Marmellata di arance e mandorle al profumo di cannella, ricetta low sugar

Marmellata di arance

La preparazione delle fritole di Carnevale ha lasciato nella mia cucina un meraviglioso profumo di scorzetta d’arancia.

Gli agrumi mi danno energia, mi fanno pensare al lato bello dell’inverno: sarà per l’olio essenziale contenuto nella buccia d’arancia (un potente antidoto contro il cattivo umore), sarà perché questo frutto è un po’ misterioso, sembra una palla di fuoco, un sole acceso e cresce proprio nel periodo dell’anno in cui il sole scarseggia.

Così, mentre fuori cadeva la neve, ho pensato che poteva essere il colpo di coda dell’inverno, una stagione che tra poco più di un mese sarà terminata.  Siamo tutti felici quando l’inverno ci lascia, giornate più lunghe e tiepide ci attendo e ci fanno presagire la nostra rinascita. Ma diciamoci la verità, anche l’inverno ha i suoi pregi: coccole e coperte calde, caminetti scoppiettanti, paesaggi imbiancati di neve e…gli agrumi!

Ecco allora che ho deciso di conservare un po’ della magia dell’inverno in un vasetto, una marmellata di arance e cannella, un classico dei mesi freddi, con in più una manciata di mandorle tritate per un risultato ancora più goloso…per godere delle gioie dell’inverno anche in primavera!

Marmellata arance e cannella

 Marmellata di arance e mandorle al profumo di cannella

Ingredienti per un vasetto da ca. 300 gr.

  • Arance bio, 1 kg
  • Mandorle pelate, 10
  • Zucchero di canna grezzo, 2 cucchiai
  • Addensante per marmellate a base di agar agar
  • Cannella in polvere, una spolverata

Preparazione:

  • Sbucciate le arance, tenente da parte la buccia di una esse che sia ben compatta e non rovinata. Pelate gli spicchi al vivo e, comunque, eliminate le parti bianche che sono amare.
  • In una casseruola ponete gli spicchi pelati e ridotti a tocchetti e cuocete a tegame coperto per ca. 45  minuti. Se necessario aggiungete poca acqua per evitare che la frutta si attacchi alla pentola.
  • Con un coltellino eliminate la parte bianca e spugnosa della buccia d’arancia che avete tenuto da parte, riducete la scorza arancione in listarelle sottili e unite alla frutta nel tegame. Continuate la cottura per altri 45 min.
  • In una piccola padella o nel forno, tostate brevemente le mandorle. Ponetele nel frullatore e tritatele grossolanamente.
  • Fate addensare la marmellata unendo l’apposito addensante fino a che non avrà raggiunto la consistenza desiderata (fate la prova del piattino descritta qui). Incorporate lo zucchero e cuocete ancora per qualche minuto fino a che non si sarà sciolto completamente.
  • Terminate unendo alla marmellata le mandorle tritate e la cannella a piacere.
  • Mettete  la marmellata ancora calda nel vaso di vetro con tappo twist off che avrete in precedenza sterilizzato. Riempite completamente il vaso, chiudetelo e capovolgetelo. Lasciate raffreddare a vaso capovolto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.