Crea sito

Cavatelli ai peperoni, ricetta facile

I cavatelli ai peperoni è un primo piatto dal sapore inconfondibile, molto gustoso e colorato.

La ricetta è semplicissima da realizzare e anche veloce. Solo 10 – 15 minuti di cottura per i peperoni.

La pasta usata sono i cavatelli, tipici un pò in tutto il nostro Mezzogiorno. Nella mia Puglia li chiamiamo i cavatieddi, mi piacciono tantissimo. Si possono preparare anche in casa con : 250 g di farina più 150 g di semola di grano duro, setacciarle e impastastare con un pizzico di sale e l’acqua sufficiente a dare la giusta consistenza all’impasto, non deve essere appiccicoso. Staccare alcuni pezzi e modellare tante stringhe della larghezza di un mignolo. Tagliare le stringhe, con un coltello piccolo a punta piatta e liscia, in pezzetti di circa 2 cm e passare la lama srisciandola all’interno per spianarli e contemporaneamente ripiegarli un pò. Al termine lasciare riposare i cavatelli per circa un’oretta.

Ricetta tratta dalla rivista “In tavola”.

 

Cavatelli ai peperoni

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di cavatelli freschi
  • 3 peperoni rossi
  • 1 peperone giallo
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 60 g di prosciutto cotto a dadini
  • sale
  • pepe
  • alcune foglie di basilico fresco

Preparazione dei cavatelli ai peperoni:

Lavare i peperoni, asciugarli, staccare i piccioli, togliere i semi e le nervature bianche interne. Tagliarli a dadini molto piccoli o a striscioline molto sottili.

Far imbiondire in una pentola tipo wok gli spicchi d’aglio in 4 cucchiai di olio, aggiungere il prosciutto cotto; incorporare anche i peperoni, abbassare la fiamma, coprire il tegame e far cuocere per 10 – 15 minuti. Al termine salare e pepare.

Lessare nel frattempo i cavatelli in acqua salata e scolarli al dente.

Versare la pasta nella pentola dei peperoni e far insaporire a fuoco vivace per 3 minuti.

Profumare con qualche foglia di basilico spezzato e servire.

Ti è piaciuta questa ricetta? Condividila sui social e se non vuoi perderti le altre segui “IN CUCINA CON MARTA MARIA” anche sulla pagina facebook.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.