Minestrone invernale ai quattro cereali

minestrone

Si fa presto a dire minestrone, ma quante versioni ne esistono? La prima volta che mi sono cimentata nella preparazione di questo piatto a base di verdure, e parlo di un bel po’ di anni fa, ho cercato e ricercato tra i ricettari di mamma, né ho trovato una miriade di versioni, nessuna uguale ad un’altra.

In Italia probabilmente ne esistono una ventina di varianti, una per ogni regione, col pesto in Liguria, con il riso in Lombardia, con la pasta in Campania e via dicendo, la ricetta dipende anche molto stagione e, un tempo, da ciò che gli orti regalavano alle massaie.

 

Dopo anni di preparazione di questo piatto ho creato la mia personale interpretazione, io lo prediligo con le verudure di invernali come la verza e soprattutto con cereali misti: riso, farro, orzo e kamut.

Rimane il fatto che il minestrone è una certezza, la certezza di mangiare qualcosa di buono e sano, di fare il pieno di verdure in maniera piacevole e confortante. Per chi è a dieta la certezza di un piatto appetitoso e poco calorico, non poteva quindi mancare a completamento della carrellata di piatti detox di questo mese.

minestrone

Minestrone invernale ai quattro cereali

Ingredienti per 4/6 persone

  • Cipolla, 1
  • Carota, 2
  • Sedano, 1 costola
  • Verza, un quarto
  • Spinaci, due manciate
  • Zucca, un pezzetto
  • Patate, 2
  • Porro, 1
  • Aglio, 1 spicchio
  • Prezzemolo, 3 rametti
  • Mazzetto aromatico (salvia, rosmarino, basilico)
  • Passata di pomorodo fatta in casa o bio, 3 cucchiai
  • Fagioli borlotti cotti, 230 gr
  • Riso integrale bio, 30 gr.
  • Farro perlato bio, 30 gr
  • Orzo perlato bio, 30 gr
  • Kamut bio, 30 gr
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale marino integrale
  • Pepe nero da macinare

Preparazione

  • Pelate la patate, la cipolla e la zucca, lavate le verdure tagliatele a tocchetti.
  •  Tuffate le verdure in tre litri d’acqua salata e cuocete a fuoco dolce e pentola coperta (meglio se di coccio), per un’ora e mezza.
  • Trascorso questo tempo unite la passata di pomodoro, quindi, con un frullatore ad immersione, frullate parzialmente le verdure.
  •  Aggiungete il riso integrale e il kamut e cuocete per 15 minuti, quindi, unite il farro e l’orzo, i fagioli borlotti scolati dell’acqua di conserva e continuate la cottura per altri 25 minuti.
  • Lavate e pulite il prezzemolo e le erbe aromatiche, sbucciate l’aglio e tritateli insieme molto finemente e incorporate il trito nella minestra. Cuocete per altri 5 minuti togliendo il coperchio e alzando leggermente la fiamma se volete una minestra più densa.
  • Servite con olio crudo e pepe macinato fresco

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

8 comments

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Grazie, per me è una vera coccola, con inoltre la certezza di farmi del bene. Un abbraccio a te, dolcissima Ely 😉

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Il trionfo della semplicità che in fondo riesce sempre ad essere apprezzabile. Un abbraccio forte, carissima

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Ciao Maria Grazia, benvenuta qui! Sono io ad essere felice di aver trovato un’altra persona che la pensa come me! Farò un salto a trovarti su tuo blog. Un caro saluto 🙂 Silvia

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Non dirmlo a me! A volte ne sento veramente l’esigenza e ne preparo dei pentoloni che congelo e tiro fuori all’occorrenza. Un abbraccio, carissima 🙂

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.