Filetti di Cernia su Crema di Zucca Porri Fritti con Olio Febo Le Cisarelle

I Filetti di Cernia su Crema di Zucca Porri Fritti con Olio Febo Le Cisarelle sono un secondo piatto di mare, completo e invitante, dal sapore leggero e delicato; un piatto facile da realizzare perfetto da gustare per un pranzo della Domenica o per stupire gli amici con una preparazione semplice ma ricca di sapore. Un piatto che vede l’incontro dei prodotti della terra e del mare.

La zucca, la più versatile tra i frutti della terra nella stagione autunnale, simbolo della festa di Halloween, protagonista di mille ricette dolci e salate, che colora le nostre tavole con quel suo colore arancio brioso, preziosa alleata della nostra salute, povera a livello calorico ma molto nutriente.

Un ortaggio che incontra la cernia, un pesce marino dalle carni sode e saporite, dal sapore delicato, prelibato, che lo rende molto ricercato.

A donare una nota di ulteriore sapore delle rondelle di porro fritto, dal gusto simile alla cipolla ma molto più gentile e dolce, molto utilizzato in cucina e dalle molteplici virtù medicamentose. Il porro era molto utilizzato nell’epoca Egizia, gli storici trovarono tracce che il faraone Cleope, dopo essere stato guarito da una temibile infezione, regalò al suo medico un mazzo di cento porri.

E che dire di Greci e Romani che lo utilizzavano come medicina, Nerone faceva delle diete a base di porro cibandosi solo di questo ortaggio perché riteneva che il suo timbro di voce risultasse più soave. Molte citazioni anche nel Medioevo, dove veniva utilizzato come cura ai malanni polmonari e per fermare le emorragie.

Ma il vero e unico alimento considerato la base di tutta la dieta mediterranea, il solo in grado di rendere unico e ineguagliabile ogni piatto, sapete qual’è? Quale alimento è in grado di amalgamare i vari sapori, smorzando i sapori decisi e dando verve a piatti un poco scialbi? Ma si, nessun dubbio parliamo dell’ olio!

Un ruolo di così fondamentale importanza non può essere affidato ad un olio qualsiasi; sicuramente il mercato ci offre mille e più marchi, con varie tipologie di prodotti oleari: olio di oliva, olio di semi di arachidi, olio di girasole, di palma, ma non vi sono dubbi che solo un olio extravergine oliva di qualità superiore ottenuto da olive italiane può portare bontà e salute nelle nostre tavole.

Per questa ricetta ho il piacere di utilizzare un vero protagonista dello scenario gastronomico italiano: l’ Olio Extravergine di Oliva Italiano Febo Le Cisarelle.

Prodotto dall’azienda agricola Olio Febo, ubicata nella meravigliosa terra di Puglia, nel Sud Italia, che da ben cinque generazioni produce olio di eccelsa qualità con metodi rigorosamente tradizionali e innovativi standard di qualità.

Ulivi secolari curati con amore, olive delle cultivar Ogliarola Leccese e Cellina di Nardo, le più rappresentative, alle quali si sono affiancate recentemente varietà altrettanto pregiate come la Picholine, la Cima di Melfi, la Coratina e la Leccino. Una produzione che rispecchia i cicli vitali della pianta, i giusti tempi di maturazione delle olive e la molinatura entro due ore dalla raccolta.

Prodotti pregiati ottenuti dalla lavorazione delle olive mediante procedimenti meccanici, cioè non industriali e senza ricorso a sostanze chimiche.

Un olio artigianale, biologico dall’ intenso profumo di fresco, anche dopo mesi dalla data di confezionamento.  Un aroma e un profumo che rimane intrappolato nella bottiglia fino a quando deciderete di aprirla per condire le vostre pietanze. Un vero oro liquido, prezioso per il nostro benessere, venduto in bottiglie dal design moderno, stile essenziale e accattivante.

Nello shop on line di Olio Febo trovate il vero olio pugliese, quello che rende unica anche una fetta di pane bruschettato; potrete scegliere tra Olio Febo Fruttato Medio, Olio le Cisarelle Fruttato Intenso, i Condimenti Aromatizzati e Olio Febo Biologico.

L’olio che useremo in questa ricetta è l’ olio Extravergine di Oliva Fruttato Intenso Le Cisarelle, un retrogusto leggermente piccante, perfetto se amate sapori decisi e fragranze aromatiche. Perfetto per piatti a base di crostacei, selvaggina, carni ai ferri, verdure sia cotte che grigliate, cruditè, insalate e tutto quello che la vostra fantasia suggerisce, per donare un tocco di classe ai vostri manicaretti.

Vediamo ora cosa ci occorre per realizzare i nostri Filetti di Cernia su Crema di Zucca Porri Fritti con Olio Febo Le Cisarelle:

Ingredienti:

Ingredienti per la vellutata di Zucca:

Per i porri fritti:

Filetti di Cernia su Crema di Zucca Porri Fritti con Olio Febo Le Cisarelle: Ricetta

Prepariamo la crema di zucca e tritiamo il cipollotto, facciamolo appassire in padella con un filo di olio, uniamo le patate, la zucca a dadini e facciamo insaporire.

Aggiungiamo un paio di mestoli di brodo e portiamo a cottura.

Frulliamo con un frullatore a immersione e aggiustiamo di sale .

Prepariamo il pesce e mettiamo su un piatto un filo di olio evo, passiamo i filetti di cernia, in modo di ungerli uniformemente, cospargiamoli con della farina bianca.

Scaldiamo in un pentolino un filo di olio, cuociamo i filetti di pesce, un minuto per lato, saliamoli e pepiamoli.

Puliamo il porro, laviamolo e mondiamolo, incidiamo lateralmente per ricavare un “foglio” che ripiegheremo su se stesso e taglieremo in listarelle.

Friggiamo in abbondante olio fino a che non saranno di colore dorato ambrato (serviranno pochi minuti).

In un piatto mettiamo due mestolini di crema di zucca, adagiamo i filetti di cernia, del porro fritto e cospargiamo con del prezzemolo tritato; a terminare un filo di olio .

I nostri Filetti di Cernia su Crema di Zucca Porri Fritti con Olio Febo Le Cisarelle sono pronti per essere serviti.

Inizia a navigare sul mio blog per leggere tutte le ricette che ho scritto, cliccando qui 

Alla prossima ricetta!

Un abbraccio

Patrizia


Si informano i lettori che in questo articolo potrebbero essere presenti link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

Ti è piaciuta questa ricetta? Dalle un voto!

Nome
Comment