Crea sito

Peperoni sottaceto

I peperoni sottaceto anticamente erano i “pipi ara vinazzata”. Non veniva usato l’aceto ma bensì, veniva aggiunta acqua alle bucce dell’uva, che dopo la spremitura restavano dopo aver fatto il mosto, venivano fatte bollire in grosso pentolone e quando diventava fredda le bucce venivano tolte e l’acqua (cioè la vinazzata) che si otteneva veniva usata per ricoprire i peperoni messi in una damigiana a bocca larga o in giare di terracotta. Poi con il passare degli anni non avendo “a vinazzata” si è passati ad usare l’aceto. I peperoni sottaceto si possono usare dopo circa 2 mesi dalla preparazione, come contorno per carne di maiale, patate o altro. Per il consumo quando sono maturi, strizzarli dall’aceto, tagliarli a pezzi e condirli con olio extravergine d’oliva. Ottimi in insalata insieme ai pomodori gialli d’inverno o con le olive schiacciate calabresi. I peperoni da usare devono essere turgidi e sodi per noi calabresi sono i “pipi riggitani”  per i napoletani sono le  “pappacelle”.

Peperoni sottaceto

Peperoni sottaceto

foto immagini 5 132

Nella bella stagione si deve pensare a fare le conserve per l’inverno, cosi sentiremo ancora il profumo dell’estate, i peperoni conservati sono amati da chi piace il sapore dell’aceto bello forte e alcolico, se si usa l’aceto fatto in casa, hanno un sapore migliore.

Ingredienti

  • Servono dei bei peperoni sodi e carnosi tipo rotondi o a cuore.
  • Aceto di vino (meglio se casareccio) q.b.
  • Acqua 1 bicchiere
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 foglie d’alloro
  • Sale 50 gr per litro di aceto
  • Un vaso di vetro a bocca larga

Procedimento

Fare bollire insieme aceto, acqua e sale q.b. (regolarsi in base alla gradazione dell’aceto se è forte aumentare l’acqua, comunque deve essere dal gusto forte in grado di cuocere i peperoni con il tempo.)
Lavare ed asciugare i peperoni, tagliare il gambo, sistemarli nel vaso con le foglie d’alloro e l’aglio, quando l’aceto è tiepido versarlo sui peperoni, chiudere il vaso ermeticamente

Peperoni sottaceto, sono belli acetosi!

Se volete seguitemi nella mia pagina facebook In cucina con Mire mettete mi piace e spuntate ricevi le notifiche, mi trovate anche su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.