Sugoli di uva nera

Sugoli di uva nera o budino, fino a qualche anno fa non conoscevo questa ricetta è una ricetta veneta per cui lontana e in Calabria non si usa farla. Ma le amicizie virtuali servono anche a questo, tempo fa ho visto questa ricetta nel blog della mia amica Miriam nella mia cucina, poi mi sono fatta spiegare cosa fosse, anche, in chat e lei mi ha spiegato che è una antica ricetta veneta e che anticamente era anche un modo per conservare questo dolce per l’inverno, chiusa in vasetti di vetro tipo le marmellate. Così presa dalla curiosità ho voluto rifarla ho fatto delle modifiche come tutte le cose che faccio, Non me ne vogliono i veneti che leggeranno la mia ricetta, se non ho seguito al 100% il procedimento, ma io sono sempre una calabrese.
SUGOLI DI UVA NERA

Sugoli di uva nera

Ricetta veneta

Ingredienti

  • 1 litro di succo d’uva = 6 bicchieri
  • 70 gr di farina = 6 cucchiai
  • 100 gr di zucchero = 6 cucchiai

Procedimento

Io ho fatto il Sugoli il giorno in cui abbiamo fatto la vendemmia, così mi sono evitata il primo passaggio e cioè quello in  cui si deve fare bollire i chicchi d’uva con l’acqua e passarla al passatutto.
Usare il succo appena pigiato, filtrarlo e misurare per ogni bicchiere, basta un cucchiaio di zucchero e uno di farina. Mettere la farina in una ciotola, aggiungere del succo d’uva e sbattere con una forchetta formarmando una pastella liquida facendo attenzione a non fare grumi, versare la pastella nel rimanente succo, aggiungere lo zucchero e fare cuocere a fuoco moderato fino a che non si addensa mescolando come una crema, spegnere e dividere in ciotoline o bicchieri e aspettare che si addensi e gustare come un budino.

SUGOLI DI UVA NERA

Copyright © In cucina con Mire

Seguimi nella mia pagina facebook IncucinaconMire metti mi piace, mi trovi, anche, su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Mandami le tue foto/ricette nella mia pagina Facebook e le aggiungerò nella categoria Le vostre ricette

Vuoi essere sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter

 
Precedente Pomodori verdi sott'olio Successivo Pane alla Zucca

Lascia un commento