Crea sito

Frittata al tarassaco e cipollotto con semi di papavero

frittata al tarassaco

Da bambini ci abbiamo giocato un po’ tutti. In estate, quando il suo fiore giallo-oro si trasforma in un soffione per disperdere i suoi semi nei prati, il tarassaco diventa l’attrazione preferita dei bambini. Quest’erba dalle eccezionali proprietà, nella stagione primaverile non può mancare sulle nostre tavole; è molto drenante, stimola la bile e depura il fegato. Nella medicina naturale è la regina dei trattamenti disintossicanti di primavera. Il suo sapore amarognolo non è, purtroppo, gradito a tutti tanto che molti rinunciano a consumarlo crudo.

 

Se proprio l’insalata di tarassaco non fa per voi, orientatevi su piatti cotti che includano questo ortaggio. Quella che vi propongo oggi è una semplice frittata di tarassaco in versione leggera, senza burro né parmigiano, e con cottura al forno. E’ un modo davvero sfizioso per mangiare il tarassaco e vi assicuro che anche i bambini l’apprezzeranno. Insaporitela con dei teneri cipollotti primaverili e con dei semi di papavero e avrete un piatto vegetariano veloce, gustoso e sano. Scegliete sempre e comunque uova di provenienza biologica e non consumatene più di tre alla settimana.

frittata al tarassaco

Frittata al tarassaco e cipollotto con semi di papavero

Ingredienti per 4 persone

  • Tarassaco, 250 gr
  • Cipolloto, 4
  • Uova bio, 8
  • Semi di papavero, 4 cucchiaini da caffè
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale marino integrale
  • Pepe macinato fresco

Preparazione

 

  • Pulite il cipollotto, lavatelo e tagliatelo a rondelle non troppo sottili. Lavate il tarassaco e spezzettatelo con le mani.

 

  • Portate il forno a 180°.

 

  • In una padella che possa essere infornata, scaldate poco olio e a fuoco dolcissimo soffriggete il cipollotto. Unite il tarassaco e insaporite per qualche minuto fintanto che le erbe non saranno appassite.

 

  • In una capiente ciotola sbattete le uova con una forchetta per amalgamare completamente i tuorli agli albumi. Unite due cucchiai di semi di papavero, salate e pepate e mescolate ancora accuratamente.

 

  • Alzate leggermente la fiamma sotto la padella e versate le uova sbattute nella padella con le erbe. Decorate la superficie con i restanti semi di papavero. Trasferite quindi la padella nel forno e continuate la cottura in forno per altri 10/15 minuti. La frittata al tarassaco sarà pronta quando completamente solida inizierà a staccarsi dai bordi della padella.

 

  • Sfornate e servite la frittata calda o tiepida.

 

Ti è piaciuta questa ricetta? Segui anche la pagina Facebook cliccando Mi Piace.

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.

2 Risposte a “Frittata al tarassaco e cipollotto con semi di papavero”

    1. Anch’io adoro il tarassaco, lo so che può sembrare una stranezza, ma i cibi amari mi piacciono un sacco, sarà perchè il troppo dolce mi infastidisce? :-):-):-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.