Il risotto zucca e borlotti di nonna

Risotto zucca

In assenza di tempo per le sperimentazioni culinarie si va a ripescare anche tra le vecchie ricette, quelle che da un po’ di tempo non si ritiravano fuori, quelle che sono legate al passato, quelle che non si ricordavano più.

Ad onor del vero questa ricetta io me la ricordo benissimo, anzi, la definirei la “ricetta dei ricordi” per eccellenza perchè è il piatto che cucinava sempre la mia nonna materna.

Come la raffigurereste una nonnina? Nell’immaginario collettivo la nonna è una amabile creatura virtuosa ai fornelli e sempre intenta a sfornare torte e dolcetti.

Ecco, no, la mia non era proprio così! A parte essere una specie di generalessa sempre sull’attenti, credo di non aver mai assaggiato una torta fatta con le sue mani. In compenso cucinava con grande destrezza tre o quattro piatti della cucina tipica brianzola e milanese cose tipo mondeghili, ris erburin e curada (cioè, traduco, minestra di riso, prezzemolo e polmone di vitello) e la ben più nota cassoeula, insomma, tutta roba leggerina…

Il suo cavallo di battaglia, però, era proprio questo risotto zucca e borlotti che lei faceva in maniera davvero superba e che io adoravo. Lei lo chiamava la minestra di zucca, perchè ce ne metteva talmente tanta da farlo diventare una specie di crema di zucca con il riso e i fagioli.

Solo una precisazione, ho lasciato la ricetta tale e quale, quindi, con un pezzetto di burro perchè la nonna scuoterebbe la testa al solo pensiero di utilizzare altro per la mantecatura!

Se però non volete o non potete assumere grassi saturi, un cucchiaino di panna di soia o qualche scaglia di lievito andranno benissimo. Non diciamolo troppo in giro però, la nonna, decisamente, non sarebbe d’accordo! 😉

risotto zucca

Risotto zucca e borlotti

Ingredienti per 4 persone

  • Riso Carnaroli, 320 gr
  • Zucca mantovana pulita, 450 gr
  • Fagioli borlotti freschi, 500 gr (in baccello)
  • Cipolla, 1
  • Rosmarino, 2 rametti
  • Salvia, 1 foglia
  • Alloro, 1 foglia
  • Vino bianco secco, mezzo bicchiere
  • Brodo vegetale senza glutammato né grassi idrogenati
  • Olio extra vergine di oliva
  • Burro (sì avete letto bene!) di malga o bio , una noce oppure un cucchiaino di panna di soia
  • Parmigiano grattugiato, un cucchiaino
  • Sale marino integralerisotto zucca

Preparazione

  • Sgranate i fagioli, tuffateli in abbondante acqua leggermente salata, aggiungete 1 rametto di rosmarino, la foglia di salvia e quella di alloro e cuocete a fuoco dolcissimo per 30/40 minuti.
  • Scolate i fagioli e teneteli da parte.
  • Tagliate la zucca a tocchetti e scottatela 5 minuti nella vaporiera o in acqua bollente.
  • Tritate la cipolla, quindi soffriggetela in una pentola con poco olio. Tostate il riso nel soffritto mescolando continuamente, poi bagnate con poco vino bianco e aggiungete la metà della zucca e un mestolo di brodo. Cuocete 5 minuti sempre mescolando. Unite la restante zucca e continuate la cottura per altri 8 minuti rimestando e aggiungendo il brodo all’occorrenza.
  • Aggiungete i fagioli, il rametto di rosmarino, aggiustate di sale e terminate la cottura del risotto per altri 5 minuti.
  • Spegnete il fuoco, unite la noce di burro o la panna di soia e il parmigiano, mescolate, coprite la pentola e fate riposare il riso per 2 minuti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

4 comments

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Ciao Carmela, questo risotto è davvero speciale, per me, poi, ha un gusto particolare perchè mi ricorda l’infanzia. Sapessi quanto ti invidio per la zucca dell’orto, io purtroppo devo ricorrere al mercato e sappiamo che il sapore non è proprio lo stesso. Grazie per la tua visita e un abbraccio.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.