Crea sito

Torta salata con radicchio rosso, porro, tofu, noci e farina semi-integrale #vegan #senzalattosio

La torta salata con radicchio rosso, porro, tofu e noci è un praticissimo piatto unico che risolve il pasto contendo verdure, carboidrati e proteine vegetali. Meglio preparare la pasta briseè in casa evitando quelle già pronte che pur essendo pratiche spesso contengono ingredienti che potrebbero non essere di qualità come oli idrogenati e farine troppo raffinate con grani di dubbia provenienza. 

Sono giorni molto particolari questi, il Coronavirus ci costringe a casa, limita al massimo i nostri spostamenti, in alcuni casi ha interrotto la nostra attività lavorativa, di sicuro ha stravolto la nostra quotidianità.

Per tutti il periodo è molto duro, il mio pensiero va soprattutto alle famiglie delle persone colpite dalla malattia e al personale sanitario che sta lavorando in maniera estenuante, ma anche a chi ogni giorno ci consente di poter accedere ai negozi di alimentari, di poter usufrure della rete senza la quale saremo completamente isolati, a chi è addetto alla logistica e tutti quelli che proprio a causa dell’emergenza sono costretti a continuare a lavorare per non privare la comunità dei servizi basilari.

Credo che tutti noi dovremo essere grati a queste persone e cercare di aiutarle nell’unico modo che ci è consentito: restando a casa!

Stare in casa non è poi così drammatico, per carattere ho sempre cercato di trasformare i problemi in opportunità, è un brutto momento si sa, ma forse è l’occasione di riscoprire le piccole cose, riprendersi il tempo per sé, dare valore a ciò che ne ha veramente e che spesso diamo per scontato. Forse possiamo anche approfittarne per imparare cose nuove (ci sono tante app, tutorial e corsi gratuiti e non on-line); io ad esempio vinto la timidezza, mi sono messa davanti alla “macchina da presa” e ho realizzato dei video di pratica di yoga per gli allievi dei miei corsi. Ho poi aperto un canale Youtube (The Prana Lab), dove li ho caricati e lasciati accessibili a tutti. Il canale è ancora molto scarno, ma cercherò di rimpinguarlo nei prossimi giorni, non credo che il tempo mi mancherà ed è così che ho deciso di investire le mie giornate da “reclusa”.

Naturalmente buona parte del tempo lo dedico anche a cucinare. Se di solito non avete molto tempo per stare ai fornelli questo è il momento giusto per far tornare la preparazione del cibo un momento importante della nostre giornate. Spesso trascuriamo la cucina, facciamo ricorso a cibi pronti perchè il lavoro e gli impegni quotidiani non ci lasciano spazio, ma il cibo cucinato in casa con amore è senza alcun dubbio più buono e sano.

Oggi vi lascio una bella ricetta di una torta rustica, la torta salata con radicchio rosso, porro tofu e noci: non contiene farine raffinate come la 00 o la 0 (sapete che non le uso) ma usa la farina integrale e la tipo 1. E’ semplice da preparare e da sola risolve il pasto in modo completo perchè contiene verdure, proteine vegetali e carboidrati

Affrettatevi a provarla perchè la stagionalità del radicchio e del porro sta quasi per finire e questa torta salata davvero merita!!! Ah dimenticavo, se non amate il tofu, non temete, mio marito non si è neppure accorto che l’avevo messo nella torta….

Torta salata con radicchio rosso, porro, tofu, noci e farina semi-integrale

Torta salata con radicchio rosso, porro, tofu e noci #vegan #senzalattosio
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Di:
Portata: torte salate
Cucina: Naturale vegetariana/vegana
Porzioni: 4
Cosa serve:
  • Farina bio tipo 1, 200 g
  • Farina integrale bio 100 g
  • Olio extra vergine di oliva, 70 g + 3 cucchiai
  • Radicchio rosso, 1 cespo
  • Porro (inclusa la parte verde), 1
  • Tofu bio al naturale, 135 g
  • Gherigli di noci, 70 g
  • Latte di soia biologico, 100 ml
  • Sale marino integrale, q.b
Come fare:
  1. Setacciate e miscelate le farine, aggiungete un cucchiaino da caffè di sale e 70 g di olio evo miscelate fino a ottenere un impasto che tenda a sbriciolarsi, quindi unite 100 ml di acqua freddissima e impastate rapidamente (meglio se con la plantetaria) per non scaldare troppo l'impasto.
  2. Formate un panetto, avvolgetelo nella carta da forno e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  3. Lavate e mondate il porro e il radicchio e tagliateli a strisce dello spessore di un centimetro.
  4. In una padella mettete 3 cucchiai di olio, scaldate e buttatevi il porro, lasciate insaporire per un paio di minuti a fuoco dolcissimo, quindi unite il radicchio rosso.
  5. Rimestate le verdure lasciatele cuocere per 10 minuti a padella coperta, aggiungendo solo se necessario pochissima acqua. A cottura ultimata aggiustate di sale.
  6. Accendete il forno e portatelo a 170°
  7. Tagliate il panetto di tofu a dadini e mettetelo nel mixer con i ⅔ ei gherigli di noce, il latte di soia, un pizzichino di sale e un filo di olio. Azionate il mixer e riducete il tofu ad una consistenza cremosa, unite le restanti noci ed azionate di nuovo, brevemente, per tritarle grossolanamente.
  8. Estraete dal frigorifero il panetto di pasta briseé, mettetelo tra due fogli di carta da forno e con un mattarello stendete l'impasto dando forma circolare.
  9. Eliminate uno dei due fogli di carta da forno ed utilizzate l'altro per foderare la tortiera, quindi stendetevi l'impasto avendo cura che i bordi della pasta eccedano rispetto alla circonferenza del contenitore.
  10. Stendete sul fondo dell'impasto la crema che avete realizzato con il tofu e le noci tritate, ricoprite con le verdure completamente scolate da eventuali residui di acqua, quindi ripiegate i bordi della pasta all'interno.
  11. Infornate a forno caldo e cuocete per 30-35 minuti fino all'inizio della doratura della pasta.Se il ripieno dovesse tendere a scurirsi, coprite con un foglio di carta da forno solo la parte centrale. Servite la torta salata con radicchio rosso e porri leggermente calda o tiepida.

Seguimi anche su Facebook, Instagram e Pinterest, se hai dubbi sulle mie ricette, contattami attraverso i social, ti risponderò al più presto.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Difficoltà:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.