Risotto ai funghi porcini

Per l’arrivo dell’autunno vi propongo il risotto ai funghi porcini, un classico da arricchire con della salsiccia fresca, per un piatto gustoso e saporito, adatto al pranzo domenicale in famiglia. Io ho usato i funghi secchi, ma se volete potete prepararlo con quelli freschi, o quelli surgelati. Che ne dite ci proviamo?

Risotto ai funghi porcini
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il risotto ai funghi porcini

  • 400 griso Carnaroli o arborio
  • 3salsicce fresche (300 gr circa)
  • 30 gfunghi porcini secchi
  • 2 cucchiaiOlio evo
  • 1 cucchiaiocipolla tritata
  • 1 bicchierevino rosso
  • 1200 mlbrodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • 2 cucchiaipecorino o parmigiano grattugiato
  • 1noce di burro
  • Prezzenolo tritato

Preparazione del risotto ai funghi porcini

  1. Per prima cosa preparate il brodo vegetale facendo bollire le verdure (carote, sedano, cipolla, pomodoro) e sale, oppure usate il dado possibilmente senza glutammato e a basso contenuto di sale.

    Mettete i funghi secchi a bagno in acqua tiepida per almeno 20 minuti.

    Nel frattempo togliete la pelle alle salsicce e ottenete dei piccoli pezzi. Tritate la cipolla.

    Adesso in una casseruola capiente versate i due cucchiai di olio e la cipolla e fatela rosolare. Trascorsi 2/3 minuti unite i pezzetti di salsiccia e fateli rosolare a fuoco medio.

    Mentre la salsiccia cuoce, strizzate i funghi e sciacquateli sotto l’acqua fresca. Scegliete se usarli a pezzi grossi oppure fateli in piccoli pezzetti.

    Quando la salsiccia è rosolata versate il vino e fate evaporare a fuoco vivace. Unite i funghi e fate asciugare quasi del tutto il liquido formatosi.

    E’ il momento di versare il riso e farlo tostare mescolando bene. Trascorsi 3/4 minuti versate parte del brodo fino a coprire il riso e cominciate a mescolare.

    Man mano che il brodo si asciuga aggiungetene altro sempre mescolando.

    A qualche minuto dal termine della cottura assaggiate e regolate di sale.

    Portate a cottura il riso seguendo le indicazioni del tempo sulla scatola, tenendo presente che va spento quando è al dente e quando c’è ancora un pochino di liquido cosicché nei 5 minuti di riposo lo assorbirà completando la cottura e rimanendo all’onda, cioè non asciutto.

    Quando spegnete il vostro risotto ai funghi procedete con la mantecatura, lontano dal fuoco, aggiungendo il burro e il pecorino, mescolando vigorosamente.

    Versate nel piatto da portata, una girata di pepe, un poco di prezzemolo tritato e lasciate riposare per 5 minuti.

    Servite con un bicchiere di buon vino!

Il risotto ai funghi porcini si gusta al meglio se consumato subito,se avanza scaldate una padella appena appena unta versate il risotto avanzato e schiacciatelo per formare una sorta di frittata, girate, cospargete di pecorino grattugiato e gustate.

Se usate funghi freschi o congelati seguite lo stesso procedimento tranne l’ammollo ovviamente.

Se vi è piaciuta questa ricetta e per domande o chiarimenti lascia un commento e seguimi anche su Facebook e su instagram

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.