Sogliole in salsa di uva al timo

sogliole

Lo ammetto, questa ricetta non è farina del mio sacco! In questi giorni sono stata piuttosto presa per via del lavoro e per i mille impegni della vita quotidiana che noi tutti abbiamo. In questi momenti frenetici a farne le spese è proprio la sperimentazione culinaria. Quando si ha poco tempo è normale ricorre alle ricette di routine oppure scopiazzare dalle riviste che di cui ci fidiamo di più per evitare di trovarci con il pranzo o la cena del tutto compromessi a causa delle nostre velleità da piccoli chef!

 

Ed ecco che sono ricorsa ad una delle riviste che più mi piacciono e di cui mi fido maggiormente, Cucina Naturale. Questa ricetta è tratta un un vecchio numero, ma mi aveva da subito colpito per il modo creativo in cui sono cucinate le sogliole, uno dei pesci che meno stimola il mio estro culinario. Sarà che da bambina era il cibo riservato a quando stavo poco bene, sarà che le sue carni poco saporite possono risultare noiose al palato, quando devo cucinare la sogliole vado sempre un po’ in crisi. Ero, quindi, davvero curiosa di provare questo piatto dai sapori garbati ed insoliti. Ebbene, le sogliole così cucinate sono davvero gustose, altamente digeribili e per niente banali.

Visto che le sogliole sono pesci spesso consigliati nella dieta dei bambini, sostituite il vino bianco con del brodo vegetale e fate assaggiare questa ricetta anche a loro, di sicuro, qualche piccolo buongustaio apprezzerà!

Ah, dimenticavo, la ricetta non è riproposta integralmente, ma ho fatto qualche piccola variazione in fase di preparazione per renderla ancora più rapida. Doveroso precisarlo!

sogliole

Sogliole in salsa di uva rossa al timo

Ingredienti per 4 persone

  • Sogliole, 4
  • Uva rossa, 350 gr
  • Cipolle rosse di Tropea, 2
  • Timo fresco, 6 rametti
  • Vino bianco aromatico secco, mezzo bicchiere (o brodo vegetale senza glutammato né grassi idrogenati)
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale marino integrale

Preparazione

  • Tritate finemente le cipolle e pulite il timo. Lavate l’uva e tagliate gli acini a metà per il lungo.
  • In una padella scaldate l’olio e soffriggete la cipolla e il timo, abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento per 15 minuti, eventualmente bagnando con pochissima acqua.
  • Una volta trascorso questo tempo, togliete dalla padella l’olio filtrato e il timo e teneteli da parte.
  • Nella stessa padella della cipolla, mettete il vino bianco e gli acini d’uva, insaporiteli brevemente, salateli, quindi abbassate la fiamma e cuocete la salsa per 5 minuti a fuoco lentissimo.
  • Rimuovete la salsa dalla padella, unite le sogliole e cuocetele 5 minuti per lato, quindi rimettete a cuocere con le sogliole la salsa, l’olio tenuto da parte e il timo. Insaporite per un paio di minuti, aggiustate di sale e servite il piatto ben caldo.

 

Print Friendly, PDF & Email

6 comments

  1. Erica Di Paolo says:

    Silvia!!!!!!!!!!!!!!!!! Io avevo proposto i filetti di sogliola così, con l’uva fragola. Per cui non posso che dirti che so bene quanto sia buono questo piatto!!!!! Mannaggia al tempo tiranno: le sperimentazioni culinarie sono fondamentali al benessere quotidiano ^_^
    Ah, oltretutto oggi ho fatto un piatto con uva e timo. Stiamo diventando telepatiche? Lo posterò in settimana ^_^
    Bravissima dolcezza, un abbraccio!

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Meraviglia di telepatia! Cavoli, con l’uva fragola, chissà che spettacolo! Erica non me lo dire son qua che fremo che voglio fare mille sperimentazioni, la creativirà mi esce dalle orecchie, ma il tempo è mio nemico acerrimo. Non vedo l’ora di leggere delle tue meraviglie culinarie. IO adesso mi butto sulla zucca e con questo freddino anche il cioccolato extra black mi sta ispirando parecchio. Ti abbraccio!

  2. Liz says:

    Il pesce mi piace molto e questa ricetta mi sembra molto appetitosa e originale. La proverò !…. A proposito ho proposto il tuo pesto di zucchine la scorsa settimana in una cena tra amiche: ha fatto un successone sia come condimento per la pasta che come salsa per decorare delle tartine. GRAZIE ! A presto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.