Battuto per sugo – Trito di sedano, carote e cipolla

Il  Battuto per sugo  è un trito di verdure che si conserva sotto sale, utile per il sugo, ma anche per insaporire qualsiasi ricetta dove serve il battuto di sedano, carote e cipolle. Si usa come un normale trito fresco, basta, solo, aggiungere il sale con parsimonia e solo dopo avere assaggiato le pietanze preparate. E un battuto che si conserva bene e si ha sempre pronto in dispensa, le pietanze diventano più gustose di quando si usa il battuto fresco.

battuto per sugo

Battuto per sugo

Oggi ne ho fatto una bella scorta, nel mio orto avevo una bella pianta di sedano, avevo le cipolle della raccolta estiva, le carote le ho comprate, ho aggiunto qualche spicchio d’aglio, si possono aggiungere altri tipi di erbe aromatiche, se non si hanno le cipolla di Tropea, si possono usare le cipolle che si preferiscono.  con le verdure sono andata a occhio ma la dose eccola qui.

battuto per sugo

 

Ingredienti

  • Mezzo kg di carote
  • Mezzo kg di cipolla di Tropea
  • Mezzo kg di sedano
  • 1 testa d’aglio
  • 300 gr di sale grosso per kg di preparato

Procedimento

Lavare il sedano e mettere ad asciugare
Pelare e lavare le carote
Sbucciare le cipolle lavare fare asciugare.
Sbucciare gli spicchi d’aglio
Tagliare tutte le verdure a cubetti ni
Mettere nel mixer e fare sminuzzare (lasciare a pezzetti un po’ grossi)
metterli in una ciotola, aggiungere il sale grosso (in base al peso che si è raggiunti, bisogna usarne 300 gr pro kg)  amalgamare il tutto. mettere nei vasetti di vetro. Chiudere bene e conservare in luogo fresco.

Battuto per sugo (3)

Si può usare per qualsiasi piatto in cui serve un battuto di sedano, carota e cipolla!

Una volta che il vasetto viene iniziato conservare in frigo.

Battuto per insaporire sugo ed altre pietanze….

Un altra ricetta di cui non si può fare ameno Dado vegetale

Linee Guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico

Se la ricetta ti è piaciuta, spero che ritornerai a visitare il mio blog, cosi sarai sempre aggiornato sulle novità.
Ti ricordo che su Facebook è presente la mia pagina fai un click su mi piace e puoi vedere tutte le ricette.
Mandarmi le tue ricette con foto, le aggiungerò alla categoria Le vostre ricette.
Vuoi chiedermi qualcosa sulla ricetta o darmi qualche consiglio, lasciami un messaggio, ti risponderò nel più breve tempo possibile. Grazie perché hai la pazienza di leggermi, Mire
Mi trovi anche su Twitter, Google e Pinterest

 

 
Precedente Crispelle - Monacelle - Ricetta calabrese Successivo Pesche dolci ripiene di crema

23 thoughts on “Battuto per sugo – Trito di sedano, carote e cipolla

    • incucinaconmire il said:

      Ciao io lo metto nei vasetti di media grandezza, e lo porto a termine, non va a male perchè c’è il sale come conservante, anzi devo dire che io personalmente non posso più farne a meno, grazie a te. 😀

    • incucinaconmire il said:

      Ciao Raffaella è veramente un ottima cosa prepararlo, cucinare con questo trito rende tutte le pietanze più gustose 😀

  1. Giovanna D'Apolito il said:

    Ciao, io di solito il battuto lo congelo in bustine schiacciate molto sottili, al fine di spezzarne facilmente la quantità necessaria, ma questa tua mi incuriosiscce e voglio provare. La domanda è: ma il sale sciogliendosi non ammorbidisce troppo le verdure?
    Grazie per la risposta.

    • incucinaconmire il said:

      Ciao, fatto in questo modo è diverso dal congelato io lo sento più profumato e dura tanto tempo, se guardiamo al passato il sale era usato per fare molte conserve e tutt’ora specie in Calabria si usa per preparare le olive al vaso di terracotta o di vetro con il peso sopra, per fare un “salaturo” sempre in vaso si mettono in alternanza peperoni, zucchine, pomodoro acerbi, fagiolini ed altre verdure e queste sono condite con il sale grosso e con il peso sopra e si mantengono per un anno. Il sale a contatto del battuto non si scioglie subito, non lo fa diventare molle e non fa guastare le verdure, anche se si ammorbidiscono naturalmente! Prova una volta e poi fammi sapere, magari con un quantitativo minore, in genere chi lo fa poi lo rifà perché è comodo averlo sempre pronto.

Lascia un commento