Polenta pasticciata con salsiccia e mozzarella

La ricetta della Polenta pasticciata, con salsiccia e mozzarella in padella, si può dire che è una ricetta svuota frigo, in genere quando prepariamo la polenta ne prepariamo sempre di più, almeno io ne faccio in abbondanza in previsione di fare la polenta pasticciata il giorno dopo. Ci evitiamo di accendere il forno per cui anche più economica, in modo veloce e sbrigativo otteniamo un primo piatto o meglio un piatto unico, visto la ricchezza della pietanza.

Polenta pasticciata

Polenta pasticciata con salsiccia e mozzarella in padella

 

Ingredienti

  • Polenta avanzata preparata il giorno prima
  • 1 mozzarella
  • Sugo con salsiccia
  • 2 cucchiai di parmigiano

Preparazione

Scolare la mozzarella dal siero, asciugarla bene e tagliarla a pezzi.

Tagliare a fette la polenta fredda, In una padella larga sistemare uno strato di sugo, le fette di polenta una accanto all’altra, le fette di mozzarella, il sugo con la salsiccia, abbondante parmigiano.

Accendere il fornello e fare cuocere la polenta a fuoco medio per 10/15 minuti finché non si scioglie la mozzarella e il sugo si riduce.

La polenta pasticciata io l’ho preparata in padella per sbrigarmi e un piatto veloce e saporito e non si usa il forno, ma si può fare al forno e cotta al forno fa una crosticina croccante da leccarsi i baffi.

Al posto della mozzarella va bene usare, anche del formaggio, tipo caciocavallo o altro formaggio che avete a disposizione.

Al posto del sugo con la salsiccia, si può usare del sugo al ragù o con le costine di maiale, oppure anche qui potete usare un sugo avanzato.

Insomma diciamo che la polenta pasticciata, si può fare a nostro gusto e piacere e con i prodotti che abbiamo in frigo.

Copyright © In cucina con Mire

Seguimi nella mia pagina facebook IncucinaconMire metti mi piace, mi trovi, anche, su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Vuoi essere sempre aggiornato gratis

Iscriviti alla newsletter

[wysija_form id=”5″]

 

 

Precedente Chi sono Successivo Ricette più lette del 2016

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.