Crea sito

Olive in salamoia – ricetta con la soda

Olive in salamoia, vi sono tanti modi di conservazione delle olive e dopo aver  fatto le olive al naturale, oggi vi voglio dare anche il metodo con la soda, Le olive in salamoia con la soda hanno il vantaggio di poter essere consumate dopo pochi giorni dalla preparazione, senza aspettare il lungo tempo che ci vuole per quelle fatte al naturale. Dopo essere state deamarizzate sono pronte, dopo pochi giorni si possono gustare e portare in tavola.
Le olive usate devono essere verdi, io uso sempre la qualità carolea le raccolgo direttamente dai miei alberi.
La soda la si può comprare nei negozi che vendono prodotti chimici, dal ferramenta o in farmacia, non cambia è sempre (sodio idrossido o idrato di sodio (NaOH).

Olive in salamoia - ricetta con la soda

Olive in salamoia

Ingredienti

Vi do la dose per un kg poi aumenterete secondo il quantitativo che vorrete fare.

  • 1 kg di olive verdi
  • 1 litro d’acqua
  • 23 gr di soda
  • Per la salamoia
  • Per ogni litro d’acqua
  • 75 gr di sale
  • 2 infiorescenze di finocchietto selvatico
  • 2 spicchi d’aglio con la pellicina
  • 2 peperoncini rossi interi

Procedimento

Munirsi di guanti e non toccare mai la soda con le mani nude e fare attenzione a schizzi che potrebbero andare sulle braccia o in viso, ma specie negli occhi.

Scegliere le olive, se ci dovessero essere eventuali buchetti o ammaccatura non usarle.

Lavarle bene sotto l’acqua corrente.

Sistemarle in un contenitore di plastica o di coccio (non usare il metallo con la soda si rovina e il metallo corroso finisce nelle olive).

Preparare l’acqua con la soda.

Sciogliere la soda in una parte di acqua fredda, ( e non viceversa, se si mette  l’acqua nella soda si avrebbe una reazione) mescolare bene con un mestolo finché la soda non sia tutta sciolta, a questo punto aggiungere il resto dell’acqua.

Coprire le olive con la soluzione, devono essere ben coperte se dovessero restare scoperte diventano scure, coprirle con piatto e un peso sopra, ogni due/tre ore rimescolarle altrimenti la soda depositandosi non raggiunge tutte le olive allo stesso modo.

Il tempo occorrente per essere pronte è di circa 8 ore, lo saranno quando tagliate con un coltello la polpa che ha cambiato colore è vicina al nocciolo ma lo deve raggiungere completamente.

Quando sono pronte lavarle bene sotto l’acqua corrente , metterle sempre nel contenitore ben coperte e cambiare l’acqua due volte al giorno finché l’acqua non è limpida, occorreranno 5/6 giorni.

A questo punto sono pronte per la salamoia.

Sciogliere il sale nell’acqua , alcuni fanno bollire l’acqua con il sale, io faccio a freddo, e non ho mai avuto problemi.

Sistemare le olive in vasi di vetro, aggiungere i peperoncini interi, spicchi d’aglio con la pellicina, e cosa importante non può mancare i semi del finocchietto selvatico fresco, coprire con la salamoia, si possono consumare subito o conservare, anche, mesi.

Olive in salamoia - ricetta con la soda

Olive schiacciate alla calabrese

Scoprite le mie ricette cliccando Qui 

Per le foto cliccate Qui

Se volete seguitemi nella mia pagina In cucina con Mire mettete mi piace e spuntate ricevi le notifiche, mi trovate anche su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

22 Risposte a “Olive in salamoia – ricetta con la soda”

  1. Complimenti, da calabrese conosco bene il prodotto. Ho alcune domande da porti, riguardante il fatto che spesso le olive “schiacciate” fatte da mia mamma diventano molli col tempo e mi chiedevo se la soda potesse essere in qualche modo d’ aiuto (ho visto pure la tua ricetta sulle olive schiacciate). Ho anche visto che qualcuno nella prima acqua usata per addolcire usa del sale, potrebbe essere una soluzione? In genere lei li schiaccia, li mette in acqua cambiandola spesso fino ad addolcirli ma senza sale e poi sott’olio. Vorrei risolvere il problema e magari conservarli in salamoia al posto dell’ olio. Qualche suggerimento?

    1. Ciao grazie mille per i complimenti, se segui la mia ricetta son sicura che non diventeranno molli, io non metto sale nell’ammollo, lo uso solo alla fine quando sono dolci, le condisco come spiegato nella ricetta e le metto nei vasetti pressandole, non devono restare spazi e copro con poco olio, importante è il sale sia sufficiente. Se vuoi conservarle in salamoia lo puoi fare, quando le strizzi dall’acqua le lasci umide e non asciutte, le condisci allo stesso modo e le metti in un vaso di terracotta o di resina, qui puoi aggiungere un po di sale in più, quando hai riempito il vaso metti il coperchio piatto di legno o di resina e sopra devi mettere dei pesi, tipo delle belle pietre, piatte, del mare, non usare altre pietre perchè potrebbero sgretolarsi, quando usi le olive le lavi e le condisci con l’olio. Fatte in questo modo durano anche un anno. Spero di esserti stata d’aiuto, se hai bisogno scrivimi ancora di quello che so ti aiuto 😀 ciaoo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.