Pitta chjna ricetta calabrese

Pitta chjna ricetta calabrese. Fin dai tempi antichi quando si faceva il pane in casa, con il grano antico e macinato al mulino del paese, era un occasione per preparare la Pitta chjna che altro non è, che un pane ripieno, veniva riempito con vari ingredienti e con quello che si aveva in casa, la salsiccia e il formaggio non mancava nelle case di campagne e così i pomodori e l’olio extravergine, Il ripieno varia da periodo a periodo, la Pitta ripiena è buona, anche, con la verdura che si trova in campagna bollita e ripassata in padella o con peperoni e melanzane, si può usare il ripieno che si vuole. Inizialmente era la pasta da pane che diventava pitta chjna, è conosciuta, anche, come guastella calabrese, pitta rustica, pitta pasquale, pane chjno. Si prepara per il giorno di Pasquetta quando si va per la “pascarella” a mangiare in  campagna e in compagnia, salsicce, frittate, formaggi e uova sode,  allora seguitemi in cucina e andiamo ad impastare.

 

Pitta chjna ricetta calabrese

 

Ingredienti

  • 500 gr di farina di grano tenero tipo 1 (si può sostituire con la semola di grano duro)
  • 100 gr di pasta madre o 10 gr di lievito di birra
  • 12 gr di sale
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine
  • 1 cucchiaino di miele
  • 350 ml d’acqua

Con questo impasto si può fare, anche, il pane.

Ingredienti per il ripieno

  • 200 gr di ricotta
  • 100 gr circa di salsiccia calabrese da coltello
  • 150 gr di provola silana
  • 250 gr di pomodori pelati
  • olio extravergine
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla piccola
  • Origano q,b. un pizzico di sale

In alternativa al pomodoro sostituire con uova sode tagliate a pezzi, così da gustarla per il giorno di pasquetta, quando le uova sono più indicate.

I cicoli o rimasuagli (pezzetti di carne e cartilagine del maiale, sono i rasti che si formano quando si fa bollire lo strutto) sono un altro ingrediente indicato e che va d’accordo con la pitta chjna.

Procedimento

Preparare l’impasto per fare la pitta chjna, che è la pasta da pane.

Usare la pasta madre rinfrescata la sera prima, setacciare la farina, fare una bella fontana al centro e aggiungere la pasta madre, l’olio, il miele e l’acqua lasciandone da parte una parte, aggiungere il sale lontano dal lievito, continuare ad impastare e se serve aggiungere il resto dell’acqua, dovete ottenere un bell’impasto morbido e ben idratato. Ottenuto un panetto liscio e omogeneo, metterlo in una ciotola infarinata e aspettare che lieviti raddoppiando di volume. A me ci sono volute circa 7 ore, ma se usate il lievito di birra ci vorrà un ora circa.

Nel frattempo cuocere i pomodori pelati, in una padella far rosolare un pezzetto di cipolla con uno spicchio d’aglio e dell’olio extravergine q.b., aggiungere i pelati, aggiustare di sale qualche foglia di basilico, un normale sugo, se l’avete pronto potete usare del sugo avanzato.

Nella ricotta aggiungere un pizzico di sale e uno di origano per insaporirla.

Quando l’impasto è ben lievitato, dividerlo in due panetti uno più grande e uno più piccolo.

Stendere il più grande dello spessore di 1 cm e 1/2 – 2, facendolo più grande della teglia che lo dovrà contenere, sistemarlo nella teglia oliata con i bordi che fuoriescono.

Mettere il sugo di pelati come primo strato, poi la ricotta, la salsiccia a fette e per ultimo la provola a fette.

Stendere il secondo panetto e coprire tutto, chiudere i bordi e bucherellare con uno stuzzicadenti, aspettare che faccia la seconda lievitazione, spennellare con olio extravergine prima di cuocerla.

Quando la pitta è ben lievitata, infornate alla massima temperatura per 15 minuti, poi diminuire a 200° per altri 40 minuti circa, la cottura è simile al pane.

A questo punto la Pitta chjna è pronta non resta che gustarla, Buon Appetito da Mire

Un’altra ricetta tradizionale di pitta chjna  U ‘mpiulatu pitta pasquale calabrese

Copyright © In cucina con Mire

Seguimi nella mia pagina facebook IncucinaconMire metti mi piace, mi trovi anche, su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Vuoi essere sempre aggiornato gratis

Iscriviti alla newsletter

[wysija_form id=”5″]

Precedente Sbriciolata - Streuselkuchen Successivo L’ABC della Merenda Parmareggio

2 commenti su “Pitta chjna ricetta calabrese

  1. Sembra proprio la pitta chjna preparata da mia nonna! Mi sembra di sentire già il profumo!! Mia nonna la cuoce nel forno a legna e per la farcitura aggiunge anche le uova sode e la carne di maiale bollita, oltre al salame calabrese! Complimenti come sempre!!!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.