Crea sito

Pizza di scarole – ricetta napoletana saporita

Pizza di scarole…una bontà indescrivibile, i napoletani sanno di cosa parlo, se non siete partenopei, potete prepararla per scoprire quanto sia saporita. La pizza di scarole mi riporta ai ricordi di infanzia, perché la mia mamma la preparava sempre per il pranzo della vigilia di Natale, anche se in realtà io la preparo anche durante il resto dell’anno quando si può trovare la scarola, perché nonostante io non ami le verdure, adoro la pizza di scarole e le scarole in generale, infatti le preparo spesso anche con i fagioli per farci la zuppa (ricetta scarole e fagioli) o stufate (ricetta qui).

Se volete ricevere le mie ricette, in MODO GRATUITO, tramite le notifiche Messenger, potete iscrivervi QUI e cliccare su ‘INIZIA’; potete seguirci anche su Facebook e su Pinterest.

Se vi interessa la versione della pizza di scarole con il bimby tm31, potete sbirciare QUI.

pizza di scarole
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni5/6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per l’impasto della pizza di scarole

  • 380 gacqua (a temperatura ambiente)
  • 6 glievito di birra fresco
  • 700 gfarina 0 (oppure 00)
  • 12 gsale fino

Ingredienti per il ripieno della pizza di scarole

  • 3 cespiscarola (indivia)
  • q.b.sale fino
  • 6 cucchiaiolio di oliva
  • 15capperi sotto sale (più q.b., a piacere)
  • 20olive nere (snocciolate)
  • 8 filettiacciughe sott’olio
  • q.b.pinoli
  • q.b.pepe nero

Utili per preparare l’impasto della pizza di scarole

  • 1 Planetaria oppure 1 Ciotola
  • 1 Teglia da forno
  • Pellicola per alimenti oppure 1 Coperchio ( in silicone)
  • 1 Pentola grande
  • 1 Padella

Preparazione dell’impasto per la pizza di scarole

  1. In una ciotola grande, sciogliere il lievito nell’acqua a temperatura ambiente, aggiungere la farina setacciata ed iniziare ad amalgamare gli ingredienti, infine unire il sale fino ed impastare fino ad ottenere una palla omogenea, elastica, ma non dura.

  2. Coprire la ciotola con una pellicola o un coperchio in silicone e un panno e lasciare lievitare fino al raddoppio al riparo da correnti d’aria.

Preparazione del ripieno per la pizza di scarole

  1. Pulire le scarole, eliminare le parti dure e le foglie macchiate, lavare sotto l’acqua corrente, poi trasferirle in una pentola capiente con acqua, portare a bollore e salare, coprire la pentola con coperchio e cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti.

    Quando cotte, scolarle.

  2. In una padella antiaderente ampia, mettere l’olio e le scarole, cuocere per 5 minuti a fuoco basso, rigirandole un paio di volte; aggiungere i capperi (io li sciacquo, perché troppo salati), le olive snocciolate e tagliate a rondelle e i filetti di alici, coprire e cuocere per circa 10 minuti sul fuoco medio, ma con la fiamma bassa. Aggiungere il pepe, mescolare di tanto in tanto.

    Lasciare raffreddare.

  3. Dividere l’impasto della pizza lievitato in due parti uguali; stendere una parte di impasto nelle dimensioni della teglia che si userà; mettere un filo d’olio nella teglia e distribuirlo su tutta la superficie; coprire la teglia con una parte di impasto, distribuire le scarole e aggiungere i pinoli. Chiudere la pizza con l’altra metà di impasto avanzata e  spennellare con poco olio.

  4. Cottura: Forno ventilato a 200° per circa 25 minuti circa o fino alla completa doratura. I tempi di cottura possono variare in base alle caratteristiche del proprio forno.

L’impasto deve risultare omogeneo ed elastico; morbido, ma non appiccicoso.

Se risulta appiccicoso, aggiungere poca farina; se al contrario è troppo duro che si fa fatica a lavorare, aggiungere un poco di acqua o di olio di oliva.

Se la temperatura dell’ambiente è molto fredda, si può mettere la ciotola con l’impasto sulla base del forno con la luce accesa per far lievitare.

Una variante molto gustosa della pizza di scarole si ottiene sostituendo le olive nere, i capperi e le alici con olive verdi, salame e scamorza a dadini.

La pizza di scarole è molto buona anche tiepida.

Se avete più tempo a disposizione per la lievitazione, potete diminuire la quantità del lievito di birra.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.