Asparagi: proprietà, benefici e usi in cucina

Si suppone che il termine asparago, possa derivare da due termini, greci e persiani, che stanno a significare “germoglio”. Quello che sappiamo degli asparagi è che hanno un sapore molto forte e che bisognerebbe mangiarli spesso, ma perché? Scopriamo le proprietà degli asparagi, i benefici per la salute, gli utilizzi e le eventuali controindicazioni.

Asparagi: proprietà, benefici e usi in cucina
Asparagi: proprietà, benefici e usi in cucina

La raccolta degli asparagi avviene non appena i germogli spuntano dalla terra. Questo è il momento in cui sono più teneri. Se si ritarda la raccolta perdono sapore e tenerezza. Il periodo di raccolta comincia a gennaio.

Appartengono alla stessa famiglia dell’aglio con la differenza che i primi sono ricchi di clorofilla che dona loro il tipico colore verde e proprietà interessanti per il nostro organismo:

Come quasi tutte le piante esistenti in natura, gli asparagi hanno proprietà terapeutiche. Infatti vengono consigliati per la cura di patologie reumatiche e problemi urinari.

Degne di considerazione le loro proprietà diuretiche a causa del rapporto potassio/azoto molto elevato e dell’asparagina. Quest’ultima è responsabile del forte odore che si avverte nell’urina dopo aver mangiato asparagi. Il metodo migliore per la loro assunzione, al fine di esaltarne le proprietà diuretiche, è rappresentato dal decotto.

  • Anticellulite: l’asparago è un ottimo rimedio contro la cellulite, poiché aiuta ad eliminare la ritenzione idrica;
  • Combatte i calcoli renali: essendo un diuretico ed un alimento depurante previene la formazione dei calcoli renali;
  • Contro la cistite: consumare gli asparagi aiuta a prevenire e curare l’odiata cistite;

Sono ricchi di fibre, la loro assunzione facilita il processo digestivo.

Gli asparagi contengono antiossidanti come ad esempio il glutanione che è noto per la sua capacità di proteggere la pelle dagli agenti atmosferici, dall’inquinamento e dai raggi del sole.

L’asparago contiene inulina, una sostanza non digeribile dall’uomo che arriva quindi intatta nell’intestino crasso. L’inulina aiuta l’organismo ad assorbire meglio i nutrienti ed a ridurre il rischio di tumore al colon.

 

L’insieme delle sostanze antiossidanti presenti in questo vegetale, rallenta il processo d’invecchiamento. Gli antiossidanti contrastano l’attività dei radicali liberi svolgendo così un ruolo preventivo contro alcuni tipi di tumore.

Grazie al loro contenuto di saponine ed alla presenza di quercetina, rutina e kaempferol, gli asparagi hanno proprietà antinfiammatorie. Il binomio di sostanze antiossidanti ed antinfiammatorie sono uno dei migliori riduttori di rischio per quanto riguarda le malattie croniche più comuni. Ad esempio le malattie cardiache ed il diabete di tipo 2.

Bene, dopo aver visto tutte le proprietà ed i benefici di quest’erba, vi posso dire che gli asparagi possono essere utilizzati in tantissime preparazioni culinarie, sia in primi che in secondi piatti.

Il piatto tra i più conosciuti è senza dubbio il risotto agli asparagi, ma si possono fare tantissimi tortini, crespelle e carni con i nostri amati asparagi.

Troverete per tutto il mese di marzo qualche ricettina con questo buonissmo ortaggio!!!

Precedente Torta alle carote con crema allo yogurt e zenzero Successivo Risotto alla crema di asparagi e speck