Crea sito

Veg panadas sarde alla catalogna piccante

panadas sardeSarà l’inverno, saranno i giorni di pioggia, la sera mi impigrisco e la voglia di uscire è pari a zero. Per non lasciare spazio a noia e allo zapping frenetico, ho messo a punto, con la dolce metà, la formula film d’essay e cena sul divano. E’ un modo piacevole per passare la serata e riscoprire vecchi cult movies che mi ero persa o che, per età anagrafica, avrei potuto vedere solo in fasce al momento della loro uscita.

La nota dolente di questo piacevole menage è che l’accoppiata “cena sul divano” e “cibo poco sano” è diabolica e quasi completamente indissolubile. E’ innegabile che mangiare le verdurine spaparanzati sul sofà sia notevolmente scomodo e abbastanza arduo, quindi la scelta cade più spesso su un bel trancio di pizza.

Per non arrenderemi a questa insana abitudine ho sfogliato tutti i ricettari di casa nonchè quelli lasciati in eredità dalla mamma e sono approdata alla ricetta tradizionale delle panadas sarde, delle tortine salate che vengono farcite con le più svariate leccornie.

Ho fatto mia l’idea e le ho reinterpretare in versione veg. Le ho riempite con una delle verdure a mio parere più ostiche: la catalogna. Be’ il risultato è stato sorprendentemente buono e mangiarle sul divano è di una assoluta comodità. Non sporca, non si unge né si fanno troppe briciole, si riesce persino a tenere nell’altra mano un bel calice di vino rosso!

panadas sarde

Veg panadas sarde alla catalogna piccante

Veg panadas sarde alla catalogna piccante
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Di:
Portata: Altro
Cucina: Tradizionale/vegetarian
Porzioni: 15 pezzi
Cosa serve:
  • Per la pasta:
  • Farina integrale bio, 300 gr
  • Farina tipo 1 bio, 100 gr
  • Acqua, 200 ml
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale marino integrale
  • Per il ripieno:
  • Catalogna, 1,2 kg
  • Aglio, 2 spicchi
  • Peperoncino in polvere, una spolverata
  • Olio extra vergine di oliva
Come fare:
  1. Setacciate e miscelate le farine, impastatele con acqua, olio e sale.
  2. Lasciare riposare l'impasto per 30 minuti.
  3. Lavate la catalogna, tagliatela a strisce dello spessore di 2-3 cm e cuocetela al vapore per una decina di minuti.
  4. Pelate l'aglio, eliminate il germoglio.
  5. Scaldate l'olio in una capiente padella, soffriggete l'aglio.
  6. Unite la catalogna scolata e strizzata e spadellatela per alcuni minuti fino a non sarà completamente appassita.
  7. Aggiustate di sale e spolverizzate con il peperoncino.
  8. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire le verdure.
  9. Con il mattarello spendete l'impasto fino a ricavarne una sfoglia di cira 3 mm di spessore.
  10. Con un coppapasta o una tazza ritagliate dei dischi di pasta del diametro di 10-12 cm e lo stesso numero di dischi di diametro 6-8cm. Riempite i dischi più grandi con le verdure, quindi posizionate sopra i dischi più piccoli, sollevate i bordi eccedenti e chiudeteli “pizzicando” leggermente i due lembi di pasta in moda da sigillare le panadas.
  11. Infornate a in forno preriscaldato a 200° e cuocete per 15-18 minuti.
  12. Sfornate e servite le panadas calde o tiepide.
Difficoltà: Media - Stagione: Inverno

 

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.

2 Risposte a “Veg panadas sarde alla catalogna piccante”

  1. Con la serata d’essay mi avevi già conquistato. Sul divano mi avevi travolta. Mettiamoci l’idea del cibo sano e sogno…. ma con questi sapori mi rapisci!!!!! Grande Silvia, questo è il miglior regalo possa concedermi. Non chiederei altro, proprio no. Grazie per l’emozione, sei grande!!

  2. Silvia cara, anche da me le seratine film e cena sul divano sono diventate un must…come ben sai anche una sana alimentazione è un must a casa mia, quindi questa ricettina è perfetta da sperimentare una delle prossime sere 🙂 Ti ringrazio e ti abbraccio :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Difficoltà:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.