Crudité di carciofi

Insalata di carciofi e grana

Oggi vi presento la mia verdura preferita: il carciofo.  Adoro i carciofi, li ho sempre amati, ma ultimamente ne vado letteralmente pazza tanto che, quando li vedo in bella mostra sul banco del mercato, non riesco a resistere all’acquisto, nonostante ne possieda già una discreta scorta a casa.

L’assurdo è che mi impegno anche a trovare una scusa per autogiustificare il mio comportamento compulsivo, sono sempre troppo belli, troppo biologici, troppo convenienti o troppo scontati. Ed ecco che mi ritrovo con l’ennesimo mazzo di carciofi nel frigo!

Concorderete con me che il carciofo è uno strano ortaggio. Dal carattere pungente, unisce un aspetto esteriore rude e spinoso ad un cuore decisamente morbido, un gusto amarognolo e tannico ad un retrogusto inaspettatamente dolce e delicato.

Non sono tipo da grandi smancerie e i carciofi mi ricordano una categoria di individui che mi piacciono molto, quelli dalla personalità apparentemente spigolosa che, scava scava, rivelano però un cuore grande e tenero.

Dopo tutto questo chiacchierare, di cui certo poco vi importa, eccoci alla ricetta di oggi, una crudité di carciofi di una semplicità straordinaria, al limite del banale. Io la cucino spessissimo per tre ordini di motivi (oltre alla necessità oggettiva di svuotare il frigo stipato di carciofi :-)): perché il mio maritino ama questo piatto e io non rinuncio alla tentazione di prenderlo per la gola, perché è super rapido e quando ho poco tempo è pronto in un battibaleno (altro che surgelati!), perché è davvero sano e ricco di vitamine e sali minerali che con la cottura in parte andrebbero persi.

C’è poi un altro motivo ed è forse il più importante, i carciofi crudi hanno delle straordinarie proprietà detox, agiscono da stimolanti e protettori del fegato e possono avere degli effetti positivi sull’abbassamento del colesterolo. Proprio quello che ci serve per rimetterci in sesto in vista dell’imminente stagione primaverile, quindi, largo ai carciofi!

 crudité di carciofi

Crudité di carciofi

Ingredienti per 4 persone:

  • Carciofi, 4/6 teneri
  • Limone, 1 ½
  • Grana Padano, qualche scaglia
  • Aceto balsamico di Modena, q.b
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale Marino integrale
  • Pepe bianco

Preparazione

  • Spremete i limoni e ricavatene il succo. Lavate i carciofi, privateli dei gambi (teneteli da parte per altre preparazioni) e delle foglie esterne più coriacee, utilizzate solo la parte interna del carciofo, dove le foglie iniziano a diventare di un verde più tenue.
  • Private i carciofi delle spine o delle punte, anch’esse dure. Con un coltello ben affilato , affettati gli ortaggi a rondelle dello spessore di pochi millimetri. Mano mano che li tagliate, poneteli in un piatto e bagnateli subito con il succo di limone per evitare che anneriscano.
  • Stendete i carciofi irrorati con il limone su di un piatto da portata come se si trattasse di un carpaccio, salate, pepate, aggiungete qualche goccia di aceto balsamico e annaffiate il piatto con l’olio di oliva.
  • Terminate la preparazione decorando la superficie con delle scaglie di grana.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

4 comments

  1. nunzia says:

    sono d’accordo in tutto con io li adoro sarà perchè sono romana l’unco difetto che hanno secondo me è che sono cari bisogna aspettare la primavera inoltrata per trovarli a un prezzo accettabile comunque W i carciofi

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Anch’io sono d’accordo con tutto quello che dici. I carciofi sono davvero troppo cari! Siccome li adoro sono attenta a tutte le offerte per potermeli accaparrare in tutta la stagione, ma in primavera, quando i prezzi scendono, ne faccio delle vere scorpacciate! A presto Nunzia e…W i carciofi 😉

  2. antonella says:

    Anche io ho una grande passione per i carciofi. Ti ringrazio per questa ricetta che riproporró al mio ragazzo stasera. Spero di ricambiare dandoti una ricetta sarda (campanilisticamente non perdo mai occasione per rendere onore alla cucina della mia regione): pasta fresca con carciofi e bottarga. Semplicissima: si saltano (poco, devono restare quasi croccanti) i carciofi con dell’aglio e a fuoco spento si aggiunge abbondante bottarga di muggine spolverata. Spero ti piaccia 😉

    • Silvia says:

      Ciao Antonella! Spero che il tuo ragazzo gradisca. Grazie per la tua ricetta, amo molto la cucina tradizionale e la tua ricetta mi sembra un vera meraviglia. Puoi giurarci che la proverò. Un saluto 😉

Lascia un commento

*