Popizze o pettole, ricetta Puglia

Le popizze o pettole è un piatto tipico della cucina Pugliese. Possono essere servite sia come antipasto salate o come dopo pasto spolverate con zucchero o cioccolato. Ottime anche da servire in un buffet.

Di solito si preparano alla vigilia di Natale o alla festa dell’Immacolata ma nelle stradine e nel borgo antico di Bari vecchia le puoi gustare sempre. Da noi in famiglia ogni occasione è buona per prepararle ed è subito festa. Impossibile tirarsi indietro … una tira l’altra 😀

Sono delle pallottole di pasta lievitata molto molle, una volta scaldato l’olio si mette l’impasto a cucchiaiate poco alla volta e durante la cottura si gonfiano e restano morbide.

Sono molto facili da preparare l’importante è lavorare bene l’impasto energicamente con le mani o con il Bimby o con un’impastatrice.

Possono essere semplici, rustiche (spolverate con sale), dolci (cosparse di zucchero o nutella o ciocolato fuso) o ripiene (aggiungendo nell’impasto condiriso o baccalà lessato o alici salate o broccoletto di cavolo cotto a metà o tonno o capperi…o quello che la fantasia suggerisce).

POPIZZE o PETTOLE

popizze o pettole

Ingredienti :

  • 500 gr di farina 00
  • 15 gr di lievito di birra + 1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio
  • 210 gr di acqua + 210 gr di latte ( oppure tutto acqua o tutto latte)
  • 1 cucchiaino scarso di sale
  • sale o zucchero per guarnire
  • olio di semi di arachide o girasole per friggere

Preparazione delle popizze o pettole:

In una ciotola fare sciogliere il lievito con l’acqua tiepida. Incorporare con l’aiuto di una forchetta la farina, il bicarbonato ed il sale incorporando man mano tutta l’acqua ed il latte fino ad ottenere una massa molle, appiccicosa e quasi cremosa (tipo impasto per la focaccia).

Sollevare e sbattere l’impasto in maniera energica con le mani più volte per far si che si incorpori più aria possibile e le popizze risultino poi soffici.

CON IL BIMBY: Inserire nel boccale la farina, il lievito, il bicarbonato, l’acqua + il latte e lavorare 10 sec a vel 3 poi ancora 5 min a vel spiga.

Mettere l’impasto delle popizze ben lavorato in una ciotola coperta e lasciarlo lievitare per circa 2 h. Deve raddoppiare di volume e formare delle bolle d’aria.

DSCN1758

Mettere a scaldare in una padella l’olio.

Preparare un bicchiere con dell’acqua e due cucchiai per prendere l’impasto e versarlo a cucchiaiate nell’olio. L’acqua servirà per intingere ogni volta i cucchiai in modo che l’impasto non si appiccichi e si stacchi meglio per friggerlo.

Prendere un pò di impasto e versarlo nell’olio, formando delle palline. Una volta colorate scolarle su un piatto rivestito di carta per fritti per far assorbire l’olio in eccesso.

popizz

Servire le popizze calde e cosparse con sale o zucchero

popizze

IDEA PER PRESENTARLE COME ANTIPASTO, REALIZZATA DAL MIO AMICO GIUSEPPE BELLI:

Popizze di Giuseppe Belli

 

Precedente Prosciutto e melone, idea sfiziosa buffet Successivo Frittelle con fiori di zucca, ricetta con e senza Bimby

2 commenti su “Popizze o pettole, ricetta Puglia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.