Crea sito

Petto di pollo ai funghi

La ricetta che vi propongo oggi è petto di pollo ai funghi, un secondo molto gustoso, un modo per trasformare il petto di pollo in qualcosa di veramente buono reso ancora più saporito dall’aggiunta di fettine di caciocavallo. Una ricetta molto semplice da realizzare e con pochi accorgimenti avremo una cremina di accompagnamento davvero da scarpetta!petto di pollo ai funghi

Petto di pollo ai funghi con caciocavallo

Ingredienti:

  • 600 g di petto di pollo
  • 500 g di funghi champignon
  • 1 cipolla bianca
  • 100 ml di vino bianco
  • 70 g di caciocavallo
  • farina 00 q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b

Procedimento:

Per cominciare affettate gli champignon dopo averli ben ripuliti dai residui di terra e infarinate leggermente i petti di pollo. Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere in un largo tegame insieme ad un filo d’olio, e quando sarà ammorbidita e inizierà dorarsi, aggiungete le fettine  petto di pollo e lasciate che si rosoli su entrambi i lati. Aggiungete a questo punto, il vino bianco e lasciatelo evaporare del tutto. Quando tutta la parte alcolica del vino sarà evaporata aggiungete i funghi, mescolate e fate cuocere a tegame coperto per circa 10 minuti controllando che il liquido sul fondo del tegame non s’asciughi troppo, nel caso aggiungete un goccio d’acqua. Al termine della cottura aggiustate di sale, insaporite con del pepe nero macinato al momento e distribuite sulle fettine di pollo il caciocavallo affettato sottilmente. Mettete di nuovo il coperchio in modo che il .calore faccia sciogliere il caciocavallo e spegnete il fuoco dopo pochi minuti. Servite le fettine di petto di pollo ben calde con i funghi e il fondo di cottura cremoso.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vieni a trovarmi su  facebook e diventa fan della mia pagina, scoprirai tante altre ricette e potrai chiedermi qualunque chiarimento. Ti aspetto anche su Twitter e Pinterest.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.