varie volte e ho provato di tutto pizze focacce focacce dolci!  Fino a quando un bel giorno si è risvegliato e da qui è nata la mia focaccia semi integrale con i pomodorini!  Non sono un’amante del cibo “salutare” ma il pane integrale mi piace quindi ho pensato perché non tentare con una focaccia metà e metà ? Si perché a farla 100% integrale non me la sentivo al momento,  so che l’ integrale col lievito madre lievita più difficilmente e non mi sentivo all’ altezza, soprattutto adesso che il mio lievito sta rinascendo e non è molto forte. Comunque è andata così, e mi posso ritenere molto oddio fatta del risultato! La focaccia è finita in un batter d’occhio! Ma torniamo a noi e mettiamoci al lavoro!

Ingredienti per una focaccia di 26 cm di diametro :

Per l’impasto :

80 grammi di lievito madre
150 g di farina bianca
100 g di farina integrale
1 cucchiaio raso di sale
3 cucchiai di olio

150 ml di acqua circa

Per condire:

200 g di pomodorini

Una manciata di capperi

5 filetti di acciuga

Olio e origano q.b.

Nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito con l’ acqua, aggiungete adesso le 2 farine, il sale e l’olio e iniziate a impastare. (lo stesso procedimento si può fare anche a mano) Impastate per almeno 10 minuti. Mettete in lievitare in un posto al riparo dalle correnti d’aria per almeno 5 ore. Riprendete ora il vostro impasto e stendetela nella teglia coperta da carta forno. Coprite nuovamente con un canovaccio e fate lievitare per altre 5/6 ore. Fate adesso dei buchi con le dita al vostro impasto. Tagliate i pomodorini a metà e condite la vostra focaccia con questi, aggiungete i capperi e le acciughe tagliate a pezzetti. Aggiungete un bel filo d’olio e una spolverata di origano e cuocete in forno già caldo a 220 gradi per circa 20/25 minuti o fino a quando risulterà dorata. Sfornate e prendetene una fetta prima che finisca! Buon appetito a tutti!

0 commenti

Focaccia ripiena

| Pane e lievitati, Senza categoria

Focaccia ripiena

Be dai ormai si è capito che ho una passione per i lievitati….e così sono sempre alla ricerca di nuove pizze pani focacce da provare.

Ieri ho provato questa focaccia secondo me strepitosa. A dir la verità l’avevo già fatta una volta, ma non avevo raggiunto il risultato sperato, così ci ho riprovato e sta volta era davvero buona.

È una focaccia ripiena di prosciutto e stracchino, attenzione non è una focaccia che viene tagliata e farcita, è proprio ripiena, quindi lo stracchino sciogliendosi in cottura va a fondersi con la focaccia e quando voi lo mangiate è una vera goduria. Provatelo è ottima idea per un pranzo veloce.

Basta organizzarsi e prepararla la dal giorno prima. Al lavoro adesso!

Ingredienti per una focaccia di 26 cm di diametro:

Per la focaccia:

500 g di farina bianca

250 ml di acqua

1 cucchiaio abbondante di sale

150 g di lievito madre rinfrescato

Per il ripieno:

100 g di prosciutto cotto

200 g di stracchino

Più olio evo q.b.

Preparate l’impasto della focaccia seguendo il procedimento che trovate Qui.

Fatela lievitare una notte dopo di che prendete l’impasto e dividete lo in 2. In una teglia coperta da carta forno stendete il primo impasto, spalmatelo adesso con lo stracchino, riempite con il prosciutto e coprite adesso con l’altro impasto.

Per facilitarvi il lavoro vi conviene prima stenderlo su un pezzo di carta forno e poi adagiarlo a chiudere la vostra focaccia.

A meno che non siate dei pizzaioli provetti e allora lo stendete facendolo “volare”!

Sigillate adesso bene i bordi attaccando i 2 impasti tra loro di modo che in cottura non fuoriesca il formaggio.

Coprite e lasciate lievitare circa 3 ore.

Scaldate adesso il forno a 250 gradi, spennellate la vostra focaccia con olio evo e infornate per circa 20 minuti o fino a quando è bella dorata.

Sfornate tagliate e gustatela!  Attenzione dentro brucia! Buon appetito a tutti con la vostra focaccia ripiena!

0 commenti