Crea sito

Sfogliatella riccia

Sfogliatella riccia – Dopo la sfogliatella frolla, ecco a Voi, sua sorella la riccia. Dopo varie ricerche nel web, ho deciso di provare questo tipo di impasto, che mi sembrava impossibile da fare, e invece, devo dire che per essere la prima volta, mi ritengo molto soddisfatta, ed è per questo che posto la ricetta. Se vi viene voglia di provare, fatelo in un momento in cui siete tranquilli e potete dedicarvi completamente alla preparazione dell’impasto, è un po’ impegnativo, ma ce la possiamo fare. Io ho sbagliato nel mettere pco ripieno, ma al più presto le rifarò, magari con le foto del passo passo 🙂

sfogliatella riccia

Sfogliatella riccia

Ingredienti per l’impasto per circa 10 pezzi:

  • 250 grammi farina Manitoba
  • 100 grammi di acqua
  • 10 grammi miele
  • sale(la punta di un cucchiaino)
  • 50 grammi di strutto o burro per sfogliare
  • zucchero a velo per spolverizzare

Per il ripieno:

  • 250 grammi latte
  • 90 grammi semolino
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 120 grammi ricotta di pecora
  • 120 grammi zucchero
  • 1 tuorlo
  • mezza fialetta aroma millefiori
  • 1 fialetta di essenza fiori d’arancio
  • 1 pizzico di cannella, + q.b. a piacere
  • 30 grammi canditi, a piacere

Procedimento per l’impasto:

Lavorare insieme tutti gli ingredienti(farina, acqua, miele e sale) in una ciotola capiente, otterrete un composto sbriciolato.

Trasferirlo su un piano poco infarinato, e lavorarlo energicamente con le mani, fino ad ottenere un impasto duro, ma elastico. Lasciare riposare in frigo per un paio d’ore.

Riprendere l’impasto, e stenderlo in lunghezza, quanto più si può.

A questo punto io ho usato la macchina per la pasta, passando l’impasto nella macchina, fino a raggiungere lo spessore più sottile (deve essere finissima, Vi garantisco che non si romperà).

Sciogliere lo strutto o il burro fino a farlo diventare liquido, e spennellare la sfoglia. Mentre spennellate, arrotolate la sfoglia su sè stessa,ma in modo molto stretto, e continuare così fino ad arrotolarla tutta. Rifilare i bordi, in modo da ottenere un panetto uniforme, avvolgere nella pellicola, e riporre in frigo. Lasciare riposare per qualche ora(io l’ho ripreso dopo 8 ore)

1385329071445

 

Riprendere l’impasto, dopo il tempo di riposo, tagliare dei dischi di almeno un cm di spessore.

Ora si può proseguire in 2 modi:

  1. Su un piano infarinato, con un matterello, senza schiacciare troppo, stendere delicatamente, partendo dal centro verso l’alto a sinistra, e dal centro verso il basso a destra, sullo stesso lato, per ottenere una specie di conchiglia piatta, e poi continuare con le mani, fino ad ottenere la forma desiderata.
  2. Con le mani infarinate, lavorare l’impasto dall’interno, cercando di tirare delicatamente le sfoglie fino ad ottenere la forma di una conchiglia.

Procedimento per il ripieno:

In un pentolino, mettere il latte, il semolino, la vanillina e il sale, cuocere a fuoco medio/basso per 4/5 minuti, girando continuamente.Lasciare raffreddare, poi aggiungere la ricotta, lo zucchero,il tuorlo, la cannella, la fialetta millefiori, e la fialetta fiori di arancio nelle quantità richieste, amalgamare con una forchetta energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo.

Unire i canditi, tagliati in pezzetti piccolissimi, o se si ha la possibilità, tritarli; incorporarli nel composto ottenuto.

In ogni conchiglia, mettere un cucchiaio, +q.b. del composto ottenuto per il ripieno(dipende dalle dimensioni che avete dato, cmq deve essere molto piena), lasciando il bordo libero, in modo da poter sigillare bene. Riporre su una teglia con carta da forno.

Io in alcune ho messo la nutella  😉

Cottura: Forno ventilato a 230° per circa 20 minuti.

Spolverizzare con zucchero a velo.

Spero di essere stata chiara nella spiegazione, per qualsiasi dubbio, potete contattarmi, tramite commenti.

 

Se vi piace il mio blog, potete anche seguirmi sulla pagina facebook, cliccando qui

Grazie per essere passati 🙂

8 Risposte a “Sfogliatella riccia”

  1. sono venute benissimooooooooooooo
    complimenti davvero!
    le ho fatte anch’io tempo fa e mi son piaciuta tanto,devo solo migliorare un po’ la forma
    io mi son trovata meglio a stendere a mano…sarà che lo faccio spesso per la pizza …

    1. Grazie Maria, la forma non è granché, però per essere la prima volta, sono abbastanza soddisfatta.
      Credo che a te venga bene qualsiasi cosa, perché secondo me sei una grande in cucina. Anche io ne ho fatte alcune a mano, però penso che sia un pochino più difficile, se non hai dimestichezza con gli impasti e la cucina in generale, perciò ho preferito spiegare al meglio l’altro metodo.
      Grazie ancora 😀

      1. ma lo sai che capito di qui per caso e leggo la tua risposta?mi sa che mon l’avevo memorizzata e me l’ero persa ,hai un bel blog semplice e senza cose che distraggono,brava,così si da risalto alle ricette!!!!!!!!!!!
        ciaoooooooooo

        1. Grazieeee Maria, per me è un complimentone fatto da te, che per me sei super! 😉
          Sai un’altra cosa? A me i tuoi commenti me li metteva nello spam, e quindi non li vedevo…
          Questo, invece, me l’ha mandato giusto…
          Grazieeee mille

    2. Bellissima ricetta..e’tanto che voglio provare a farle…questa tua mi ha convinto!auguri e grazie della condivisione su G+laura

  2. A me sembra ti siano venute una favola ^_^
    Sai quante volte avrei voluto provarci io, ma poi mi sono fatta dissuadere dalla difficoltà? Voglio dire: ma da sola, come mai potrò stendere una pasta così sottile? O giro la manovella, o tengo l’impasto. E poi che superficie devo avere per stenderla prima di arrotolarla? Ma tu ne parli come fosse la cosa più semplice di questo mondo!!!! ^_^
    Comunque bravissima, trovo sia un lavoro impeccabile!

    1. Ciao, e grazie soprattutto…
      Anch’io ho sempre avuto quasi paura di provarci, perché non accettavo un insuccesso 😉
      Poi mi sono detta “se non provo non lo saprò mai, e allora mi sono decisa”, e devo dire che è andata abbastanza bene per essere la prima volta.
      Se hai una macchina della pasta, stendi un po ‘ col matterello della larghezza un po’ più stretta del rullo, la macchina la fissi all’inizio del tavolo, con una mano giri la manovella e con una tiri l’impasto, magari facendolo arrivare su una spianatoia infarinata…ti assicuro che è talmente elastico, che riesci a tirarlo finissimo senza romperlo…
      Se vuoi provarci e vuoi qualche chiarimento, sono qua, puoi contattarmi…
      Grazie ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.