Pesto di salvia vegano con mandorle e tofu

pesrto di salvia vegano

Questo è il tipico esempio di ricetta nata dall’esigenza di “far fuori” un ingrediente, la salvia. Ne avevo veramente una quantità esagerata, le piantine che crescono sul mio terrazzo erano ormai fuori controllo e, come se non bastasse, mio fratello aveva sfoltito quella del suo mini orto e me ne aveva regalata una borsa piena.

Adoro le aromatiche e desto buttare via il cibo, ma che fare con tutta quella salvia? Ne ho omaggiato a amici e vicini di casa ed ancora ne avevo una tonnellata. L’ho essiccata per le tisane, l’ho congelata per insaporire i cibi, ne ho fatto del sale aromatico….ma ancora non era terminata!

Così è nato il mio pesto di salvia vegano, un delizioso e saporitissimo condimento per la pasta, e non solo. Anche se non amate il tofu non temete, l’aroma inconfondibile della salvia mitigherà il suo gusto un po’ difficile. Posso dirvi che anche mio marito, che alla parola tofu fugge il più lontano possibile dalla cucina, ha mangiato con gusto un piatto di spaghetti integrali con questo condimento e neppure si è accorto che fosse tra gli ingredienti.

Se pensate che la salvia abbia un gusto troppo forte per voi, vi consiglio di alterare le proporzioni e di usare meno salvia e più tofu, il risultato sarà più delicato e cremoso.

Una ricetta per le donne

Questa è una ricetta che mi sento di consigliare soprattutto alle donne in età da climaterio e pre-menopausa perché è ricca di estrogeni vegetali, importanti in quella fase della vita, contenuti sia nella salvia, sia nella soia di cui il tofu è un derivato. Gli estrogeni vegetali, infatti, contrastano vampate, irritabilità, insonnia, osteoporosi e molti altri disturbi che possono comparire quando la produzione di ormoni femminili comincia a calare. Le mandorle, inoltre, sono un ottime per prevenire l’osteoporosi.

La soia un alimento benefico o a rischio?

La soia è senza dubbio uno dei cibi più dibattuti al momento, un po’ perchè buona parte coltivazioni di questo legume sono OGM, un po’ per diversi effetti che può avere sull’organismo proprio per la sua ricchezza in estrogeni.

La soia ha senza dubbio anche dei grandi vantaggi supportati da studi scientifici: è una buona fonte di proteine vegetali, riduce il colesterolo e ha dimostrato un’ottima capacità di prevenire il cancro al seno.

Ecco allora alcune regole per utilizzare la soia a cuor leggero, sfruttandone i benefici e arginando i rischi:

  • scegliere sempre soia biologica certificata no OGM e proveniente da aziende affidabili
  • cuocere sempre i fagioli di soia
  • preferire la soia fermentata sotto forma di miso, tempeh, natto e salsa di soia
  • non eccedere nel consumo di soia e derivati specie di sottoprodotti quali panna, hambuger e bistecche di soia, tutti prodotti lavorati che poco hanno di naturale.

Questo ultimo consiglio, vale tra l’altro per molti altri alimenti, ecco perché è bene mantenere una dieta sana e variata senza eccedere con alcun alimento, regola valida anche per evitare di incorrere in intolleranze alimentari.

pesto di salvia vegano

Pesto di salvia vegano con mandorle e tofu

Pesto di salvia con mandorle e tofu
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Di:
Portata: Salse/condimenti
Cucina: Vegana
Porzioni: 4
Cosa serve:
  • Salvia fresca, 30 foglie
  • Mandorle pelate, 2 cucchiai
  • Tofu bio al naturale, 30 g
  • Aglio, 1 spicchio
  • Limone bio, una scorzetta
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Sale marino integrale
Come fare:
  1. Prima di procedere con la ricetta mettete le lame del mixer nel congelatore per 20/30 minuti
  2. Portare a bollore un po' d'acqua con la scorzetta di limone e un po' di sale, cuocetevi il tofu per 5 minuti e fatelo raffreddare.
  3. Mondate la salvia, pelate l'aglio ed eliminate il germoglio, quindi trasferiteli nel mixer e frullate ad intermitteza avendo cura di non surriscaldare le lame.
  4. Unite il tofu e azionate nuovamente, aggiungete infine le mandorle e tritale grossolanamente.
  5. Aggiustate di sale e completate con l'olio fino a rendere il composto cremoso.
  6. Date un'ultima breve frullata per amalgamare gli ingredienti,
Mi piace perchè:
Perchè è il tipico esempio di cucina preventiva ove con l'alimentazione possiamo aiutare il nostro organismo a stare meglio. Questa ricetta è ideale per le donne nella fase di climaterio, pre-menopausa.

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.

4 Risposte a “Pesto di salvia vegano con mandorle e tofu”

  1. Non sono ancora riuscita a reintegrare la soia, dopo l’intossicazione riscontratami lo scorso anno. Ho un po’ paura, ma il tofu (soprattutto) mi manca molto.
    Questo pesto dev’essere la fine del mondo ^_^

    1. Ciao carissima Erika, io non faccio grande uso di soia, ma ogni tanto anch’io ne ho voglia. Mi spiace per la tua intossicazione, passo passo ce la farai a reintegrarlo. Intanto puoi provare il pesto utilizzando al posto del tofu del formaggio, una creativa in cucina come te cosa suggerirebbe? Quartirolo può andare?

  2. Wow questo pesto dev’essere proprio super!!! Lo provo prestissimo, il mio giardino è stato invaso dalla salvia perciò la materia prima non mi manca 😀 Complimenti per la ricetta, un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Difficoltà:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.