Pappardelle con julienne di peperoni e speck croccante

Le pappardelle con julienne di peperoni e speck croccante è un primo semplice, fantasioso, con tanto gusto e con una vera esplosione di colori 😀

E’ una ricetta che si prepara in mezz’ora; 10 minuti per la preparazione e circa 20 per la cottura.

Al posto delle pappardelle di circa 13 mm, si possono utilizzare le tagliatelle che sono più strette rispetto alle prime, circa 5 mm.

Per la preparazione delle pappardelle vengono utilizzati 3 tipi di peperone, rosso, giallo e verde (io avevo solo il rosso). Il peperone rosso è più consistente, ha la polpa croccante ed ha un potere più saziante; il giallo è il più dolce, tenero e succoso, ha il maggior numero di antiossidanti; il verde ha un gusto leggermente acidulo e pungente, ha proprietà depurative.

Tratta dal mensile soci Coop.

Pappardelle con julienne di peperoni e speck croccante

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di pappardelle o tagliatelle
  • 300 gr di peperoni giallo, rosso e verde (io avevo solo quelli rossi)
  • 100 gr di speck a fette sottili
  • 60 gr di cipollotto o porro
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • timo o basilico
  • sale  e pepe

Preparazione:

Lavate e asciugate i peperoni. Tagliateli a striscioline sottili, eliminando i filamenti interni bianchi e i semi.

In una padella scaldate l’olio e fatevi rosolare il cipollotto tritato o a rondelle; unite i peperoni, salate, pepate e cuocete a fiamma vivace per alcuni minuti.

Bagnate con 1/2 bicchiere di acqua, coprite e cuocete per altri 10 minuti.

In un’altra padella rosolate con un filo d’olio lo speck tagliato a listarelle. tenete da parte.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e versatela nel condimento di peperoni.

Mescolate accuratamente e aromatizzate con foglioline di timo o basilico.

Distribuite nei piatti e completate con lo speck croccante.

 

Precedente Ciabatta con farina di semola Successivo Fusilli con zucchine, acciuga e salvia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.