Risotto al tartufo con crema di castagne, tartufo e topinambur

Credetemi, quando dico che in questo piatto verrete travolti da un’esplosione di sapori è la pura verità. .. il tartufo nero, dell’azienda Pastificio Favellato di cui sono brand ambassador, si incontra con le castagne ed il topinambur in un’armonia di sapori e consistenze, dove spennellate di cacao amaro completano il piatto. ..che ve ne pare?

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

280 g riso Carnaroli
q.b. tartufo nero (Ho usato questo dell’azienda Pastificio Favellato )
2 carote, coste di sedano
1 cipolla
50 g topinambur
250 g castagne
q.b. cacao amaro in polvere
2 cucchiai olio extravergine d’oliva (Ho usato questo dell’azienda Pastificio Favellato )
40 g Parmigiano Reggiano DOP
50 g burro
180 g pecorino toscano stagionato
q.b. sale e pepe

Strumenti

1 Casseruola dai bordi alti
1 Ciotolina
1 Coltello
Cucchiai di legno
1 Colino
1 Frullatore a immersione
1 Mestolo
1 Padella
1 Pentola
1 Risottiera

Per prima cosa avremo preparato il brodo vegetale con le verdure lavate, pelare e tagliate grossolanamente, ricordo che il brodo deve essere sempre caldo quando si prepara il risotto. Ora preparate la crema di castagne, dovranno essere lessate e mondate, tenete la metà da parte, il resto lo frullate con un mixer ad immersione aggiungendo olio a filo e un mestolo di brodo vegetale, setacciate e tenete da parte. Pelate il topinambur e tagliatelo a piccoli cubetti, quindi friggere in olio a temperatura, mai superare il punto di fumo i 180 gradi, ci vorranonmeno di 30 secondi , e fare asciugare su carta paglia. Stemperare un cucchiaino di cacao amaro in acqua tiepida e filtrare. Ora che abbiamo tutti gli elementi iniziare a tostare il riso a secco per circa 4 minuti sentirete il profumo tipico del pane appena sfornato, quindi cuocere per 8 minu aggiungendo il brodo vegetale filtrato. A questo punto mettere qualche castagna sbriciolata ed il pecorino toscano grattugiato e portare a cottura. Spegnere e mantecare prima con il burro e poi con la crema di castagne. Per impiattare spennellate il fondo del piatto ed i bordi con il cacao stemperato, mettere al centro il risotto battendo il fondo con il palmo della mano per uniformare risotto, completare con delle castagne tagliate a metà ed i cubetti di topinambur, ultimate con un giro d’olio a crudo ed un’abbondante grattugiata di tartufo nero

Passaggi

5,0 / 5
Grazie per aver votato!