Crea sito

Spaghetti alla chitarra con nduja, pomodorini e ricotta salata.

Il sapore piccante, la sapiente lavorazione di questo insaccato calabrese, la nduja dop è quella di Spilinga, si incontra con le farine integrale e di semola rimacinata nella realizzazione di questi spaghetti alla chitarra, infine la ricotta salata da quel tocco in più. .

Semplicemente sublime, da provare

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura18 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfarina integrale
  • 100 gsemola rimacinata
  • 2uova intere
  • 2tuorli
  • 1 pizzicosale
  • 60 gnduja
  • 10 golio di olivaextravergine
  • 400 gpomodorini ciliegino
  • Mezzo bicchierevino rosso
  • 1 spicchioaglio
  • 1scalogno
  • q.b.sale

Strumenti

  • 1 Bicchiere
  • 1 Ciotola
  • 1 Coltello
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Macchina per pasta
  • 1 Mattarello
  • 1 Mestolo
  • 1 Padella
  • 1 Pentola
  • 1 Setaccio
  • 1 Spianatoia
  • 1 Pinza da cucina

PROCEDIMENTO

Per preparare l’impasto si può procedere sia a mano che con la planetaria, se si usa quest’ultima i passaggi sono uguali ma si risparmia sul tempo di esecuzione. In una ciotolina mettere le uova intere ed in un’altra i tuorli. Versare le farine, setacciate due volte, sulla spianatoia e formare la classica fontana allargando per fare un buco dove metteremo ad una alla volta le uova, quindi iniziare ad impastare per 20 minuti e formare una palla che verrà avvolta con pellicola e fatta riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo prendere l’impasto e dividerlo a pezzi e con un mattarello o con la macchina per pasta, fare delle sfoglie un po più piccole della chitarra. Quindi ricavare gli spaghetti alla chitarra passando con il mattarello sulle corde, devono essere ben tese e accordate, e disporli sulla spianatoia infarinata.

Nel frattempo avremo messo a bollire l’acqua e incominciato a pelare l’aglio e togliere la sua anima verde, tagliare a pezzetti la nduja, tritare lo scalogno lavare i pomodorini e dividere a metà, tenere tutto da parte separatamente. Scaldare una padella antiaderente e versare l’olio, quindi mettere lo spicchio d’aglio e lo scalogno, appena imbiondisce aggiungere la nduja, farla sciogliere un po’ e sfumare con il vino rosso. A questo punto mettere i pomodorini regolare di sale e cuocere per 15 minuti a fuoco lento. Appena l’acqua bolle calare gli spaghetti, scolarli dop6 aiuti e proseguire la cottura direttamente in padella aggiungendo se necessario un mestolo d’acqua di cottura.

Impiattare aiutandosi con una pinza da cucina ed un mestolo per fare la classica spirale, mettere un po’ di sugo e qualche pomodorino, ultimare con una grattuggiata di ricotta salata.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!