In cucina con klea

L’insalata che non russa

Cos’è l’insalata che non russa? Beh, partiamo da quella che fa il suo dovere, nella quale troviamo verdurine bollite tagliate a dadini e maionese.
La ricetta che vi propongo oggi ha poco a che vedere con l’originale, ma in casa mia è stata sempre chiamata “insalata russa”, finchè non sono diventata grande e mi si è svelato il mistero.
Non vi nascondo che è stato un po’ come quando, bambini ormai cresciuti, scopriamo la verità su Babbo Natale.
Le verdure ci sono, ma sotto forma di giardiniera; la maionese c’è, è vero, c’è anche la patata ma bollita e non tagliata a dadini, il che non la rende nemmeno un’insalata capricciosa.
Insomma un vero e proprio pasticcio….uhm…avrei potuto chiamarla così? Forse, ma non volendo fare un torto alla mia mamma conservo il suo nome originale.

A parte la dissertazione sul nome, l’insalata che non russa era un must dei nostri mega pranzi di Natale, di quelli in cui ognuno doveva portarsi la sedia da casa da tanti che eravamo e che ricordo con un po’ di nostalgia soprattutto perchè ormai sono troppe le persone che non rispondono più all’appello.
Questo piatto andava sempre a braccetto con le cotolette e soprattutto mio papà ne era particolarmente ghiotto.
Per questo motivo e perchè, oltre ad essere veramente buona e stuzzicante proprio per la presenza dei sottaceti, l’insalata che non russa fa parte della nostra tradizione familiare, io ve la propongo con la speranza che anche voi possiate assaggiarla e dire…”a noi piace così”.

Insalata che non russa
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana
99,61 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 99,61 (Kcal)
  • Carboidrati 17,04 (g) di cui Zuccheri 0,98 (g)
  • Proteine 3,36 (g)
  • Grassi 2,10 (g) di cui saturi 0,02 (g)di cui insaturi 0,03 (g)
  • Fibre 2,26 (g)
  • Sodio 128,13 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 110 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti:

  • 150 gpatate (bollite)
  • 100 ggiardiniera (sott’aceto)
  • 2pomodorini (facoltativi per guarnizione)

Preparazione dell’insalata che non russa:

  1. Bollo le patate per circa 20 minuti a seconda della grandezza, le spello finchè sono calde e le schiaccio con una forchetta.

  2. Trito grossolanamente la giardiniera con un mixer (bastano due o tre colpetti) o anche con una mezzaluna e la unisco alle patate amalgamando bene.

  3. Quando le patate sono ben fredde verso quasi tutta la maionese lasciandone da parte qualche cucchiaio, poi mescolo bene fino ad ottenere un composto omogeneo.

  4. Sistemo l’insalata russa in una ciotola dai bordi bassi e la ricopro con la maionese che avevo tenuto da parte, poi decoro a piacere con fettine di pomodorino e striscioline di sottaceti.

  5. Lascio riposare in frigorifero un paio d’ore prima di servire.

Suggerimento:

Se volete cimentarvi con la maionese fatta in casa troverete la ricetta aprendo il link, ma se andate di fretta va benissimo anche quella che acquistate già pronta.

L’insalata che non russa si conserva al massimo un paio di giorni in frigorifero coperta da pellicola trasparente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.