Crea sito
In Cucina con l'Archichef

“Risotto al Radicchio Rosso di Treviso”

Il risotto al radicchio rosso di Treviso è un classico della cucina tradizionale veneta. E’ un piatto raffinato, ideale per quando si hanno ospiti a pranzo e a cena. E’ molto apprezzato anche fuori dal Veneto per la sua semplicità e velocità nella preparazione nonchè per la sua bontà. Io l’ho arricchito con i pinoli tostati per renderlo un po’ più sfizioso.
Sostituendo il burro con la margarina vegetale o solo con l’olio si trasforma in un ottimo piatto vegano/vegetariano.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 griso
  • 350 gradicchio rosso di Treviso IGP, tardivo ( o precoce)
  • 40 gburro
  • 20 gpinoli
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1scalogno (in alternativa una cipolla piccola)
  • 1/2 bicchierevino bianco

Per il Brodo

  • 1 lacqua
  • 1cipolla bianca
  • 1carota
  • 1 costasedano
  • 1 spicchioaglio
  • 3 ramettiprezzemolo (solo gambo)
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione del Risotto al Radicchio Rosso di Treviso preparando un litro di brodo vegetale in modo che sia pronto per la cottura del riso. In una pentola abbastanza alta versate 1 lt d’acqua, aggiungete, 1 carota, 1 cipolla,  1 spicchio d’aglio, mezza costa di sedano e dei gambi di prezzemolo

    Mondate e sfogliate il cespo del radicchio. Lavate accuratamente le foglie sotto l’acqua corrente e asciugatele bene, tagliatele a listarelle sottili e mettetelo da parte.

    In una casseruola abbastanza larga tostate i pinoli per qualche minuto sino a quando raggiungeranno un colore brunito. Unite l’olio e 20 gr di burro e fate sciogliere. Incorporate lo scalogno, precedentemente tritato finemente e lasciatelo soffriggere dolcemente per qualche minuto.

    Quando lo scalogno sarà imbiondito versate il riso e lasciatelo tostare per bene. Sfumate  con il vino e lasciate evaporare completamente; unite a questo punto il radicchio e mescolate bene. 

    Cuocete ora il risotto. Versate il brodo fino a coprire completamente il riso. Girate spesso il risotto per non farlo attaccare al tegame aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo fino a quando il precedente venga assorbito. Quando la cottura sarà terminata, il risotto deve risultare morbido ed il riso ancora al dente (vedete i tempi di cottura sulla scatola) salate e spegnete il fuoco. Unite il burro rimasto ed il parmigiano e mantecate con cura lasciandolo poi riposare per un paio di minuti.

    Servite in tavola ben caldo suddividendo il Risotto al Radicchio Rosso di Treviso nei singoli piatti.

…..Note & Consigli

Alla ricetta classica ho aggiunto i pinoli che adoro ma che sono facoltativi.

Se vogliamo preparare un Risotto al Radicchio Rosso di Treviso più corposo si può aggiungere un po’ di panna.

A volte preparo il brodo vegetale aggiungendo un rametto di timo per renderlo più profumato

Se non si ha il radicchio rosso di Treviso IGP si può usare in alternativa radicchio rosso comune

/ 5
Grazie per aver votato!