Crea sito

Patate sabbiose – ricetta semplice e saporita

Le ho fatte anche io 😀   In reltà io non credevo che le patate sabbiose fossero così famose; l’ho scoperto quasi per caso parlando con le mie amiche virtuali Michela e Deborah, proprietarie rispettivamente dei bellissimi blog Molliche di zucchero e Lifferia e così ho deciso di provarle e devo ringraziarle per avermele suggerite, perché nonostante la semplicità del piatto, aggiungendo qualche ingrediente alle patate al forno, si arricchiscono di gusto. Lascio quindi l’idea per chi come me le ha appena conosciute o non lo conosce affatto 😉

Sia Molliche di zucchero che Lifferia hanno omesso, di proposito, le quantità degli ingredienti, perché possono variare in base ai gusti personali, io vi lascio le quantità di come sono piaciute a noi, che naturalmente potete diminuire o aumentare a piacere 😉

patate sabbiose

 

Patate sabbiose

Ingredienti per 2 – 3 persone:

  • 4 patate medie
  • 50 grammi pangrattato
  • 50 grammi parmigiano reggiano o grana padano grattugiato + q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b. (facoltativo)
  •  3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • rosmarino q.b.

Tutti gli ingredienti possono essere aumentati o diminuiti secondo i propri gusti 😉

Procedimento:

Per prima cosa, riempire un pentola d’acqua e portarla a bollore; intanto pelare le patate e tagliarle a tocchetti, lavarle sotto l’acqua corrente. Quando l’acqua inizia a bollire, versare le patate e lasciare cuocere per 10 minuti circa. Scolare le patate, trasferirle in una ciotola e unire tutti gli altri ingredienti ed aiutandosi con un cucchiaio di legno, girare delicatamente per mescolare il tutto. Trasferire le patate in una teglia da forno e spolverare con altro formaggio grattugiato (quantità a piacere).

Cottura: Forno preriscaldato ventilato a 220° o statico a 230° per circa 25 – 30 minuti o fino alla completa doratura.

Poiché i tempi di cottura possono variare in base alle caratteristiche del proprio forno, prestare attenzione la prima volta che si preparano e cuocere fino alla completa doratura; il consiglio è di impostare un tempo minore ed aggiungere altri minuti in seguito, solo se necessario.

Grazie per essere passati; se vi va, potete seguirci anche su facebook, cliccando qui e su pinterest, cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.