Crea sito

Insalata di seppie e radicchio in saor

Insalata di seppieDa quando ho assaggiato il saor, il condimento agrodolce tipico della cucina veneziana, cucinerei qualsiasi cosa in questo modo. Forse non l’ho mai rivelato, ma vado pazza per l’agrodolce o quantomento per i contrasti di gusto un po’ azzardati. Amo infatti i piatti orientali a base di frutta e ingredienti salati (verdure,pesce, pollo) purchè non si calchi troppo la mano con l’aspetto zuccherino che trovo un decisamente stucchevole. Il saor, invece, è perfetto poiché utilizza solo l’uvetta sultanina, quindi zuccheri di qualità, oltre che di sapore decisamente più raffinato.

 

Alcuni giorni fa sfogliando vecchie riviste (ho la casa letteralmente invasa!) in cerca di ispirazioni culinarie, mi sono imbattuta nell’insalata di seppie e radicchio in saor. E’ stato amore a prima lettura! Avevo tutti gli ingredienti in casa, et voilà, piatto pronto in un tempo relativamente breve, fatto salvo il tempo di marinatura che tra l’altro è un bel vantaggio. Se ci pensate, in caso di un pranzo o una cena con ospiti, avere la possibilità di giocare con un certo anticipo è senza dubbio una gran cosa: cucinare la sera prima per il giorno dopo, così da avere tutto il tempo per dedicarsi alla mise en place, alla casa, o perchè no, a se stessi!

Ad onor del vero, la ricetta originale del saor prevederebbe anche la cipolla e in alcuni casi i pinoli che in questo caso sono stati omessi. Il risultato è, tuttavia, davvero notevole, un vera armonia di sapori che mi ha conquistato.

 Con questo piatto partecipo a Salutiamoci di Febbraio il cui ingrediente del mese è il radicchio.MangiarbeneLa raccolta delle ricette a Febbraio è effettuata da Lucrezia del blog Peanut in cookingland.

Insalata di seppieInsalata di seppie e radicchio in saor

Ingredienti per 4 persone

  • Seppie, 1, 2 kg
  • Cipolla, 1 piccola
  • Carota, 1
  • Sedano, 1 costola
  • Radicchio rosso, 1 cespo
  • Acciughe, 3
  • Aceto di mele, mezzo bicchiere + 2 cucchiai
  • Uva sultanina, 50 gr
  • Alloro, 1 foglia
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale marino integrale
  • Pepe nero in grani, 5 grani

Preparazione

  • Preparate il court-bouillon mettendo in una pentola con due litri d’acqua fredda salata, la carota, il sedano, la cipolla, mezzo bicchiere di aceto di mele, il pepe in grani e l’alloro. Immergete la seppia opportunamente pulita e lavata e portate a bollore. Da quel momento cuocete per 20 minuti, quindi, verificate lo stato di cottura della seppia e spegnete il fuoco. Lasciate intiepidire il pesce nell’acqua di cottura.
  • Mettete l’uvetta in ammollo in acqua appena tiepida. Lavate il radicchio e tagliatelo a striscioline sottili, quindi ponetelo in una terrina.
  • Prelevate la seppia tiepida dall’acqua di cottura e riducete anch’essa a strisce dello spessore di un centimetro, quindi unitela al radicchio
  • In una pedella scaldate 5/6 cucchiai di olio, stremperatevi le acciughe, unite due cucchiai di aceto e l’uvetta strizzata dall’acqua di ammollo.
  • Cuocete per un paio di minuti, poi versate il condimento ancora caldo sull’insalata di seppie e radicchio.
  • Prima di servire lasciate riposare per qualche ora in un luogo non troppo freddo, in modo che l’insalata assorba il “saor”.
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.